Apre a Chiaravalle Casa Montessori. Il museo dedicato alla grande Maria Montessori

Sarà inaugurata l’11 dicembre 2021, nella sua casa natale a Chiaravalle (in provincia di Ancona), Casa Montessori. Si tratta del museo dedicato alla vita e all’opera di Maria Montessori, medico e scienziata nota in tutto il mondo per il metodo educativo che porta il suo nome. Ecco come sarà

Maria Montessori, 1951 - Londra BBC
Maria Montessori, 1951 - Londra BBC

Sorgerà negli spazi della dimora che le ha dato i natali Casa Montessori Chiaravalle, nuovo museo che apre al pubblico l’11 dicembre 2021 dedicato a Maria Montessori, tra le prime donne a laurearsi in Medicina in Italia, scienziata e pedagogista nota a livello internazionale per il metodo educativo da lei studiato e sviluppato. Maria Montessori fu anche impegnata in ambito sociale, sostenendo l’emancipazione femminile, la parità salariale e dei diritti e il suffragio universale. Una figura che ha ispirato e ispira intere generazioni di donne e uomini e che adesso, grazie al progetto di musealizzazione della sua casa natale a Chiaravalle (in provincia di Ancona), potrà essere ulteriormente studiata da giovani, professionisti del settore e non solo.

MARIA MONTESSORI: LA FORMAZIONE, IL METODO, IL MUSEO A CHIARAVALLE

Nata a Chiaravalle nel 1870, Maria Montessori nel 1896 si laurea in Medicina a Roma dove, nel 1907, apre nel quartiere di San Lorenzo la prima Casa dei bambini che oggi è ancora in funzione. Qui mette in pratica per la prima volta il modello educativo che la renderà celebre in tutto il mondo, basato sul rispetto per lo sviluppo fisico e delle attitudini dei bambini. La sua intensa storia di vita e di pensiero è al centro del nuovo museo – il cui progetto è a cura di Cristiana Colli, mentre il restauro e l’allestimento sono a cura di PLA/STUDIO (Emanuele Marcotullio, Giacomo Barchiesi, Andrea Antognozzi, Mattia Rebichini) e l’identità visiva è concepita e realizzata da CH RO MO (Chris Rocchegiani e Roberto Montani) –, un appartamento di 130 metri quadrati in cui ogni stanza è concepita come una sezione del percorso espositivo: la Stanza della Mappa (dedicata alla biografia di Maria Montessori), la Stanza del Metodo (in cui vengono spiegati attraverso oggetti e materiali storia e concetti del “Metodo Montessori”); la Stanza 3.0 (storage multimediale e lab di fruizione e produzione culturale), la Stanza di Lettura (con pubblicazioni, prime edizioni e testi di Maria Montessori) e la Stanza Verde (“una stanza aperta, essenziale, segnata solo dal perimetro verde, dal cielo e dalle vasche con i tulipani di Maria Montessori”).

CASA MONTESSORI CHIARAVALLE SPIEGATA DALLA CURATRICE CRISTIANA COLLI

“Casa di connessioni e orizzonti di straordinaria modernità rispetto alle interrogazioni legate ai diritti, all’emancipazione, alla coabitazione tra le culture, alla centralità della scienza come valore di progresso”, spiega Cristiana Colli, curatrice del progetto di riqualificazione e dell’impianto culturale della Casa. “È un piccolo luogo di interazioni continue, un ipertesto con visioni linguaggi e poetiche che si incrociano, trattenuto da mura perimetrali di identità definita – da un lato la vita appoggiata su una mappa scalabile e incrementale con la dimensione privata e anche planetaria delle influenze e relazioni; dall’altra il suo pensiero nelle ‘astrazioni materializzate’ con l’installazione degli oggetti del Metodo come dispositivo dell’educazione. È una Casa aperta e in divenire, una casa in cammino fatta di respiro etico, empatia e ragionamento, il miglior modo, credo, di onorare Maria Montessori”.

L’INAUGURAZIONE DI CASA MONTESSORI CHIARAVALLE

La giornata di apertura dell’11 dicembre (nelle foto qualche immagine rubata dai nostri corrispondenti in zona durante gli allestimenti) vedrà la presenza di Carolina Montessori (bisnipote di Maria Montessori) al talk inaugurale in programma alle 16:30 presso il Teatro Comunale Valle con l’Amministrazione Comunale, i partner istituzionali e scientifici e i curatori del progetto; alle 18:30 sarà proiettato un videomapping sulla facciata di Casa Montessori Chiaravalle che, a seguire, sarà inaugurata dalle autorità e aperta alle visite guidate e gratuite fruibili fino al 6 gennaio 2022 (prenotandosi sul sito di Casa Montessori.

– Desirée Maida

Chiaravalle (AN) – dall’11 dicembre 2021
Casa Montessori Chiaravalle
Piazza Giuseppe Mazzini 10
www.casamontessorichiaravalle.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.