Il nero perpetuo di Valeria Dardano. A Torino

Fusion Art Gallery Inaudita, Torino ‒ fino al 29 gennaio 2018. La galleria torinese presenta la prima personale della giovane artista calabrese Valeria Dardano, a cura di Barbara Fragogna.

Valeria Dardano (Catanzaro, 1993) è un’artista che, con una maturità straordinaria per la sua giovane età, riesce a raggiungere il fondamento di sé meditando al contempo sulla propria emotività e su quella dell’osservatore. Il colore nero – definito dall’artista “perpetuo” – come eterno ritorno hegeliano; l’autoritratto che si annida nell’ombra dell’oggetto in contrasto con la gravità e la fisica del quotidiano; la dimensione “inconscia” e irraggiungibile della scultura che attraversa tempi e dimensioni con un movimento fluido, il quale procede irrimediabilmente verso l’alto.
È una grammatica dotta, estremamente ricercata, che affonda le sue radici nella biografia dell’artista – ad esempio, nel dialogo nostalgico tra le montagne calabresi e l’urbanistica torinese – e nella ricerca del materiale naturalisticamente camuffato, privilegiando soluzioni illusorie quali materiali industriali, poliuretano, collanti, catrame e terra. Dardano propone un esercizio di riflessione sull’esistenza; un rapporto con il proprio spettro che, come suggerisce il titolo, solitamente non trova destinazione perché rinnegato.

Federica Maria Giallombardo

Evento correlato
Nome eventoValeria Dardano - Delivery status notification _failure
Vernissage13/01/2018 ore 19
Duratadal 13/01/2018 al 29/01/2018
AutoreValeria Dardano
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoFUSION ART GALLERY
IndirizzoPiazza Amedeo Peyron 9G - Torino - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Maria Giallombardo
Federica Maria Giallombardo nasce nel 1993. Consegue il diploma presso il Liceo Scientifico Tradizionale “A. Avogadro” (2012) e partecipa agli stage presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Biella (2009-2012). Frequenta la Facoltà di Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Torino, laureandosi nel 2016 con una tesi di ricerca di Filologia Italiana sull’epistolario di Vittorio Alfieri. Partecipa come relatrice alla X edizione della Scuola di Alta Formazione “Cattedra Vittorio Alfieri” nel settembre 2016. Collabora con la Fondazione Centro Studi Alfieriani e con Palazzo Alfieri. È associata alla Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze. Scrive recensioni per la webzine «OUTsiders». In occasione di Artissima 2016, partecipa al progetto “Ekphrasis 21”. Collabora con diversi artisti, tra cui Giuseppe Palmisano, Massimo Brunello e Stefania Fersini, dei quali cura il portfolio e i comunicati stampa.