L’origine dell’universo. Roberto Fassone a Milano

Fanta Spazio, Milano ‒ fino al 26 gennaio 2019. L’opera di Roberto Fassone veicola una interpretazione dell’origine dell’universo. Tra oceani, surfisti e bottigliette di bibite.

Quindici foto, cinque bottiglie in vetro di Coca Cola e una in plastica di Pepsi: questo è tutto quello che lo sguardo riesce a catturare entrando da Fanta Spazio.
L’origine dell’universo, la mostra di Roberto Fassone (Savigliano, 1986) ‒ la seconda personale in via Merano 21 ‒, è essenziale ma va dritta al punto, perché si confronta con quello che non si può e non si riesce a dire. La serie di fotografie affida a quindici surfisti americani, attraverso la performatività dei singoli corpi, la propria interpretazione cosmica dell’origine dell’universo, davanti alla distesa oceanica, un paradiso perduto 2.0.
In basso, poggiate sul pavimento, le bottiglie di Pepsi e Coca Cola ingannano attraverso una sottigliezza provocatoria e beffarda, ma impossibile da cogliere alla vista: il contenuto delle due bibite è stato rispettivamente invertito.
È forse qui l’origine del mondo, nella derisione silenziosa e nel tentativo di comunicare?

‒ Cecilia Angeli

Dati correlati
AutoreRoberto Fassone
Spazio espositivoFANTA SPAZIO
Indirizzovia Merano 21 20127 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Cecilia Angeli
Cecilia Angeli (1995) è una studentessa del master di Arti Visive e Studi Curatoriali in NABA, dopo essersi laureata in Linguaggi dei Media all’Università Cattolica di Milano. A partire dalla sua tesi in storia dell’arte contemporanea sul “Limite del Visibile”, la sua ricerca, debitrice delle discipline della cultura visuale, indaga il rapporto tra sguardo e rappresentazione. È interessata ai contesti giovani e indipendenti, in Italia e all’estero.