Marc Chagall tra icone russe e avanguardia parigina. A Bilbao in mostra gli anni della svolta

Con oltre 80 dipinti e disegni realizzati ai primordi della carriera, il Guggenheim di Bilbao rivela una fase importante della produzione artistica del pittore bielorusso, quando la sua vita era divisa tra due città: Vitebsk e Parigi

Chagall, Marc (1887-1985): Birthday, 1915 New York Museum of Modern Art (MoMA) *** Permission for usage must be provided in writing from Scala.

Nato nel 1887 da una famiglia ebrea chassidica nella piccola città di Vitebsk, quindi sotto il controllo degli zar russi, Marc Chagall crebbe in un mondo molto ristretto, dove l’accesso alla cultura e all’arte russa era limitato dalla sua stessa comunità e dalla politica del governo di relegare gli ebrei nei ghetti e di negare loro i diritti fondamentali. Così, fu una vera e propria svolta quando nel 1911 il pittore bielorusso si trasferì a Parigi per iniziare una nuova vita lì. Un’esperienza che si concluse, però, nel 1914 quando, ritornato a Vitebsk per una breve visita a casa, lo scoppio della Prima guerra mondiale lo costrinse a trascorrere i successivi otto anni in Russia. L’esposizione Chagall -The Years Breakthrough 1911-1919 – organizzata dal Kunstmuseum di Basilea in collaborazione con il Museo Guggenheim di Bilbao – è proprio incentrata su quella prima fase artistica dell’artista che risentì fortemente di quello sdoppiamento tra la sua città natale e Parigi. Il risultato fu la produzione di dipinti che assemblavano i ricordi della vita provinciale russa con alcuni frammenti iconici della capitale francese cosmopolita, incorporando reminiscenze dell’arte popolare russa, nonché i più recenti esperimenti stilistici derivati da contatti con numerosi artisti progressisti, tra cui Pablo Picasso, Robert e Sonia Delaunay, e Jacques Lipchitz. Ecco le immagini.

– Claudia Giraud

Chagall. The Breakthrough Years, 1911-1919
Fino al 2 settembre 2018
Guggenheim Museum Bilbao, Avenida Abandoibarra, 2 48009 Bilbao
www.guggenheim-bilbao.es

 

Dati correlati
AutoreMarc Chagall
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).