Nasce The Hague Contemporary Weekend, in 20 luoghi de L’Aia: 3 eventi da non perdere

Prima edizione della rassegna organizzata dalla giovane associazione The Hague Contemporary: per tre giorni la città costiera sul Mare del Nord nei Paesi Bassi sarà attraversata da un ricco programma di vernissage, incontri, tour e cinema

L'Aia
L’Aia

Da venerdì 6 a domenica 8 luglio, L’Aia, la terza città più grande dei Paesi Bassi, dopo Amsterdam e Rotterdam, si trasformerà in un grande festival di arte contemporanea a cielo aperto con la prima edizione di The Hague Contemporary Weekend. Organizzata da The Hague Contemporary, una giovane associazione che raccoglie in un’agenda, sia cartacea che online, il meglio della produzione artistica della città – la nuova iniziativa promette un fine settimana di fuoco. Per tre giorni una ventina tra musei, gallerie, e spazi gestiti da artisti daranno luogo ad un intenso programma di vernissage, spettacoli, incontri con artisti, tour, serate di club / spettacoli, proiezioni di film e tanto altro. L’inaugurazione si svolgerà alla Royal Academy of Art di L’Aia, insieme all’avvio del loro Graduation Festival. Ecco una selezione degli eventi principali…

– Claudia Giraud

www.thehaguecontemporary.nl

1. CINEMA ALL’APERTO IN UNA CENTRALE ELETTRICA DI PRIMO ‘900

Elektriciteitscentrale, photo by Roelwijnants, fonte wikimedia

La piattaforma di arte contemporanea Nest, in collaborazione con il teatro di ricerca Zaal 3, allestisce un cinema all’aperto, trasformando l’area di De Constant Rebecqueplein, con l’antica centrale elettrica comunale costruita agli inizi del ‘900 dove ha sede, in un vero Deutsches Kino, dove verrà mostrata una selezione di opere video fornite dai partecipanti a The Hague Contemporary Weekend.

Kino
NEST, De Constant Rebecqueplein 20b 2518 RA Den Haag
www.nestruimte.nl

2. LE CONVERSAZIONI CON I PROTAGONISTI DEL MONDO DELL’ARTE

The Future is Female

The Hague Contemporary Talks sono una serie di incontri con artisti che si svolgono in vari musei, spazi d’arte e gallerie. La conversazione di sabato, per esempio, moderata dalla blogger, curatrice e consulente d’arte Stephanie Afrifa, coinvolgerà il curatore Francis Boeske e l’artista Twan Janssen che ha scritto un testo appositamente per la mostra The Future is Female, ancora in corso presso la galleria Parts Project, da cui è nato il concept e le opere site specific di tredici artiste donne del calibro di Rosemarie Trockel e Katharina Grosse. Domenica, invece, Adriana Gonzalez Hulshof, co-fondatrice ed ex direttrice dell’organizzazione no-profit Amsterdam Art, modererà gli incontri presso il centro d’arte e fondazione indipendente Stroom Den Haag, la galleria più antica dei Paesi Bassi risalente agli anni ’60 Nouvelles Images e al Museum Beelden aan Zee: un museo all’aperto fatto di tante sculture disseminate sul lungomare di questa città costiera sul Mare del Nord.

The Hague Contemporary Talks
Sedi varie, L’Aia

3. LA FESTA DI LAUREA DELL’ACCADEMIA DEI DESIGNER NATA NEL 1682

Graduation Festival 2018 Royal Academy of Art The Hague

La Royal Academy of Art de L’Aia (KABK) – la scuola di formazione dei futuri artisti e designer fin dal 1682 – ospiterà il suo festival annuale di laurea, con più di 200 studenti dei master inArtScience, Fine Arts, Graphic Design, Interactive/Media/Design, Interior Architecture & Furniture Design, Photography, Textile & Fashion che mostrano i loro progetti di laurea.

Graduation Festival 2018 – Royal Academy of Art The Hague
6 luglio – 12 luglio
Royal Academy of Art The Hague – KABK Den Haag, Prinsessegracht 4, 2514 AN L’Aia
www.kabk.nl

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).