Otto compleanni e un funerale. Le ricorrenze culturali di aprile

Volete festeggiare il genio di Olivetti, Leonardo o Botero? Beh, questo è il mese giusto

Pittori surrealisti e rinascimentali, imprenditori e attori: il mese di aprile ci regala nove ricorrenze, prezioso momento per celebrare l’ingegno umano e le sue conquiste. Ecco nove talenti che hanno cambiato la storia attraverso il cinema, il design, l’architettura e lo studio della pittura lungo un periodo di sette secoli.

– Giulia Giaume

1. 11 APRILE 1901: NASCE ADRIANO OLIVETTI

Adriano Olivetti, 1957

Ingegnere chimico, Adriano Olivetti è uno dei padri dell’informatica a livello mondiale, e si è reso protagonista di un visionario progetto di fabbrica con integrati servizi per i suoi dipendenti a Ivrea, in Piemonte. Ucciso al culmine del successo della sua società, Olivetti restituì all’Italia il primato mondiale del design e della tecnologia – tutto sperimentando per i suoi operai (e operaie) una relazione più sana tra tempo del lavoro e tempo di vita.

2. 15 APRILE 1452: NASCE LEONARDO DA VINCI

Autoritratto di Leonardo, ~1510 1515, sanguigna, Torino, Biblioteca Reale, inv. no. 15571

Il genio di Vinci si distinse nel Rinascimento come scienziato, inventore e artista: pose le basi per straordinarie innovazioni nella meccanica e nell’aerodinamica, studiò approfonditamente il corpo umano e la medicina e fu un pioniere della prospettiva aerea. Autore della Gioconda, dell’Ultima Cena e della Vergine delle Rocce, ebbe una vita molto movimentata: mise il suo ingegno al servizio degli Sforza, subì numerose accuse per sodomia, diventò vegetariano e contribuì grandemente all’avanzamento della progettazione bellica di fine Quattrocento.

3. 15 APRILE 1446: MUORE FILIPPO BRUNELLESCHI

Filippo Brunelleschi

Considerato il primo ingegnere e progettista dell’età moderna, Filippo di ser Brunellesco Lapi fu uno degli iniziatori del Rinascimento italiano, a cui si deve l’invenzione della prospettiva poi utilizzata dai colleghi. Rimodellò la città di Firenze come architetto, a partire dalla cupola della cattedrale di Santa Maria del Fiore, contribuendo a riformare la professione in ottica matematica e storica.

4. 16 APRILE 1889: NASCE CHARLIE CHAPLIN

Charlie Chaplin

Personalità di spicco del cinema muto di inizio Novecento, Sir Charles Chaplin fu regista, produttore, attore, sceneggiatore e compositore: influenzò fortemente il cinema del XX secolo soprattutto come regista (diresse una novantina di film) e come attore. Star del grande schermo, le sue idee progressiste gli valsero una visione disincantata sul secolo – ricordate Il grande dittatore? Nonostante il suo trasformismo di cui ha dato prova in mezzo secolo di carriera (con tanto di Oscar ad honorem e retroattivi), il personaggio più amato da lui interpretato rimane Charlot, il vagabondo con bombetta e bastone.

5. 19 APRILE 1932: NASCE FERNANDO BOTERO

Fernando Botero

Fernando Botero, celebre pittore e scultore colombiano, è forse famoso per i suoi personaggi grassi, ma è molto più di questo. Molto vicino all’espressionismo astratto degli anni Cinquanta, Botero dilatò le forme dei propri soggetti fin quasi all’assurdo nel corso della propria carriera artistica (tuttora in corso), esponendo le loro forme pure all’occhio dello spettatore con pochissime distrazioni cromatiche. Ha trattato più volte temi sacri di matrice cattolica e dedicato molto spazio alle tematiche del tempo e della percezione soggettiva.

6. 20 APRILE 1893: NASCE JOAN MIRÒ

Joan Mirò

Pittore surrealista tra i più famosi al mondo, il barcellonese Mirò fu non solo artista visuale ma anche ceramista e scultore. Si avvicinò a Picasso e al dadaismo parigino, contaminando le tecniche e tematiche del gruppo francese con la poetica surrealista. Negli ultimi anni di vita, si dedicò a idee sempre più radicali, applicandosi a una “scultura gassosa” e alla pittura quadridimensionale.

7. 23 APRILE 1775: NASCE WILLIAM TURNER

Self Portrait c.1799 by Joseph Mallord William Turner 1775 1851

Famosissimo pittore romantico, l’inglese William Turner elevò la pittura dei paesaggi ad arte di primo livello: dipinse con pitture ad olio e con l’acquerello, rivoluzionando tecniche e cimentando topoi che sarebbero diventati classici per l’arte pittorica occidentale. Denominato “pittore della luce” per lo straordinario talento con cui rappresentava raggi solari e illuminazione (si guardi per esempio Pescatori in mare o Eruzione del Vesuvio), studiò le teorie di Goethe sulla natura della luce e del colore. Figura molto attiva a livello accademico e personale, il suo stile pose le basi per il successivo impressionismo.

8. 26 APRILE 1798: NASCE EUGÈNE DELACROIX

Eugène Delacroix

Di romantico in romantico, non poteva mancare Ferdinand Victor Eugène Delacroix, il principale esponente del romanticismo francese: nato in una famiglia dell’alta borghesia parigina, Delacroix si avvicinò alle tematiche libertarie poi ricomparse ne La libertà che guida il popolo osservando la tragedia della guerra greco-ottomana. Vicino a Stendhal, Hugo e Dumas, Delacroix affrontò molte tematiche comuni al bacino artistico-letterario del romanticismo francese: l’orientalismo e i viaggi, la politica, la mitologia e – in ogni sua sfumatura – l’emozione profondamente umana e inquietante che serpeggiava al secolo.

9. 28 APRILE 1929: NASCE YVES KLEIN

Yves Klein

Famoso per il suo blu perfetto, l’artista francese Yves Klein si cimentò durante la seconda metà del Novecento sia nei celebri dipinti monocromi sia in manifestazioni di arte performativa e metafisica, come nel caso delle sue vendite del Vuoto. Anche noto per le sue abilità nella fotografia, Klein viene da molti considerato il precursore della body art con i suoi “nudi in movimento” degli anni Sessanta.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Giaume
Appassionata di cultura in ogni sua forma, è divoratrice di libri, spettacoli teatrali, mostre di arte figurativa e contemporanea. Avvicinatasi al giornalismo culturale con un corso sulla critica teatrale e cinematografica del maestro Daniel Rosenthal, cerca con ogni mezzo di replicare per iscritto la meraviglia che suscita in lei ogni manifestazione del genio umano. Laureata in Lettere, sta scrivendo la tesi di Scienze Storiche sulle aggregazioni sociali nate con le nuove forme abitative del secondo dopoguerra milanese, mentre conclude il master di giornalismo alla scuola Walter Tobagi. Scrive recensioni per Satisfiction e coltiva il suo senso del bello sul blog personale Cinquesensi.