Arte e natura alla Fondazione Zani di Brescia

Vera e propria casa museo, la Fondazione Paolo e Carolina Zani schiude al pubblico le sue porte. Rendendo omaggio alla raccolta d’arte dell’imprenditore Paolo in una cornice nella quale la natura gioca un ruolo importante

Fondazione Zani (BS), photo Claudia Zanfi
Fondazione Zani (BS), photo Claudia Zanfi

Un rigoglioso giardino di oltre 2000 metri quadrati circonda un elegante edificio moderno. Sculture di varie epoche, vasche e fontane si alternano alla vegetazione tipica della pianura lombarda, in dialogo con specie provenienti da Paesi lontani come i cedri del Libano, la sophora del Giappone, il ginepro cinese, la selezione di agavi e la scenografica serie di macro bonsai. È questo lo ‘scrigno’ al cui interno sono raccolte importanti opere d’arte e arredi preziosi. A pochi chilometri da Brescia, ha da poco inaugurato la nuova Fondazione Paolo e Carolina Zani per l’arte e la cultura.

LA COLLEZIONE ZANI

Una casa museo che presenta per la prima volta al pubblico la propria collezione di circa 800 opere, tra cui dipinti di Canaletto, Tiepolo, Guardi, Longhi, Boucher, sculture del genovese Filippo Parodi e dei romani Della Porta. Paesaggi, motivi floreali e nature morte sono i soggetti prediletti. All’interno delle varie stanze il percorso espositivo è impreziosito da arredi settecenteschi, principalmente francesi e veneziani, da pietre e marmi. Straordinari oggetti d’arte applicata, lacche giapponesi, porcellane cinesi, coralli trapanesi testimoniano il gusto per il bello. La trasformazione dell’architettura domestica in istituzione museale è realizzata attraverso l’allestimento di suggestivi scenari luminosi. Questi valorizzano in modo teatrale i singoli ambienti e le opere d’arte, proposte come venivano fruite dai medesimi proprietari senza utilizzo di vetrine o teche.

Fondazione Zani (BS), photo Claudia Zanfi
Fondazione Zani (BS), photo Claudia Zanfi

ARTE E NATURA

Questa straordinaria collezione fa parte dell’intensa attività di ricerca compiuta dall’imprenditore bresciano Paolo Zani, in oltre trent’anni di collezionismo. Per sua espressa volontà l’insieme delle opere, la casa museo e il giardino dovevano avere una fruizione pubblica. Il progetto di apertura al pubblico è stato quindi sostenuto dagli eredi. La Fondazione Zani offre oggi percorsi guidati per giovani e adulti, laboratori per famiglie, pubblicazioni, eventi dedicati all’arte e alla cultura. Parte integrante della visita sono gli spazi aperti del giardino e dei loggiati, i vialetti che conducono al suggestivo ninfeo con giochi d’acqua e la singolare collezione di ninfee e piante acquatiche.

Claudia Zanfi

https://www.fondazionezani.com/

Dati correlati
Spazio espositivoCASA MUSEO FONDAZIONE PAOLO E CAROLINA ZANI
Indirizzo8Via Fantasina, 8 - 25060 - Cellatica - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Zanfi
Claudia Zanfi, storica dell’arte e promotrice culturale, si interessa di micro-geografie e culture emergenti. Dirige l’associazione culturale aMAZElab, che ha fondato nel 2000, e MAST – Museo d’Arte Sociale e Territoriale. Collabora con istituzioni nazionali e internazionali e con riviste d’arte su progetti dedicati ad arte, società, paesaggi. Ha firmato testi all’interno di pubblicazioni collettive e monografiche. Dirige il programma internazionale Green Island per la valorizzazione dello spazio pubblico e delle nuove ecologie urbane. Promuove inoltre progetti culturali ed editoriali, prestando particolare attenzione a temi di interesse sociale e geopolitico. Tra gli altri: A Ticket to Bagdad; Transcrossing Memories (Nicosia); Re-Thinking Beirut; Atlante Mediterraneo; Arcipelago Balkani e Going Public, progetto su società e territorio. Tiene conferenze a livello internazionale e lezioni alla Middlesex University di Londra.