Il bianco militante. Dzenan Hadžihasanović a Milano

Prometeogallery, Milano ‒ fino al 4 novembre 2017. Dzenan Hadžihasanović presenta la sua prima personale in Italia presso la galleria di Ida Pisani. Offrendo una lucida traduzione pittorica della protesta collettiva.

Consapevole, viscerale, di nobili intenti, autocritico: il progetto di Dzenan Hadžihasanović (Sarajevo, 1987) riflette completamente l’indole dell’artista, valore aggiunto per l’analisi di Blank Title, che verte sull’idea di massa protestante e non sempre cosciente delle problematiche cui corre incontro. Dall’insorgenza degli indignati alle primavere arabe, dalla rivoluzione degli ombrelli a Hong Kong alla recente marcia di Barcellona per l’indipendenza catalana: tutto è passato al fine setaccio dello sguardo lucido dell’artista, che con la sua pittura militante ha reso universale il giudizio sui contenuti della protesta collettiva.
La forma e i colori disobbediscono alla vista, così come le pose confuse ricercano la bellezza nella furia del contesto; ma quali valori, quali ideali ricercare nella composizione umana? Dzenan ripiega i dubbi e le contraddizioni del reale nel bianco delle sue opere; bianco che è sia censura sia delirio cieco del popolo demotivato e fragile; un paradosso tra soggettività imperante e collettività rassicurante, ma priva di mordente ideologico – è il neo-impressionismo politico. Mostra meritevole del suo successo, dalla sensibilità feroce e rara.

Federica Maria Giallombardo

Evento correlato
Nome eventoProject room - Dženan Hadžihasanović
Vernissage19/09/2017 ore 19
Duratadal 19/09/2017 al 04/11/2017
AutoreDženan Hadžihasanović
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoPROMETEO GALLERY
IndirizzoVia G. Ventura 6, 20134 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Maria Giallombardo
Federica Maria Giallombardo nasce nel 1993. Consegue il diploma presso il Liceo Scientifico Tradizionale “A. Avogadro” (2012) e partecipa agli stage presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Biella (2009-2012). Frequenta la Facoltà di Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Torino, laureandosi nel 2016 con una tesi di ricerca di Filologia Italiana sull’epistolario di Vittorio Alfieri. Partecipa come relatrice alla X edizione della Scuola di Alta Formazione “Cattedra Vittorio Alfieri” nel settembre 2016. Collabora con la Fondazione Centro Studi Alfieriani e con Palazzo Alfieri. È associata alla Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze. Scrive recensioni per la webzine «OUTsiders». In occasione di Artissima 2016, partecipa al progetto “Ekphrasis 21”. Collabora con diversi artisti, tra cui Giuseppe Palmisano, Massimo Brunello e Stefania Fersini, dei quali cura il portfolio e i comunicati stampa.