Le Biennali dell’autunno 2017. Dalla Russia agli Usa ecco la lista degli eventi imperdibili

Al via la nuova stagione espositiva che si preannuncia caldissima sul fronte delle biennali. Ecco l’agenda degli eventi imperdibili secondo Artribune…

Autunno caldo sul fronte biennali. Come ormai consuetudine anche la prossima stagione espositiva offre agli art-trotters globali un ricco calendario di eventi da visitare in giro per il pianeta. Da Istanbul a Mosca, dalla biennale di architettura di Chicago a Copenaghen passando per Lione è tutto un pullulare di eventi imperdibili per addetti ai lavori ed art-addicted. Perché l’importante è esserci sempre. Artribune vi accompagna in anteprima in un tour tra le biennali più importanti dei prossimi mesi.

Mariacristina Ferraioli

 

1. BIENNALE DI ISTANBUL

Adrian Villar Rojas, Biennale di Istanbul 2015

La stagione espositiva dei grandi eventi internazionali parte con la Biennale di Istanbul che apre le porte al pubblico il prossimo 15 settembre. Curata dal duo di artisti Elmgreen & Dragset (Michael Elmgreen, Copenhagen, 1961 – Ingar Dragset, Trondheim, 1969) la quindicesima edizione della Biennale di Istanbul si preannuncia come uno degli eventi più importanti della prossima stagione. Una biennale all’insegna del dialogo e dei processi collaborativi com’è prassi nella ricerca del duo danese/norvegese che vedrà la presenza anche dell’italiana Monica Bonvicini.

 

Istanbul Biennal
16 settembre-12novembre 2017
Istanbul Modern, Galata Greek Primary School, Pera Museum
http://bienal.iksv.org/en

 

2. BIENNALE DI MOSCA

Biennale Internazionale di Mosca per la giovane arte – La sede espositiva Centro Nazionale per le Arti Contemporanee – Christian Fogarolli Installation view

Solo due giorni dopo Istanbul, inaugura la Biennale di Mosca. La settima edizione della biennale, curata dalla giapponese Yuko Hasegawa (Prefettura di Hyōgo, Giappone, 1957), chief curator del Museum of Contemporary Art  di Tokyo presenterà 52 artisti provenienti da 25 paesi con una netta predominanza per l’area asiatica. Tra i nomi più appetibili in mostra Matthew Barney, Björk e Olafur Eliasson, che esporranno nuovi lavori.

 

Moscow International Biennale of Contemporary Art
19 September 2017 – 18 January 2018
New Tretyakov Gallery
The State Tretyakov Gallery, 10, Krymsky Val, Moscow

3. BIENNALE D’ARCHITETTURA DI CHICAGO

Chicago Architecture Biennial – photo Léa-Catherine Szacka

La Biennale di Architettura di Chicago presenterà l’opera di 140 tra artisti e architetti che riflettono sul tema “Make New History” (creare nuova storia). I due curatori Sharon Johnston and Mark Lee, fondatori dello studio Johnston Marklee, hanno strutturato la mostra secondo quattro momenti di indagine Image, Material, Building e Civic Histories che evidenziano le diverse tipologie di produzione architettonica. Tra i partecipanti anche gli italiani Baukuh e Stefano Graziani, Matilde Cassani, Elena Manferdini, il collettivo Fosbury Architecture con sede a Milano e Rotterdam, lo studio veronese The Empire, Piovenefabi e Giovanna Silva e l’artista Luisa Lambri.

 

Chicago Architecture Biennial
16 September – 31 December 2017
Chicago Cultural Center
78 E. Washington Street Chicago, IL 60602

http://chicagoarchitecturebiennial.org

 

4. BIENNALE DI LIONE

Biennale di Lione 2015 – Lai Chih-Sheng

Si intitola “Floating Worlds” la quattordicesima edizione della Biennale di Lione, curata da Emma Lavigne, direttore del Centre Pompidou di Metz. Il titolo si ispira alla parola giapponese ukiyô, che descrive una visione del mondo che si rinnova continuamente, fonte perenne di libertà e creatività. Al centro della mostra ci sono gli artisti, che costantemente estendono i limiti dell’opera d’arte per renderla sempre più aperta al mondo. Buona la presenza di artisti italiani soprattutto storicizzati. In mostra le opere di Dadamaino, Lucio Fontana, Alberto Burri, la star delle aste Paolo Scheggi e Anna Maria Maiolino.

 

Floating worlds
14 Biennale de Lyon
20 settembre-7 gennaio 2017
La Sucrière | Les Docks, 47-49 quai Rambaud, Lyon 2
Lyon Museum of Contemporary Art (macLYON)  | Cité Internationale, 81 quai Charles de Gaulle, Lyon 6
Le dôme | Place Antonin Poncet, Lyon 2
http://www.biennaledelyon.com

 

5. BIENNALE DI PECHINO

Monumental Brooke with Beach Ball – Beijing International Art Biennale

Dura solo tre settimane la Biennale di Pechino che apre le porte al pubblico il 24 settembre. Intitolata “The Silk Road and World’s Civilizations” si richiama alle antiche rotte commerciali tra Asia e Europa. Presenta un altro numero di artisti cinesi ed europei con particolare attenzione alla storia dell’arte moderna. In mostra saranno esposte anche le opere degli italiani Achille Befani(Formis), Paolo Porpora, Mario Pobbiati, Giuseppe Gronchi, Luca Giordano, Pelagio Palagi, Tintoretto, Benvenuto Tisi(Garofalo) e Andrea Vizzini.

 

7th Beijing International Art Biennale
“The Silk Road and World’s Civilizations”
24 September – 15 October 2017
National Art Museum of China, Pechino
http://www.bjbiennale.com.cn/en

 

6. LA BIENNALE DELLE PERFORMANCE

Music for 16 Futurist Noise Intoners a Performa Commission 2009 Photo by Paula Court Courtesy of Performa

Performa è la biennale dedicata alla performance che si tiene ogni due anni a New York. Giunta alla diciassettesima edizione, la manifestazione, fondata dalla storica dell’arte RoseLee Goldberg, coinvolge un team di 25 curatori internazionali. La mostra esplora il ruolo cruciale della performance nell’arte del XX secolo e i possibili sviluppi nel contemporaneo. L’edizione di quest’anno parte da un omaggio al movimento Dada e prevede azioni performative di Yto Barrada, William Kentridge, Julie Mehretu e Jason Moran.

 

Performa 17
1-19 novembre 2017
100 West 23rd St., Fl. 5
New York, NY 10011
http://performa-arts.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia e Icon Design. Sta conseguendo un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano ed è docente a contratto presso diverse istituzioni tra cui l’Accademia di Belle Arti di Brera.