Politica della perfezione. Mary Zygouri a Milano

Prometeogallery, Milano ‒ fino al 20 giugno 2018. Quattro grandi progetti di Mary Zygouri alla prometeogallery di Milano pongono al centro dell’attenzione un percorso poetico e politico.

Per la sua prima personale negli spazi della Prometeogallery, Mary Zygouri (Atene, 1973) propone un discorso quadriarticolato che frulla linguaggi differenti – dalla performance alla fotografia, dal video alla installazione – per concepire un’atmosfera riflessiva sulla natura della politica, dell’etica, dell’estetica.
Con La Répétition de l’Impossible, questo il titolo della mostra, l’archivio della memoria e la storia della cultura umana sono trattate dall’artista trasversalmente, mediante uno sguardo obliquo che investe il passato e il presente, che apre nuove visioni intellettuali, che richiama alla memoria Antonio Gramsci, la sua storia, il suo pensiero.
Venus Of The Rags / In Transit \ Eleusis (2014), Movimento in Semi-Libertà (2015), Je Reviens Toujours (2017), THE ROUND UP Project: Kokkinia 1979 – Kokkinia, 2017 \ Μ.Κ. \ Μ.Ζ. (2017), realizzato in occasione di Documenta14, sono i videoprogetti – ogni progetto di Zygouri ruota attorno a un video – che costruiscono questa sua nuova, imperdibile mostra fatta di archeologia del presente, di presenze, di autenticità.

Antonello Tolve

Evento correlato
Nome eventoMao Tongqiang / Mary Zygouri
Vernissage11/04/2018 ore 18,30
Duratadal 11/04/2018 al 20/07/2018
AutoriMary Zygouri, Mao Tongqiang
CuratoreMarco Scotini
Generiarte contemporanea, doppia personale
Spazio espositivoPROMETEO GALLERY
IndirizzoVia G. Ventura 6, 20134 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Antonello Tolve
Antonello Tolve (Melfi 1977) è teorico e critico d’arte. Dottore di ricerca presso l’Università di Salerno, insegna Pedagogia e Didattica dell'Arte e Antropologia dell'Arte all'Accademia di Belle Arti di Macerata. Studioso delle esperienze artistiche e delle teorie critiche del Secondo Novecento, con particolare attenzione al rapporto che intercorre tra arte, critica d’arte e nuove tecnologie. Pubblicista, collabora regolarmente con diverse testate del settore. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, in Italia e all'estero e vari cataloghi di artisti. Collabora, a Salerno, con la Fondazione Filiberto Menna e dirige con Stefania Zuliani, per l’editore Plectica, la collana Il presente dell’arte. Tra i suoi libri Giardini d’utopia. Aspetti della teatralizzazione nell’arte del Novecento (2008), Gillo Dorfles. Arte e critica d'arte nel secondo Novecento (2011), Giuseppe Stampone. Estetica Neodimensionale / Neodimensional Aesthetics (2011), Bianco-Valente. Geografia delle Emozioni / Geography of Emotions (2011).