25 Aprile tra festival e musei: ecco 6 itinerari culturali in Italia per i giorni del ponte

Dal festival di videoarte internazionale nel rinato capoluogo romagnolo, Forlì, alla grande mostra su Massimo Troisi a 25 anni dalla scomparsa. Tra proposte outdoor e indoor, ecco 6 percorsi selezionati per voi

Massimo Troisi, ph. Pino Settanni, Archivio Luce
Massimo Troisi, ph. Pino Settanni, Archivio Luce

Per il ponte del 25 Aprile, l’Italia dell’arte ha in serbo un ricco programma di iniziative: tra proposte outdoor legate a un profluvio di festival di ogni genere, come quello tutto nuovo dedicato interamente ad arte contemporanea e nuove tecnologie del territorio pugliese, fino all’omaggio del decennale della morte di Fernanda Pivano; e indoor, come le undici grandi mostre di altrettanti maestri dell’arte (da Tiziano a Henri Rosseau, passando per Francis Bacon) che inaugureranno proprio il giorno della Festa della Liberazione. Ecco una selezione di eventi da non perdere…

Claudia Giraud

1. IL PRIMO FESTIVAL DI ARTE CONTEMPORANEA E NUOVE TECNOLOGIE DEL TERRITORIO PUGLIESE

Apulia Center for Art and Technology

Nasce, in questo inizio di primavera a Ruvo di Puglia, Linea Festival, il primo festival dedicato interamente ad arte contemporanea e nuove tecnologie del territorio pugliese. La rassegna, che si terrà dal 25 al 27 aprile nel prezioso contesto della Pinacoteca Comunale d’Arte Contemporanea “Domenico Cantatore”, è una produzione inedita di Apulia Center for Art and Technology, con il partenariato della Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a Mare tra gli altri, e ospiterà una mostra temporanea, talk, performance, concerti.

Linea Festival
25-26-27 aprile
Pinacoteca Comunale di Arte Contemporanea “Domenico Cantatore”, Via Madonna delle Grazie 2, 70037 Ruvo di Puglia

2. PREMIO FERNANDA PIVANO – FESTIVAL DELLA DISOBBEDIENZA A SANTA MARGHERITA LIGURE

Fernanda Pivano credit Mauro Raffini

Santa Margherita Ligure accoglie la nuova edizione del Premio Fernanda Pivano – Festival della Disobbedienza: tre giorni di letture, musica, talk, performance artistiche e iniziative in luoghi inconsueti della città accompagneranno la consegna del Premio, che si terrà domenica 28 aprile 2019. In omaggio allo spirito di Fernanda Pivano, a celebrare il decennale dalla sua morte l’omonimo premio alla cultura, arte e letteratura torna alle sue radici, e riprende casa nella cittadina ligure tanto cara alla scrittrice, con una edizione rinnovata, all’interno della prima edizione del “Festival della Disobbedienza”, che celebra, appunto, il “talento disobbediente”, il pensiero laterale e la creatività fuori dagli schemi. Vengono coinvolti quindi musicisti, scrittori e artisti di diverse discipline accomunati dalla creatività fuori dagli schemi, disobbedienti appunto. Tra questi: Vinicio Capossela, Luca Barcellona, Emiliano Pepe, Dargen D’amico, Emilio Isgrò, Simone Savogin, Diego Passoni, Teresa Ciabatti, Piero Dorfles, Paolo Pellegrin.

Premio Fernanda Pivano – Festival della Disobbedienza
Dal 26 al 28 aprile
Sedi varie Santa Margherita Ligure

www.festivaldelladisobbedienza.it

3. FESTIVAL DI NOVA EROICA A BUONCONVENTO

Buonconvento

Uno dei comuni più belli di Italia – il borgo medievale di Buonconvento, in provincia di Siena – ospita il format ciclistico targato “Eroica” e diventa palcoscenico per una tre giorni dedicata alle eccellenze del territorio dove sport, musica, arte ed enogastronomia saranno gli ingredienti di un’esperienza tutta da vivere. Nei giorni della “Nova Eroica” Buonconvento apre le porte dei suoi tesori: sarà possibile visitare il Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia, allestito all’interno del meraviglioso palazzo liberty Ricci Soccini e al Museo della Mezzadria Senese, ospitato nei suggestivi spazi seicenteschi di un antico granaio padronale, che raccontano la storia di questo angolo di Toscana.

