Tutti i festival di marzo 2022. Da Courmayeur Design Week-End a Fidenza Village StreetArt

Dal design ad alta quota al teatro d’opera, passando per il cinema glocal fino all’illustrazione, c’è tutta una serie di rassegne pronte a partire. Tra conferme e novità, ecco quali sono

L’Italia si conferma il paese dei festival culturali. Dalla letteratura alla filosofia, dalla storia al cinema passando per la musica. Un caso unico a livello globale. Dopo mesi di restrizioni e chiusure su tutto il territorio nazionale, anche per questo inizio del nuovo anno c’è tutta una serie di festival dedicati a vari temi – dal design al teatro d’opera, passando per il cinema glocal fino all’illustrazione – che, tra conferme e novità, aspettano solo di partire o ripartire. Vediamo quali sono…

Claudia Giraud

1. COURMAYEUR DESIGN WEEK-END – ARCHITETTURA E DESIGN AD ALTA QUOTA

Courmayeur Design Weekend telecabina Dolonne Photography by Giacomo Buzio, courtesy of Courmayeur Mont Blanc

Torna la rassegna che porta ad alta quota le visioni e le esperienze di architetti e designer del calibro di Carlo Ratti, Marc Sadler, Massimo Roj, Michele Rossi, Gino Garbellini e Gianpaolo Allocco, e brand come Hermann Miller e Fondazione 3M. Novità della seconda edizione – in programma dal 10 al 13 marzo – lo Chalet de Tendence, un grande spazio espositivo al Courmayeur Sport Center che accoglierà grandi brand e giovani designer locali, le installazioni negli antichi lavatoi e nelle piazze del paese e un panel di talk e interventi dedicati ai Punti di Vista e la mostra fotografica collettiva The Horizon we look at. 17 reasons why di Fondazione 3M. Dal centro di Courmaueyer alla vetta del Monte Bianco mostre diffuse, installazioni e pezzi iconici trasformeranno la località nel “place to be” per gli amanti del design e della creatività.

www.designweek-end.it

2. FESTIVAL D’OPERA – FONDAZIONE HAYDN DI BOLZANO E TRENTO

festival d’Opera 2022 Bolzano e Trento

La Fondazione Haydn di Bolzano e Trento presenta il festival d’Opera 2022, in programma nell’arco del mese di marzo: quattro titoli, due dei quali in prima assoluta, riuniti attorno al filo conduttore di Larger Than Life, espressione del desiderio di raccontare storie di vita reale che hanno poi assunto significati simbolici, a volte superiori al valore della vita stessa. Storie che, anche se prese dal passato, riflettono un oggi fatto di eroi veri o presunti, di conflitti sociali, di fenomeni che segnano tragicamente la vita di donne e uomini. Ma anche di figure che con il loro coraggio possono rappresentare un esempio e uno spiraglio di positività, di speranza. “Nel nostro viaggio”, spiega il Direttore Artistico dell’Opera Matthias Lošek, “incontreremo, lungo le interminabili traversie della natura umana, anche Margaret Campbell, meglio nota come la duchessa di Argyll, donna emancipata, sessualmente libera, che di conseguenza condusse una vita invisa alla upper class e ai media britannici degli anni Sessanta. Una vita larger than life, ma anche più di quanto una società voyeuristica possa concedere. Di tutt’altro genere è il ritratto, firmato da Nicola Sani con la nuova regia di Stefano Simone Pintor, di Giovanni Falcone, figura in realtà isolata dalla realtà in quanto tale e assurta a mito”.

www.haydn.it

3. 40 ANNI DI BERGAMO FILM MEETING

ArtDate 2018, Bergamo Film Meeting, Cartoni Animati in corsia, Chemion versus Osteosarcom

In occasione della sua 40a edizione, Bergamo Film Meeting – in programma dal 26 marzo al 3 aprile – rinnova la collaborazione con The Blank Contemporay Art attraverso la sezione Incontri: cinema e arte contemporanea che quest’anno vede protagonista l’artista Ugo Nespolo, uno dei più significativi interpreti dei linguaggi del contemporaneo. Nel corso della sua carriera Ugo Nespolo si è confrontato con le diverse forme dell’immaginario audiovisivo, realizzando cortometraggi a partire dalla stagione della neoavanguardia degli anni ‘60.

https://www.bergamofilmmeeting.it/festival/il-festival/

4. 18 ANNI DI VISIONINMUSICA – AUDITORIUM GAZZOLI TERNI

Bergamo Film Meeting

Torna, dopo due anni, la rassegna Visioninmusica che giunge alla sua diciottesima edizione e, a partire dal 13 marzo e fino a metà maggio, è pronta nuovamente ad offrire una nuova serie di eventi di primissimo livello e di grande richiamo per tutto il centro Italia. “I punti cardine che hanno sempre contraddistinto Visioninmusica”, afferma la direttrice artistica Silvia Alunni – “sono contemporaneità, tradizione, diversificazione dei generi musicali e inclusione di un pubblico sempre più ampio e variegato. Anche per questa nuova stagione, slittata di un paio di mesi per l’emergenza della variante Omicron, Visioninmusica proporrà per i suoi 18 anni di età un cartellone di connotazione internazionale, con accenti europei, mediterranei e latini, il cui filo conduttore vuole essere ancora e più che mai una celebrazione della fantasia musicale nelle sue molteplici declinazioni”.

