Un’installazione sonora di Rudolf Wakolbinger rilegge la nascita dell’Universo a Firenze

Fino al 23 marzo Le Murate. Progetti Arte Contemporanea ospitano Expansion of the Universe di Rudolf Wakolbinger, opera che attinge a migliaia di campionamenti sonori della NASA.

Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, foto di Davina Catalano
Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, foto di Davina Catalano

La scoperta del sistema solare con 7 esopianeti simili alla Terra, attorno all’ormai celebre Trappist-1, è certamente una delle notizie dell’anno. Caso vuole che nella stessa giornata in cui la NASA diffondeva l’annuncio, in Italia debuttava un’opera fortemente connessa con l’operato dell’agenzia statunitense dedita alla ricerca spaziale. Concepita dall’artista austriaco Rudolf Wakolbinger, classe 1983, Expansion of the Universe rielabora migliaia di campionamenti sonori dell’universo realizzati, proprio dalla NASA, tramite scansioni a microonde. Dopo l’esordio all’Ars Electronica Festival 2016 di Linz, dal 23 febbraio scorso – e per un intero mese – l’installazione viene presentata per la prima volta da noi. Tra le colonne della sala Anna Banti, all’interno de Le Murate. Progetti Arte contemporanea, a Firenze, sono ora disposte casse acustiche che danno vita a una sorta di “cascata artificiale”. I 13,8 minuti della composizione sonora di Wakolbinger corrispondono ai 13,8 miliardi di anni che dalla Big Bang ci portano all’oggi. L’esecuzione della partitura musicale è affidata a 216 altoparlanti. Presentato dall’istituzione fiorentina in collaborazione con il Forum Austriaco di Cultura, questo intervento ha nel progetto dal titolo Illustris del MIT il proprio antesignano: ultimato nel 2013, era finalizzato alla restituzione, in quel caso visiva, della genesi delle galassie. Da ascoltare magari sognando migrazioni in pianeti distanti svariati anni luce.

– Valentina Silvestrini

Evento correlato
Nome eventoRudolf Wakolbinger -Expansion of the Universe
Vernissage23/02/2017 ore 17,30
Duratadal 23/02/2017 al 23/03/2017
AutoreRudolf Wakolbinger
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoMURATE ART DISTRICT
IndirizzoPiazza Madonna della Neve - Firenze - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.