Festival di Nova Eroica
Dal 26 al 28 aprile
Sedi varie Buonconvento (Siena)
www.novaeroica.it

4. IBRIDA FESTIVAL: VIDEOARTE INTERNAZIONALE A FORLÌ

Francesca Fini Skinned

La IV edizione di Ibrida – Festival delle Arti Intermediali proporrà una ricca selezione internazionale di videoarte, musica, installazioni e performance live presso la Fabbrica delle Candele di Forlì, città che negli ultimi anni ha visto fiorire numerose iniziative afferenti al mondo delle arti contemporanee. Uno dei principi base di Ibrida è affiancare i lavori di artisti affermati a quelli di nuovi talenti. Giunti alla quarta edizione, la Direzione Artistica del Festival ha però deciso di creare anche uno spazio dedicato a un grande nome della scena contemporanea. Per il 2019 la scelta è ricaduta su Melanie Smith, artista inglese che lavora a livello internazionale sia nell’ambito del video che in quello delle istallazioni. Verrà proposta la sua Parres Trilogy, già presentata al MoMA di New York, alla Tate di Londra e al Museo di Arte Contemporanea di Barcellona. Nella sala spettacolo si alterneranno performance live e concerti di musica elettronica. In arrivo il danzatore e coreografo Jacopo Jenna, Francesca Fini, Basmati Film, Luca Maria Baldini con la sonorizzazione contemporanea de L’uomo meccanico di André Deed, film muto del 1921 e OKAPI, con un tributo al genio di Bruno Munari.

Ibrida Festival
dal 26 al 28 aprile
Fabbrica delle Candele, Piazzetta Conserva Corbizzi 9
Libreria d’arte contemporanea Marmo, Corso Garibaldi 152
www.ibridafestival.it

5. DIALOGHI A SUTRI: AL VIA LA STAGIONE DI 11 GRANDI MOSTRE A PALAZZO DOEBBING

Dialoghi a Sutri

Prende il via la nuova stagione espositiva del museo di Palazzo Doebbing con la grande apertura delle mostre, “Dialoghi a Sutri”, e del Museo di Arte antica e di Arte sacra di Sutri, che ospiterà capolavori della Tuscia, provenienti dagli edifici della Diocesi di Civita Castellana, e i tesori dell’antica Sutri, con l’Efebo, a testimonianza della millenaria identità sutrina, capace, oggi, di ergersi a capitale italiana dell’arte. Sutri, in provincia di Viterbo, giunta al centro delle cronache nazionali grazie alla visione di un nuovo Rinascimento del Sindaco Vittorio Sgarbi, torna a brillare con le opere di 11 grandi maestri dell’arte: Tiziano, Scipione Pulzone, Henri Rousseau, Antonio Ligabue, Fausto Pirandello, Ottone Rosai, Francis Bacon, Renato Guttuso, Ernesto Lamagna, Luca Crocicchi e Carlos Solito.

“Dialoghi a Sutri” prevede 11 mostre:

  1. Tiziano, “Estasi di San Francesco”
  2. Scipione Pulzone, “L’Immacolata”
  3. Henri Rousseau, “La charmeuse de serpents”
  4. Antonio Ligabue, “Dipinti”
  5. Fausto Pirandello, “Autoritratti”
  6. Ottone Rosai, “Ritratti”
  7. Francis Bacon, “Disegni e pastelli”
  8. Renato Guttuso, “Opere della collezione Lino Mezzacane”
  9. Ernesto Lamagna, “Angelo nero”
  10. Luca Crocicchi, “Passaggio a Sutri”
  11. Carlos Solito, “A chent’annos”

Dal 25 aprile 2019 al 12 gennaio 2020
Palazzo Doebbing, Piazza Del Duomo

6. TROISI POETA MASSIMO AL TEATRO DEI DIOSCURI AL QUIRINALE DI ROMA

Che ora è, Archivio Appetito

Istituto Luce – Cinecittà regala al pubblico un omaggio a quello che dal pubblico è stato un personaggio – e una persona – di cinema e spettacolo tra i più amati degli ultimi quarant’anni: Massimo Troisi. Troisi poeta Massimo – questo il titolo della mostra fotografica e multimediale a ingresso gratuito al Teatro dei Dioscuri al Quirinale di Roma – arriva a 25 anni dalla scomparsa dell’attore. Un anniversario che registra la mancanza, all’arte e al pubblico, di un artista popolare nel senso più vero e nobile. A celebrarlo è un percorso tra fotografie private, immagini d’archivio, locandine, audiovisivi, installazioni audio-video, e carteggi personali inediti che condurranno il pubblico nell’animo umano di Massimo. Un Pulcinella senza maschera, come è stato definito, naturale erede di Eduardo e capace di attualizzare la tradizione partenopea, sfuggendone dai cliché.

Troisi Poeta Massimo
Fino al 30 giugno 2019
Roma – Teatro dei Dioscuri al Quirinale, via Piacenza, 1

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).

LEAVE A REPLY