Non solo Milano: nel 2022 MuseoCity si apre anche a Brescia e Bergamo. Ecco gli eventi

Si terrà dal 4 al 6 marzo 2022 la sesta edizione di Milano MuseoCity, manifestazione che apre le porte delle istituzioni museali delle città con visite guidate ed eventi speciali. Con una novità: prenderanno parte all’iniziativa anche le Capitali della Cultura 2023 Brescia e Bergamo.

Galleria Campari Mario Botta Headquarters Campari Group 2009 Foto: Enrico Cano
Galleria Campari Mario Botta Headquarters Campari Group 2009 Foto: Enrico Cano

Torna in presenza, dopo due edizioni tenutesi online a causa della pandemia, Milano MuseoCity, manifestazione giunta alla sua sesta edizione e organizzata dal Comune di Milano|Cultura in collaborazione con l’Associazione MuseoCity che per un fine settimana, quest’anno dal 4 al 6 marzo, vedrà oltre 90 istituzioni museali (tra musei d’arte, di storia, scientifici, case museo, archivi d’artista, archivi e musei d’impresa) aprire le proprie porte al pubblico, con una novità: per l’edizione 2022, a partecipare a MuseoCity saranno anche le istituzioni di Brescia e Bergamo – insieme Capitali Italiane della Cultura 2023 – per una manifestazione diffusa sul territorio.

Fondazione Arnaldo Pomodoro Arnaldo Pomodoro , Grande omaggio alla civilt à tecnologica 1960 - 1964 Foto Ugo Mulas © Eredi Ugo Mulas. Tutti i diritti riservati. Courtesy Fondazione Arnaldo Pomodoro
Fondazione Arnaldo Pomodoro, Arnaldo Pomodoro, Grande omaggio alla civiltà tecnologica 1960-1964, Foto Ugo Mulas, © Eredi Ugo Mulas. Tutti i diritti riservati. Courtesy Fondazione Arnaldo Pomodoro

MUSEOCITY 2022. IL TEMA E I MUSEI PROTAGONISTI

Visite guidate, laboratori per bambini, conferenze, incontri, aperture straordinarie e iniziative speciali sono la tipologia di eventi in programma per MuseoCity che, quest’anno, si svilupperà attorno al tema le Stanze d’arte, “focalizzato sugli edifici che ospitano i musei (pubblici e privati), raccontati dai loro curatori e direttori”, spiegano gli organizzatori. Molte le realtà milanesi che parteciperanno per la prima volta, tra cui l’Archivio Emilio Scanavino, ospitato in una palazzina di inizio ’900, una volta sede di un laboratorio professionale fotocolore; l’Archivio Negroni, che propone un corso introduttivo al bassorilievo con esercizio pratico; l’Associazione Culturale Mosè Bianchi, Pompeo Mariani, Elisabetta Keller con l’apertura dell’ex Atelier di Keller, oggi sede degli archivi dei tre artisti; la Fondazione Francesco Somaini Scultore, in cui verranno proposte una mostra, una conferenza e un’attività digitale; la Fondazione Luciana Matalon e l’Officina Rancilio 1926, progetto dedicato agli oggetti di design custoditi nei musei cittadini di Parabiago.

Museo di Santa Giulia Oratorio di Santa Maria in Solario Il nuovo allestimento di luce/Nuovi scenari luminosi 2021 Oratorio romanico del XII secolo Courtesy archivio fotografico Musei di Brescia
Museo di Santa Giulia Oratorio di Santa Maria in Solario, Il nuovo allestimento di luce/Nuovi scenari luminosi 2021, Oratorio romanico del XII secolo Courtesy archivio fotografico Musei di Brescia

BRESCIA E BERGAMO PER LA PRIMA VOLTA A MUSEOCITY

Tra le istituzioni bresciane partecipano a MuseoCity le quattro sedi gestite da Fondazione Brescia Musei, ovvero il Museo di Santa Giulia Brixia, il Parco archeologico di Brescia Romana, la Pinacoteca Tosio Martinengo e il Museo delle Armi “Luigi Marzoli”, il Museo Diocesano e la Casa Museo di Palazzo Tosio. A Bergamo invece partecipano l’Accademia Carrara, il Museo Civico di Scienze Naturali “E. Caffi”, il Museo delle storie di Bergamo, il Palazzo della Ragione, il Palazzo e Giardini Moroni.

MUSEOCITY 2022. GLI EVENTI IN PROGRAMMA

Museo Segreto è l’itinerario in programma dal 4 al marzo a cura di Federica Giacobello con la supervisione di Gemma Sena Chiesa dedicato alle Stanze dell’Arte: protagonisti del percorso saranno, come spiegano gli organizzatori, “sedi, palazzi storici o di nuova creazione, che ospitano le diverse istituzioni partecipanti”; “ci si focalizzerà anche sulle sale espositive, si scopriranno particolari architettonici e decorativi inediti, e allestimenti storici o contemporanei. Si racconterà anche di altre ‘stanze’, perlopiù semplici laboratori, dove l’opera d’arte è stata creata. Una mostra diffusa, quindi, tra realtà e metafora”. A Palazzo Reale, il 5 marzo si svolgerà un convegno a cura di Anna Detheridge dal titolo Il Museo Sottopelle: la differenza insegna, che verterà attorno al tema dell’innovazione nei musei del post-Covid, con un dibattito che proporrà “best practice e spunti di riflessioni sul tema della differenza, dell’accessibilità e dell’inclusività”. Tra le iniziativa in programma, è anche l’apertura straordinaria della Sala delle Capriate di Palazzo della Ragione a Bergamo e della Casa Museo di Palazzo Tosio a Brescia; la visita guidata del MUMAC – Museo della Macchina per il Caffè di Gruppo Cimbali; il laboratorio proposto dal Museo Popolo e Culture PIME, in cui il visitatore potrà realizzare una “camera delle meraviglie”; il gioco online di Fondazione Pirelli; la visita guidata alla scoperta della Storia del Monastero di San Vittore del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci; la serata-tributo a Pasolini proposta da Le Cannibale al PAC.

– Desirée Maida

Milano – Brescia – Bergamo // dal 4 al 6 marzo 2022
MuseoCity
Sedi varie
https://www.museocity.it/

Eventi d'arte in corso a Milano

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.