La poetica di Renato Ranaldi al Camusac di Cassino per la mostra Clinamen. Le immagini

A metà tra una mostra, un’antologica e una retrospettiva è “Clinamen” – fino al 9 luglio al Camusac – Museo d’arte Contemporanea di Cassino – dedicata a Renato Ranaldi a cura di Bruno Corà.

Clinamen è un termine usato per identificare la deviazione spontanea degli atomi nel tempo e nello spazio per dar loro la possibilità di incontrarsi, scontrarsi dando vita a infiniti mondi. Partendo da questo concetto così etereo, concepito dalla filosofia epicurea e perfezionato da Lucrezio, nasce al Camusac – Museo d’arte Contemporanea di Cassino una grande mostra antologica dedicata a Renato Ranaldi (1941, Firenze) a cura di Bruno Corà. La stessa prassi descritta nel Clinamen viene ripetuta nel lavoro dell’artista dando vita a lavori unici creati nel passato e che popolano le sale del museo. Tra queste Bilico celeste (1988), presentato alla Biennale di Venezia del 1988, Tetrabalulo (1989), Ikona (1996), Bilico d’i’ ciucho e la berva (2003), Nudo sdraiato (2005) e la La joie de mourir (2007). In mostra non solo progetti storici, ma anche un’opera site specific pensata proprio per il museo di Cassino. A documentare il tutto c’è, inoltre, un catalogo edito da Gangemi Editore che raccoglie le opere in mostra e include sia un testo inedito di Ranaldi che un saggio critico di Corà che così ne descrive il lavoro: “…di fatto uno tra gli artisti più radicali e sconcertanti apparsi sulla scena artistica italiana ed europea a partire dagli anni Sessanta del XX Secolo e tuttora attivo, refrattario a ogni identificazione critica che intenda coniugare la sua opera con tendenze e movimenti venutisi a manifestare negli ultimi sessant’anni…”. Le immagini della mostra.

– Valentina Poli

Evento correlato
Nome eventoRenato Ranaldi - Clinamen
Vernissage09/03/2018 ore 18
Duratadal 09/03/2018 al 09/07/2018
AutoreRenato Ranaldi
CuratoreBruno Corà
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoCAMUSAC - CASSINO MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA
Indirizzovia Casilina Nord 1 - Cassino - Lazio
EditoreGANGEMI EDITORE
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.