Uffizi Live 2018, il museo fiorentino lancia bando per selezionare progetti di spettacolo dal vivo

Artisti e compagnie teatrali sono chiamati a presentare progetti per Uffizi Live, la rassegna di spettacoli dal vivo promossa dal museo fiorentino che si terrà da giugno a settembre. Per partecipare al bando c’è tempo fino al 15 aprile

Gli Uffizi
Gli Uffizi

Teatro, musica, danza e performance sono le forme artistiche che, dal prossimo 5 giugno e fino al 25 settembre, animeranno Uffizi Live 2018, la rassegna di spettacoli dal vivo promossa dalle Gallerie degli Uffizi di Firenze e offerta al pubblico durante le aperture serali dei martedì sera d’estate, fino alle ore 22. In occasione della manifestazione, il museo fiorentino ha lanciato un bando destinato ad artisti, compagnie e associazioni culturali, invitati a presentare progetti di spettacoli dal vivo da inserire nel programma di eventi della kermesse estiva.

PROMOZIONE DEL PATRIMONIO E DELLE REALTÀ ARTISTICHE

Nata nel 2016 da un’idea del direttore delle Gallerie Eike Schmidt, Uffizi Live rientra tra le attività proposte dallo storico dell’arte tedesco per promuovere il patrimonio del museo a un target di pubblico più vasto, ma anche per sostenere e dare spazio alle realtà artistiche più piccole o meno note: “ogni martedì sera proporremo gratuitamente, cioè con il normale biglietto d’ingresso, spettacoli dal vivo che si collegano in vari modi con le opere d’arte degli Uffizi”, ha spiegato Schmidt. “Nella programmazione diamo spazio a piccole realtà artistiche e a iniziative che valorizzano il patrimonio artistico in maniera originale”.

IL BANDO: COME PARTECIPARE

In occasione di Uffizi Live, le Gallerie selezioneranno progetti attinenti a qualsiasi campo delle arti performative, dal teatro alla danza, dalla musica al mimo, dal teatro-danza alla performance, dall’illusionismo alla giocoleria o agli happening, senza distinzione di genere: dal classico al contemporaneo, dallo storico allo sperimentale, dal drammatico al comico, dall’interdisciplinare al digitale, purché in linea con gli obiettivi del bando, che mette al primo posto la valorizzazione delle collezioni e degli spazi degli Uffizi, che dunque non dovranno assolvere a una funzione di mera cornice degli eventi ma esserne i protagonisti. Condizione imprescindibile infatti è che ogni spettacolo nasca idealmente intorno ad un’opera d’arte o in seno al contesto specifico degli Uffizi, valorizzando nella sostanza il loro patrimonio, la loro funzione e la loro storia, interagendo in modo originale con le collezioni d’arte. Possono partecipare al bando compagnie, ensemble, singoli artisti o gruppi di artisti, associazioni culturali, enti non profit pubblici e privati. I progetti selezionato riceveranno un contributo pari a 1.000 euro in caso di esibizione di un singolo artista, oppure di 1.500 euro in caso di gruppi, ensemble e compagnie indipendentemente dal numero degli artisti coinvolti. Per partecipare c’è tempo fino al 15 aprile; a questo link è possibile consultare il bando e compilare il modulo di adesione.

– Desirée Maida

www.uffizi.it

Dati correlati
Spazio espositivoGALLERIA DEGLI UFFIZI
IndirizzoPiazzale Degli Uffizi 1 - Firenze - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.