Acqua e fuoco. Immagini dallo spettacolo di Fabrizio Plessi al Teatro La Fenice di Venezia

L’artista reggiano, considerato tra i padri della videoinstallazione, inonda il teatro veneziano di luci ed effetti visivi suggestivi, con una performance sensoriale che sarà aperta la pubblico fino al 6 agosto

Fabrizio Plessi, Fenix DNA, immagine dell'opening. Venezia, Teatro La Fenice. Ph. Michele Crosera
Fabrizio Plessi, Fenix DNA, immagine dell'opening. Venezia, Teatro La Fenice. Ph. Michele Crosera

Gli elementi primordiali dell’Acqua e del Fuoco, discordanti solo in apparenza ma entrambi generatori di vita e di energia, si incontrano in un luogo speciale ed emblematico, che ha visto sia la distruzione che la rinascita. È Fenix DNA, la videoinstallazione che Fabrizio Plessi (Reggio nell’Emilia, 1940) ha realizzato per il Teatro La Fenice di Venezia, un’esperienza dal forte impatto visivo che sarà possibile esperire dal 26 luglio fino al 6 agosto 2017, promossa da Generali Italia tramite il programma Valore Cultura e prodotta da Fondazione Teatro La Fenice. Quello tra Plessi e la città lagunare è un legame profondo, che parte dalla sua partecipazione alla Biennale del 2011 e che oggi si concretizza in questo suggestivo lavoro pensato per gli spazi del teatro veneziano. La platea diventa il luogo della narrazione di Plessi, dove 200 calchi di capitelli, teste di putti, maschere e grottesche realizzati da Guarino Lodato riportano alla memoria le vestigia del teatro, prima che l’incendio del 1996 ne distruggesse gli interni. Le luci e gli effetti visivi di Plessi immergono il teatro in flutti d’acqua e lingue di fuoco, celebrandolo proprio come una Fenice che rinasce dalle sue stesse ceneri. Un’esperienza sensoriale nella quale il pubblico potrà immergersi anche attraverso le note che il maestro Giovanni Sparano ha appositamente composto per Fenix DNA, eseguite da Pourquoi-Pas Ensemble con la direzione di Alvise Zambon e cantate dal mezzosoprano Francesca Gerbasi.

– Desirée Maida

Evento correlato
Nome eventoFabrizio Plessi - Fenix DNA
Vernissage25/07/2017 ore 18.30 su invito
Duratadal 25/07/2017 al 06/08/2017
AutoreFabrizio Plessi
Generiarte contemporanea, performance - happening
Spazio espositivoTEATRO LA FENICE
IndirizzoCampo San Fantin 1965 - Venezia - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.