Nuovo bando di MiBACT e GAI: residenze per giovani talenti italiani sul territorio nazionale

Il concorso On Board a sostegno della mobilità artistica nazionale e internazionale assegna 6 premi per residenze dedicate ad artisti, designer e curatori di arte contemporanea. Con un budget di 30mila euro

On board - manifesto
On board - manifesto

È un bando tutto nuovo quello che si appresta a lanciare, il prossimo 28 agosto, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per sostenere la mobilità dei nuovi talenti italiani. Il concorso si chiama On Board e, promosso dalla DGAAP – Direzione Generale Arte e Architetture contemporanee e Periferie urbane del MiBACT –  e dal GAI – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani, prevede l’assegnazione di sei premi come supporto ad altrettante Residenze dalla durata minima di tre mesi.

DA MOVIN’UP A ON BOARD

Un bando che ricorda quello di Movin’up – nato per sostenere lo scambio con realtà culturali di tutto il mondo, attraverso borse di studio mirate – anche se il GAI tiene a sottolineare che “nonostante l’operazione sia simile, il funzionamento è completamente diverso”. Infatti, se nel primo caso il concorso era rivolto esclusivamente ad aiutare progetti di residenze all’estero, con On Board il sostegno comprende anche quelli in Italia, con l’intento, si legge nel testo del bando, di “favorire la produzione dei progetti più interessanti e innovativi dando impulso alla ricerca artistica italiana”. L’altra novità di questo concorso riguarda il target di riferimento: si rivolge, infatti, ad artisti visivi, a designer e a curatori di arte contemporanea (individuali o in gruppo) già attivi con obiettivi professionali, di età compresa tra i 18 e i 35 anni e di nazionalità italiana oppure stranieri con residenza in Italia da almeno un anno.

PER CANDIDARSI

Ci si potrà candidare solo dopo aver elaborato una precisa proposta progettuale, aver avviato dei contatti dimostrabili con Enti ospitanti/invitanti a garanzia della fattiva realizzazione, aver ottenuto dagli stessi una lettera di ammissione/invito/collaborazione per la concretizzazione dei progetti e aver fissato il periodo dell’esperienza di residenza che dovrà essere compresa tra il 30 novembre 2017  e il 30 aprile 2018. Dopodichè, un’apposita Commissione nazionale formata da esperti del settore, rappresentanti degli Enti Organizzatori e un commissario esterno, vaglierà le candidature e selezionerà i sei vincitori che riceveranno ciascuno un premio di 5mila euro, su un finanziamento complessivo di 30mila euro. C’è tempo fino al 22 settembre per inviare le proposte. Qui il link con tutte le informazioni.

Claudia Giraud

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).