Un Capodanno 2018 con l’arte. Da Nord a Sud i 6 eventi da non perdere

Non solo grandi concerti a Capodanno. Tanti gli eventi diffusi nelle città italiane, oppure concentrati nelle piazze, ma sempre col denominatore comune dell’arte. Ecco una panoramica dei principali appuntamenti che abbiamo selezionato per voi

I Capodanni diffusi a Rimini
I Capodanni diffusi a Rimini

Le più importanti piazze di tutta Italia si preparano al conto alla rovescia, solitamente, con un grande concerto gratuito che accompagna il pubblico verso il nuovo anno. Pescara, ad esempio, non fa eccezione e si conferma una delle città dove festeggiare con musica di qualità, ospitando star come Vinicio Capossela. La sua musica, inoltre, sarà accompagnata dalle Luci d’Artista e da un video mapping show. Altre, hanno deciso di puntare su un connubio insolito come quello che vede esibirsi al Circo Massimo di Roma La Fura dels Baus insieme alla cantante romana Tosca, omaggiando per la prima volta la Capitale con uno spettacolo sensazionale, composto da oltre 120 protagonisti, fra attori, danzatori e figuranti. A Rimini sono protagonisti i Capodanni diffusi nei luoghi storici simbolo della città, tra set fotografici e brindisi tra i mosaici, mentre a Torino un tram è il collante artistico che mette in comunicazione i festeggiamenti nei vari quartieri della città. Infine, Catania chiude la lunga notte con uno spettacolo open air dedicato al suo compositore Vincenzo Bellini. Ecco tutti gli eventi da nord a sud.

– Claudia Giraud

1. MUSICA, VIDEO-PROIEZIONI ITINERANTI E PROGETTI FOTOGRAFICI, IN TRAM A TORINO

Smartram a Torino

È nato solo nel 2015 ma ha già all’attivo otto edizioni. Stiamo parlando di Smartrams, un contenitore non convenzionale di arte e musica ideato dall’Associazione Klug che percorre le arterie principali della viabilità cittadina, riscoprendo i diversi quartieri di Torino. Attraverso un tram allestito con interventi site specific e trasformato in spazio d’incontro, diventa possibile portare esperienze d’innovazione artistica e culturale, co-progettate insieme agli eventi e alle realtà del territorio, fuori dai luoghi tradizionali di produzione e fruizione, per raggiungere nuovi pubblici e aree della città. Così, la nona edizione di Smartrams (STS) chiude il 2017 e inaugura il 2018 con un ballo lungo tutta la notte di San Silvestro, in collaborazione con Città di Torino, Fondazione per la cultura di Torino e GTT – Gruppo Torinese Trasporti. Dalle 21.30 alle 2.00 lo speciale tram collegherà gli eventi musicali del Capodanno di Torino al Pala Alpitour e allo Spazio211 percorrendo la linea del 4 da Piazza Derna a Piazzale Caio Mario. A bordo si festeggerà con i djset di Morciano e Grano e le video-proiezioni itineranti a cura del visual artist e stage designer High Files. Sul tram anche il progetto fotografico In viaggio di Emanuele Basile che, con il suo sguardo indagatore filtrato dall’obiettivo della sua inseparabile macchina fotografica, immortala il viaggio degli altri in giro per il mondo ed espone i suoi scatti nella perfetta cornice mobile di STS.

Ingresso libero a tutte le fermate fino a capienza massima; è consigliata la prenotazione al costo simbolico di €1,50 euro acquistabile su EventBrite http://bit.ly/2DQI3Nr. Ai prenotati sarà garantita la priorità di salita su Smartrams

