Invisibles: l’installazione di Jaume Plensa al Palacio de Cristal a Madrid

Un gruppo scultoreo di figure quasi invisibili sospese nell’aria realizzate da reti di acciaio, questa è l’installazione dell’artista spagnolo all’interno della costruzione in vetro e ferro di fine Ottocento nel parco del Retiro.

Nell’architettura in vetro e ferro, situata nel parco del Retiro e costruita nel 1887 per l’Esposizione delle Filippine, viene esposta l’installazione Invisibles dell’artista Jaume Plensa (Barcellona, 1955). Il progetto site specific, organizzato dal Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía e curato da João Fernandes prevede il gruppo scultoreo costituito da volti incompiuti, delineati da reti d’acciaio, di figure sospese nell’aria. Questi esili volti che sembrano quasi invisibili, sono disegnati solo da fili di acciaio piegati a formare curve, una modellazione tridimensionale costituita da reti e intrecci. La luce che entra dalle superfici vetrate riflette sul ferro, facendo emergere le figure a cui è stato dato il nome di Laura, Anna e Rui Rui. L’artista spagnolo Jaume Plensa, che ha anche sperimentato incisioni, disegni, suoni, video e persino scenografie, ha vissuto e lavorato in Germania, Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti, realizzando sculture e installazioni per spazi pubblici, come anche in Italia, Giappone, Canada, Svezia e Thailandia. Questo progetto coincide con una mostra retrospettiva al Museo di Arte Contemporanea di Barcellona (MACBA) che delinea il percorso artistico di Plensa con opere dagli anni ‘80 a quelle più recenti. Ecco le immagini dell’installazione.

Ilaria Bulgarelli

Madrid // fino al 3 marzo 2019
Invisibles
Palacio de Cristal, Parque del Retiro
Paseo República de Cuba, 4, 28009 Madrid

Dati correlati
AutoreJaume Plensa
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ilaria Bulgarelli
Ilaria Bulgarelli (Roma, 1981) ha studiato presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, conseguendo la laurea triennale in Ingegneria Edile, poi presso “Sapienza Università di Roma”, per terminare i suoi studi con la laurea specialistica in Architettura. Un mix di studi scientifici e creativi che si vanno a fondere con la sua passione per l’arte. Sarà proprio questa passione a condurla verso l’arte contemporanea frequentando il Master of Art della LUISS Creative Business Center. Una formazione che le permette di curare mostre dal progetto curatoriale all’allestimento, collaborando così con artisti di arte contemporanea. È uno stage presso la redazione di “Rai Arte” e una collaborazione con l’ufficio stampa di MondoMostre, a portarla verso la comunicazione e il giornalismo.