Le eteree figure femminili di Kazuki Takamatsu. A Roma e Londra

Roma, Dorothy Circus Gallery – fino al 10 luglio 2018. L’artista giapponese Kazuki Takamatsu presenta 16 opere inedite. Tutte realizzate attraverso una sapiente combinazione di grafica digitale 3D, fotoritocco e utilizzo di tecniche pittoriche tradizionali.

Sulle avvolgenti pareti rosse della sede romana della Dorothy Circus Gallery, in un contesto curatissimo e fortemente caratterizzato, si stagliano le figure femminili di Kazuki Takamatsu (Sendai, 1978): sono bianche e grigie, sfumate, leggere, trasparenti, galleggiano su fondi neri e saturi. Sono giovani donne rappresentate come impalpabili e inafferrabili; incapaci di esprimere le proprie emozioni, chiuse nel loro mondo cupo e ostile da cui devono difendersi magari indossando una maschera antigas. Risultano distanti e allo stesso tempo sensuali nei loro mini-abiti e nelle loro pose. Nei lavori dell’artista ricorrono poi elementi ispirati alla tradizione iconografica giapponese, come alcuni sfondi su cui fluttuano le ragazze, o come il crisantemo, fiore simbolico dell’Estremo Oriente.
Interessante il processo realizzativo, che mescola innovazione tecnologica e tradizione. L’artista parte dalla modellazione 3d delle figure femminili. Una volta scelta e fissata la posa desiderata di queste modelle virtuali, interviene con un software per il fotoritocco. Sul supporto stampato avviene infine l’ultimo passaggio, stavolta manuale, con il colore acrilico.

– Barbara Di Tanna

Evento correlato
Nome eventoKazuki Takamatsu
Vernissage01/06/2018
Duratadal 01/06/2018 al 10/07/2018
AutoreKazuki Takamatsu
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoDOROTHY CIRCUS - GALLERY
IndirizzoVia Dei Pettinari 76 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Barbara Di Tanna
Sono un architetto, mi occupo di progettazione architettonica e interior design. In passato ho lavorato nell'ambito del restauro architettonico ed archeologico. Ho sempre dipinto, disegnato, creato. Adoro lavorare con le mani e mi interessa l'arte in tutte le sue forme. Quasi per caso mi sono avvicinata al mondo del contemporaneo, territorio che sto esplorando con vivo interesse e curiosità, ricercando punti di incontro tra la mia professione e questa nuova passione.