www.smartrams.it

2. ARTE, CULTURA E MUSICA IN UNA FORTEZZA IN VALLE D’AOSTA

Forte di Bard

Per brindare al nuovo anno il Forte di Bard – una fortezza dal fascino straordinario in uno scenario unico come la Valle d’Aosta – offre per domenica 31 dicembre una proposta in grado di coniugare arte, cultura e intrattenimento. La formula prevede un aperitivo di benvenuto, la visita alle grandi mostre in corso, Da Raffaello a Balla. Capolavori dell’Accademia Nazionale di San Luca e World Press Photo 2017 – con le più straordinarie immagini scattate dai più importanti fotografi del mondo -, il cenone servito nell’esclusivo ristorante La Polveriera e, dopo il brindisi di mezzanotte, il concerto del The Quartetto Euphoria, un quartetto d’archi composto da Marna Fumarola, Suvi Valjus, Hildegard Kuen e Michela Munari, pioniere della musica comico-classica. Un progetto tutto al femminile, nel quale le quattro musiciste si divertono a scardinare gli stereotipi del concerto classico, trasformando e amplificando le dinamiche tipiche di qualsiasi ensemble cameristico.

Capodanno 2018 al Forte di Bard
Forte di Bard, 11020 Bard Valle d’Aosta
Info e prenotazione obbligatoria: T. + 39 0125 833886 – [email protected]
www.fortedibard.it

3. IL CAPODANNO PIÙ LUNGO DEL MONDO È A RIMINI

I Capodanni diffusi a Rimini

Per la notte più lunga dell’anno, le piazze di Rimini ospiteranno mille e una festa (tutte ad ingresso gratuito) con i Capodanni diffusi nei luoghi simbolo della città: Foyer del Teatro Galli, Complesso degli Agostiniani, Domus del Chirurgo, Museo della Città e Ala Moderna. Infine, la nuova Piazza sull’Acqua del Ponte di Tiberio, la new entry del capodanno in centro storico, esordirà con una miscela di suggestioni che combineranno la solennità bimillenaria del ponte e le atmosfere sperimentali della musica elettronica, in un virtuale collegamento tecnologico con l’Ala nuova del Museo. A pochi passi, le stanze dell’ex ospedale della città (ala moderna del Museo della città) ospiteranno originali set fotografici per scatti d’autore propiziatori al nuovo anno, che si alterneranno a dj set d’atmosfera, una sorta di Laboratorio Aperto in collegamento virtuale con il Ponte di Tiberio. Nell’adiacente Museo della città, la musica incontrerà poi l’arte con il concerto e il brindisi di mezzanotte nella Sala del Giudizio fra gli affreschi del trecento riminese. Apertura straordinaria fino a notte anche alla Far in piazza Cavour e alla Domus del chirurgo dove, fra i mosaici delle stanze di Eutyches, risuoneranno le note di autore di Filippo Malatesta, sorretto dai raffinati arrangiamenti del quartetto d’archi Eos.

Centro storico di Rimini
http://www.riminiturismo.it/

4. VINICIO CAPOSSELA, LUCI D’ARTISTA E VIDEO MAPPING SHOW A PESCARA

Vinicio Capossela – Photo Credit Paolo Pisanelli

Pescara torna ad essere fra le piazze più ambite d’Italia per il tradizionale countdown di mezzanotte grazie a un grande concerto gratuito di Vinicio Capossela che chiude un anno ricco di successi. “Per finire il 2017 il concerto di Capo Danno, in the Abruzzi, nella capitale pescosa, a sud della riviera”, scrive il musicista autore dell’album epocale Canzoni della Cupa a proposito del concerto gratuito del 31 dicembre a Pescara. “La regione di Fante, la terra orgogliosa e fiera per abbattere un anno memorabile. Portando tutto a casa, sul palco mariachi, combat folk, ombre, maghi, santi Nicola, tutti insieme nella notte di San Silvestro. Poi il silenzio. E che non se ne parli più. Buone Feste”. Per salutare l’arrivo del 2018 ci saranno anche le Luci d’Artista di Pescara, città che dallo scorso anno è entrata nel circuito delle luminarie d’arte con Salerno e Torino. Ad alimentare attesa e spettacolo anche una nuova edizione di Pescara Mapping, il video mapping show che terrà migliaia di persone con gli sguardi incollati sulla facciata di Palazzo Arlecchino.

