Tutto il corpo in dieci gadget

Croce e delizia di ogni religione, filosofia e politica, il corpo – o almeno certe sue parti e funzionamenti – gode spesso di cattiva pubblicità. Ma quello siamo, e allora bisogna farci i conti. Come sempre in questa rubrica, con una decina di gadget.

1. ANELLI FLOREALI

Gahee Kang, Ikebana Ring

L’Ikebana Ring è un anello d’argento che può contenere un piccolo bouquet di fiori selvatici. Per avere ogni giorno un gioiello sempre diverso, fatto di composizioni floreali personalizzate. L’idea è di Gahee Kang, studente della School of the Art Institute of Chicago.

www.areaware.com

2. UNA MASCHERA DA RE

Maschera facciale con oro 24 carati

L’uso dell’oro nei trattamenti di bellezza è una pratica molto antica. Ultimamente è tornata in voga grazie a una serie di prodotti che contengono il prezioso metallo a 24 carati. Per una pelle letteralmente splendente.

www.amazon.com

3. ASCIUGAMANI INTELLIGENTI

Mizu Towel

Un asciugamano che rileva i batteri e cambia colore per segnalarci la necessità di lavarlo. Si chiama Mizu Towel ed è un progetto che viene dal Giappone. La campagna di crowdfunding per finanziarne la realizzazione è andata a segno in sole 24 ore.

www.kickstarter.com

4. UNO SGUARDO ARTISTICO

Francine LeClercq & Ali Soltani, Delft Blue Eyes

Sono solo un prototipo ma potrebbero diventare realtà nel futuro. In occasione di un concorso lanciato dal Rijksmuseum di Amsterdam, Francine LeClercq & Ali Soltani hanno progettato le lenti a contatto Delft Blue Eyes, ispirate alle tipiche ceramiche blu del XVI secolo.

www.rijksmuseum.nl

5. A MISURA D’UOMO

Henry Dreyfuss Associates, Humanscale

Pubblicata per la prima volta dallo studio di design Henry Dreyfuss Associates tra il 1974 e il 1981, Humanscale è una guida di riferimento per la progettazione di oggetti, ambienti e strumenti per l’essere umano. Torna oggi disponibile grazie a una campagna su Kickstarter.

https://humanscalemanual.com/

6. DENTI SPLENDENTI

Uno dei prodotti venduti da Toronto Grillz di Jonathan Rakhsha

I grillz sono un ornamento che si indossa sui denti, reso molto popolare dalle celebrity del mondo dell’hip-hop. Se siete affascinati dal genere, lo store online più interessante è Toronto Grillz, fondato dal canadese Jonathan Rakhsha.

www.torontogrillz.com/

7. UN TAGLIO MEDICO

Le forbici per chi soffre della sindrome del tunnel carpale

Un nuovo tipo di forbici pensate per chi soffre della sindrome del tunnel carpale. O, più in generale, per chi sia costretto a usare questo strumento per molte ore al giorno. La particolare forma permette infatti di distribuire la pressione su diversi punti della mano.

www.yankodesign.com

8. GUSCI METROPOLITANI

Ostrich Pillows

Una serie di cuscini pensata per il riposo in mezzo alla gente. In ufficio e su treni, autobus e aerei. Avvolgenti, morbidi e portatili, gli Ostrich Pillows sono la soluzione definitiva per isolarsi anche tra la folla.

https://ostrichpillow.com/

9. FANCULO MONDO

Fuck You Candle

Volete mandare un messaggio (non troppo) subliminale a qualcuno che non sopportate? Una soluzione è questa Fuck You Candle, candela a forma di mano con gesto sconcio incorporato. Per mandare a quel paese con un pizzico di romanticismo.

www.theapollobox.com

10. COSTUMI PELOSI

Il costume peloso

Una serie di costumi da bagno con stampa pelosa, per un effetto shock da esibire sulla spiaggia. Basta con le cerette integrali, oggi il pelo diventa un elemento fashion, da sfoggiare al posto del tigrato. Provare per credere.

www.belovedshirts.com

Valentina Tanni

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #41

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.