L’installazione “in background” di Patrick Tuttofuoco per la nuova sede Cisom

È stata inaugurata ufficialmente a Milano la nuova sede del Gruppo lombardo del Corpo Italiano di Soccorso Ordine di Malta. Con una installazione di Patrick Tuttofuoco. Le immagini

ASSITENZA SENZA DIMORA UDS
ASSITENZA SENZA DIMORA UDS

Tra le scale che salgono i quattro piani ben allestiti e funzionali dell’edificio di via Passo Pordoi 3, sede della Cisom, si colloca l’installazione di Patrick Tuttofuoco, l’artista-architetto che da sempre riflette sulla relazione dell’uomo con la dimensione urbana. È un’opera luminosa, fatta di tubi di luce colorata e uno sfondo specchiante che al meglio rappresenta l’attività di organizzazione e aiuto ai bisognosi che si svolge nell’edificio. Watchmen, “Sentinelle”, questo il titolo del lavoro di Tuttofuoco, due mani intrecciate, una che prende l’altra, a significare una solidarietà spirituale ma soprattutto fisica. “In una società che si occupa principalmente di comunicare concetti astratti [..] il nostro stato di coscienza è spinto inesorabilmente verso una dimensione virtuale. In questo modo la capacità di usare le mani per intervenire fisicamente sulla realtà diventa quanto mai urgente“, afferma Tuttofuoco. “Quest’opera è un riferimento al nobile e costante lavoro umano di protezione e aiuto ai bisognosi.”

COSA FA CISOM

E in effetti il Cisom opera, in coordinamento con il Comune di Milano e con le autorità nazionali, per il sostegno, recupero e assistenza della popolazione emarginata, dei senza fissa dimora, lavorando sulla persona, attraverso l’ascolto, il contatto umano e soprattutto le cure mediche che sono caratteristica secolare dell’Ordine dei Cavalieri Ospitalieri. A Milano sono circa 220 i volontari che adesso potranno usufruire dell’attrezzata sede di via Passo Pordoi, necessaria sia allo stoccaggio del materiale e al ricovero dei mezzi, tra i quali il nuovo ambulatorio mobile medico, sia al coordinamento anche su base nazionale per gestire le emergenze in tempo record e in modo capillare sul territorio, come è stato ad esempio per il terremoto di Amatrice o per Genova, solo per citare gli esempi più recenti.

ARTE E SOLIDARIETÀTestimonianza del lavoro del CISOM, che opera in modo efficace e sostanziale grazie all’aiuto di una milizia di volontari e sostenitori ma senza troppa pubblicità, il lavoro di Patrick Tuttofuoco ha voluto inserirsi nell’ambiente della sede, ma “in background” come ci ha raccontato l’artista, collocandosi nel corso delle scale che portano agli uffici e alle sale di formazione. E infine scegliendo i colori più umani possibili, il bianco e il rosa, a riferimento della croce dell’Ordine e dell’essere umano. Ecco le immagini.

Charlotte Garlaschelli

Corpo Italiano di Soccorso Ordine di Malta – CISOM – Gruppo Milano
Via Passo Pordoi, 3
201239 Milano

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.