a partire dalle ore 22,30 Piazza della Rinascita, Pescara
http://www.comune.pescara.it/internet/index.php?codice=1

5. LA COPPIA INEDITA TOSCA E LA FURA DELS BAUS PER ROMA

La Fura dels Baus

Un inedito connubio si aggiunge ai protagonisti della serata del 31 dicembre al Circo Massimo, dal titolo 201∞ Roma Illumina L’infinito. Per la prima volta La Fura dels Baus ospiterà all’interno del suo racconto un’artista italiana, la cantante romana Tosca, e per la prima volta omaggerà la Capitale con uno spettacolo sensazionale, dedicato e realizzato in stretta collaborazione con la città anche grazie all’intervento dei 90 performer romani (volontari, selezionati dalla stessa compagnia come accade in ogni manifestazione della compagnia catalana): per un totale di oltre 120 protagonisti coinvolti, fra attori, danzatori e figuranti. Uno spettacolo lungo un’ora attraverso un viaggio virtuale tra set aerei, luci fuochi, cavalli meccanici sospesi in cielo, colori e fantasia con sorprese che riguarderanno anche il simbolo dell’evento, l’infinito, in un racconto sulla mitologia del mondo classico con una dedica inedita e speciale alla città di Roma: all’interno della colossale macchina scenica, in una situazione completamente nuova e imprevedibile, sarà protagonista la voce di Tosca che interagirà (da postazioni sorprendenti) con la Fura dels Baus in un mini set di famose canzoni romane popolari e d’autore, omaggio al patrimonio  musicale capitolino e alla città di Roma nella notte più lunga dell’anno. A mezzanotte si assisterà al countdown sul palco, e il brindisi al nuovo anno sarà accompagnato dall’accensione dopo molti anni delle nuove luci del Palatino e dell’area archeologica che si affaccia sul Circo Massimo – a cura di Acea, in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, la Soprintendenza di Stato e la Sovrintendenza Capitolina – seguita immediatamente da uno spettacolo di fuochi d’artificio curati da Telesforo Morsani lunghi 12 minuti. La Festa di Roma – la manifestazione gratuita ideata da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale con il supporto del Dipartimento Attività Culturali, per festeggiare insieme il nuovo anno – proseguirà poi ininterrottamente dalle prime ore della mattina fino alla sera dell’1 gennaio 2018 con performance, tra teatro, musica, cinema, danza, arte circense, installazioni luminose, opere scenografiche, che si estenderanno sull’area pedonale che va da Piazza dell’Emporio a Ponte Garibaldi, coinvolgendo anche la zona tra Circo Massimo e piazza della Bocca della Verità, il Giardino degli Aranci, il Teatro India, il Ponte della Scienza, il Cinema Reale e la Biblioteca Centrale dei ragazzi.

Festa di Roma
Si inizia alle 21, Circo Massimo
www.lafestadiroma.it

6. NOTTE-SPETTACOLO DEDICATA AL COMPOSITORE VINCENZO BELLINI, A CATANIA

Catania. ®studiofesti

Con una rappresentazione allegorica delle opere di Vincenzo Bellini, che trasforma il cuore della città natale del compositore siciliano in un grande “Salone delle Feste”, Catania entra nel novero delle grandi capitali europee.  Intrecci-Figurazioni in musica per Vincenzo Bellini, questo il titolo dell’evento con la regia di Monica Maimone e l’ideazione di Valerio Festi, lo Studio Festi autore della cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Torino 2006: uno spettacolo a cielo aperto attraverso cui la città rivedrà opere ed episodi della vita del Bellini proiettati e danzati sulle facciate dei Palazzi e su palchi allestiti per l’occasione, con le sue macchine volanti, le coreografie verticali, le danze di acrobati e ballerini che volteggeranno a quindici metri d’altezza, sospesi su cavi invisibili.

Intrecci-Figurazioni in musica per Vincenzo Bellini
Piazza dell’Università e piazza Duomo, Catania

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).