www.visioninmusica.com

5. SOLUZIONI FESTIVAL – 8 ILLUSTRATORI ALLA RICERCA DI UN IMMAGINARIO A TORINO

THE GREAT PAPER Garage 80, Visioninmusica

Soluzioni è un festival di arti visive e performative che si presenta alla città con l’obiettivo di riflettere sulle conseguenze delle azioni nel presente e sui rimedi possibili per la nostra vita di domani. E lo fa delegando a un gruppo di otto artisti illustratori la realizzazione di altrettante opere, veri e propri squarci sul futuro, che ne riveleranno gli specifici sguardi. La prima edizione si svolgerà a Torino dal 9 al 12 marzo, presso Toco Coworking di via Montanaro 44, nel cuore di Barriera di Milano, e si svilupperà in una mostra collettiva e una mostra mercato, con un denso programma di live painting, performance, live set, live session, mapping e dj set. Il Festival è stato ideato dall’associazione Garage80 ed è realizzato insieme all’associazione StasisAps e TocoCoworking.

www.soluzionifestival.it

6. GLOCAL FILM FESTIVAL – IL FESTIVAL DEL CINEMA DEL TERRITORIO A TORINO

Chiesa e Gossi sul set de Il partigiano Johnny ad Alba

Dopo la riprogrammazione estiva del 2020 e l’edizione online del 2021 il GLOCAL FILM FESTIVAL è pronto a tornare in sala con il suo programma dedicato alla settima arte locale. Una vivace “macchina cinema” fatta di registi e attori, autori e qualificate maestranze, case di distribuzione e produzione che in Piemonte ha forti radici, ma che come il festival dimostra ogni anno, volge lo sguardo al mondo in pieno spirito glocal. La 21ª edizione del festival dedicato al meglio della recente cinematografia regionale sarà a Torino al Cinema Massimo MNC dal 10 al 14 marzo 2022.

http://www.piemontemovie.com/site/

7. ORME – INCONTRI OLTRE IL FEMMINILE A CUPRAMONTANA (AN)

Cupra Marittima

 

Dal 13 marzo al 4 giugno, la kermesse sui temi del femminile, del genere e del linguaggio ospiterà autrici, artiste, pensatrici e attiviste importanti nel panorama nazionale: Flash mob, presentazioni di libri e riviste fresche di stampa, ma anche una mostra di artiste marchigiane, una speciale degustazione di vini e un workshop di illustrazione per ragazzi. Cupramontana si prepara ad accogliere gli appuntamenti della rassegna ORME – incontri oltre il femminile. “Cupramontana è una piccola comunità dove il tessuto sociale e civile è vivo, attivo e molto solidale”, spiega Maddalena Mennechella, assessore alla Cultura del Comune di Cupramontana. “La scuola, la rete associativa, i giovani e la comunità nel suo insieme non si è mai fermata qui, ha sempre cercato di offrire momenti di approfondimento sui temi del mondo che ci circonda, uno sguardo locale per parlare del globale. E ORME va esattamente in questa direzione”.

8. ECHI LONTANI – IL FESTIVAL DI MUSICA ANTICA CON STRUMENTI D’EPOCA A CAGLIARI

Sfera photo Laura Dümpelmann

Edizione numero XXVIII per Echi lontani, il festival che propone tutto il fascino della musica antica suonata con strumenti d’epoca in alcuni dei luoghi tra i più suggestivi di Cagliari. Dal 20 marzo, e sino al 10 luglio, sono in programma 16 appuntamenti (tutti alle 20,30) capaci di riportare il pubblico indietro ad atmosfere lontane, abbracciando il patrimonio musicale che dal Medioevo arriva sino al periodo classico, e proponendo anche danze, costumi e gestualità d’epoca. Fondato nel 1995 dall’indimenticato Ferruccio Garau, e diretto dal violinista genovese da anni trapiantato in Austria Dario Luisi, Echi lontani quest’anno proporrà un programma che si snoderà tra l’elegante Palazzo Siotto, la Chiesa di stile gotico- catalana di Santa Maria del Monte, il Palazzo Regio e la Chiesa monumentale di Sant’Agostino.

www.echilontani.org

9. FIDENZA VILLAGE STREETART FESTIVAL – IL FESTIVAL PHYGITAL DI STREET ART

Portrait Lucamaleonte a Fidenza Village

Torna Fidenza Village StreetArt Festival, il primo festival phygital di street art in Italia: un collettivo di artisti realizzerà opere fisiche e opere digitali NFT. I proventi della vendita saranno devoluti alla Onlus Make-A-Wish® Italia, un’associazione benefica che ha l’obiettivo di realizzare i desideri dei bambini affetti da gravi patologie. Con la direzione artistica di Lucamaleonte, uno dei più affermati nomi della scena street art italiana, il Festival che durerà fino al prossimo giugno, accoglierà le opere realizzate da tredici street-artist italiani ed internazionali, molte delle quali saranno visibili durante le live painting performance. “Il progetto rappresenta un’evoluzione del connubio tra Fidenza Village e la street art”, afferma Edoardo Vittucci, Business Director di Fidenza Village, “iniziato lo scorso anno. Il Villaggio ancora una volta punta a creare esperienze uniche dedicate ai suoi ospiti, supportando il talento e la creatività, grazie allo StreetArt Festival. Il progetto permette di superare i propri confini fisici e guardare al cambiamento in atto, alle nuove realtà virtuali nascenti, cercando di conquistare un pubblico nuovo, inclusi i collezionisti, gli appassionati di high-tech, i curiosi e i giovanissimi”.

https://www.tbvsc.com/fidenza-village/it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).