Il Premio Arte Laguna si apre all’urban art. In tutto 9 sezioni per un montepremi di 35mila euro

Prima edizione senza Beatrice Susa, l’imprenditrice morta giovanissima l’anno scorso che inventò questo concorso per l’arte emergente. Da quest’anno con una nuova sezione per l’arte urbana.

Arsenale esterno location mostra
Arsenale esterno location mostra

Nella sua prima edizione senza Beatrice Susa – l’imprenditrice scomparsa giovanissima lo scorso anno che aveva ideato e costruito uno tra i più apprezzati concorsi italiani per l’arte emergente – il Premio Arte Laguna si apre da quest’anno anche all’arte urbana.

UN PREMIO RIVOLTO AGLI STREET ARTIST

Mostra Arsenale
Mostra Arsenale

Questa novità ci contraddistingue in modo assoluto nel panorama dei concorsi artistici, non solo nazionali”, afferma Igor Zanti, curatore del Premio e presidente di giuria. “Abbiamo sempre voluto essere degli anticipatori, lo abbiamo fatto lo scorso anno dedicando un premio speciale all’arte sostenibile, e continuiamo a farlo per poter offrire una proposta culturale sempre più vasta e poliedrica”.Gli artisti potranno candidare in questa nuova sezione opere o progetti artistici e di riqualificazione urbana, street art e graffiti, dove l’intervento sia in relazione con il tessuto urbano/cittadino in cui viene pensato. Tutte le opere candidate verranno valutate da una giuria specifica che si occuperà dell’arte urbana e della land art composta, oltre che da Igor Zanti, anche da Simone Pallotta, curatore di arte pubblica e urbana ed Emanuele Montibeller, direttore artistico di Arte Sella – the contemporary mountain.

I PREMI IN PALIO

Tra i dieci finalisti la giuria individuerà la migliore proposta che si aggiudicherà un premio in denaro di 7mila euro, che si somma agli altri quattro assegnati ai vincitori assoluti delle altre categorie, per un montepremi totale di 35mila euro. Categorie artistiche che in questa dodicesima edizione del Premio Arte Laguna salgono, dunque, a nove: pittura, scultura e installazione, arte virtuale, arte fotografica, grafica digitale, video arte e cortometraggi, performance, arte urbana e arte ambientale. La rosa dei 115 finalisti prenderà parte a una collettiva finale all’Arsenale di Venezia, in programma nelle tese dell’Arsenale Nord dal 17 marzo al 9 aprile 2018. C’è tempo fino al 18 dicembre per iscriversi, grazie alla proroga da parte dell’organizzazione del Premio.

– Claudia Giraud

https://www.premioartelaguna.it/

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).