Grani D’Autore. La mostra itinerante di Barilla sull’illustrazione arriva a Torino per Buonissima

Terza tappa a Palazzo Madama di Torino per la mostra curata da Maria Vittoria Bavarelli che esplora, attraverso le illustrazioni di 11 artisti italiani, la visione e missione della nota azienda produttrice di pasta. Nella cornice della prima edizione di un’originale rassegna gastronomica.

Grani D’Autore. La mostra itinerante di Barilla sull’illustrazione arriva a Torino per Buonissima
Grani D’Autore. La mostra itinerante di Barilla sull’illustrazione arriva a Torino per Buonissima

Raccontare attraverso l’arte una multinazionale della pasta come la Barilla identificandola come azienda familiare molto attenta al territorio e al rispetto delle persone. È l’obiettivo della mostra Grani D’Autore: dalla semina al raccolto del grano duro Barilla, giunta a Torino a Palazzo Madama, dopo la doppia esposizione alla Biblioteca degli Alberi e in Triennale Milano e dopo la versione en plein air ospitata alla Pilotta di Parma nel mese di settembre. 

IL MANIFESTO DEL GRANO DURO BARILLA E L’ARTE 

Il progetto nasce concretamente come forma artistica un anno e mezzo fa ma l’origine del Manifesto del Grano Duro è più complessa perché sono oltre 30 anni che l’azienda lavora per realizzare un prodotto rispettoso dell’ambiente, del territorio e degli accordi di filiera”, ci spiega Diletta Dincao, PR & Digital Marketing Manager di Barilla Italia. “Da questo lungo processo ne è nato un manifesto composto da 10 punti, ognuno dei quali racconta i nostri impegni e valori, illustrati da altrettanti artisti più uno che ha realizzato la locandina”. 

Grani D’Autore. La mostra itinerante di Barilla sull’illustrazione arriva a Torino per Buonissima
Grani D’Autore. La mostra itinerante di Barilla sull’illustrazione arriva a Torino per Buonissima

LA MOSTRA GRANI D’AUTORE A PALAZZO MADAMA A TORINO 

La romana Irene Rinaldi, la palermitana Giulia Conoscenti e la napoletana Andrea Boatta, Celina Elmi da Firenze, Emiliano Ponzi da Ferrara, Cristian Grossi da Parma, Ale Giorgini da Vicenza e Massimiliano di Lauro da Lecce, oltre ad Alessandro Baronciani da Pesaro, il milanese Francesco Poroli e la torinese Elisa Seitzinger (autrice del manifesto del recente Salone del Libro di Torino) sono gli artisti – tra nomi storici e talenti emergenti – che, attraverso i loro linguaggi, hanno raccontato e reinterpretato in illustrazioni la visione del Manifesto del Grano Duro Barilla, ora in mostra – curata dalla giovane Maria Vittoria Baravelli – fino al 1° novembre presso Palazzo Madama, e anche in versione digitale. “La Fondazione Torino Musei è lieta di partecipare alla grande manifestazione gastronomica Buonissima, ospitando la mostra Grani d’Autore: dalla semina al raccolto del grano duro Barilla”, dichiara il Segretario Generale della Fondazione Torino Musei, Elisabetta Rattalino; “una nuova occasione di collaborazione tra Palazzo Madama, importante patrimonio storico-artistico della Città di Torino e una grande azienda, simbolo dell’eccellenza italiana”. 

PRIMA EDIZIONE DI BUONISSIMA: TRA ENOGASTRONOMIA E ARTE 

La mostra si inserisce, infatti, all’interno della manifestazione Buonissima 2021 che per la prima volta a Torino intreccia gastronomia, cultura e creatività con lo scopo di far incontrare il turismo enogastronomico con quello culturale e far conoscere il patrimonio storico artistico della città a operatori del settore e amanti del gourmet. Nata da un’idea dello chef stellato del ristorante Del Cambio di Torino, Matteo Baronetto, e dei giornalisti enogastronomici Stefano Cavallito e Luca Iaccarino che ne firmano la direzione gastronomica, la manifestazione porterà nei prossimi giorni cene gourmet ad alto tasso spettacolare in luoghi della cultura come Museo del Cinema e dell’Automobile, per concludersi domenica 31 ottobre con una giornata Bistrot dedicata allo street food nella suggestiva location del Bunker. 

-Claudia Giraud 

Evento correlato
Nome eventoGrani D’Autore: dalla semina al raccolto del grano duro Barilla
Vernissage28/04/2021 no
Duratadal 28/04/2021 al 01/05/2021
Generedisegno e grafica
Spazio espositivoTRIENNALE - PALAZZO DELL'ARTE
IndirizzoViale Emilio Alemagna 6 - Milano - Lombardia
Evento correlato
Nome eventoGrani D’Autore: dalla semina al raccolto del grano duro Barilla
Vernissage28/10/2021 ore 11 su invito
Duratadal 28/10/2021 al 01/11/2021
AutoriAlessandro Baronciani, Ale Giorgini, Cristian Grossi, Emiliano Ponzi, Irene Rinaldi , Francesco Poroli, Elisa Seitzinger, Giulia Conoscenti, Andrea Boatta, Celina Elmi, Massimiliano di Lauro
CuratoreMaria Vittoria Baravelli
Generedisegno e grafica
Spazio espositivoMUSEO CIVICO D'ARTE ANTICA - PALAZZO MADAMA
IndirizzoPiazza Castello - Torino - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).