La galleria Monica De Cardenas festeggia 10 anni in Svizzera. Con una mostra di Markus Raetz

Il 29 luglio si festeggiano i dieci anni della galleria Monica De Cardenas di Zuoz (St Moritz). Per l’occasione è stata allestita una personale di Markus Raetz, visitabile fini al 2 settembre.

Markus Raetz, Binocular view, 2001 Color photogravure on paper, published by Crown Point Press - Los Angeles
Markus Raetz, Binocular view, 2001 Color photogravure on paper, published by Crown Point Press - Los Angeles

Nel 2007, ad inaugurare la sede di Zuos, c’era Markus Raetz (Büren an der Aare, 1941), che torna adesso per marcare il decennale di attività. Lo fa con un’antologica di trenta pezzi fra opere su carta e sculture, attraverso i quali raccontare circa mezzo secolo di carriera. La sua linea creativa ha affrontato il tema della percezione, attraverso una serie di soggetti ricorrenti come le parole, i paesaggi, o ancora i volti umani. Il suo approccio è in equilibrio fra la dimensione ludica e concettuale, e in tal modo l’artista riesce a conferire, a soggetti apparentemente semplici, lo status di simboli della complessità che ci circonda.

LA MOSTRA

La mostra è suddivisa fra sculture e incisioni, caratterizzata da una ricerca plastica sempre marcata. Si tratta spesso di opere che si trasformano sotto lo sguardo dello spettatore, mutando aspetto e significato, a seconda del punto di vista scelto. Una parola può quindi trasformarsi  nel suo esatto contrario o il profilo della pipa di Magritte trasformarsi in volute di fumo. Nelle opere di Raetz coesistono gli opposti e niente è come appare al primo sguardo. L’artista approfondendo il concetto di anamorfosi, invita ad addentrarsi nei fenomeni, comprenderli e scoprirli.

UNA GALLERIA IN TRE SEDI

Suddivisa nelle tre sedi di Milano, Lugano e Zuoz, la galleria De Cardenas ha aperto dieci anni fa in Svizzera. In particolare, la sede di Zuoz, nei pressi di Saint Moritz, è ricavata in un’abitazione contadina risalente al XV Secolo, restaurata dall’architetto Hans-Jürg Ruch che è riuscito a conservarne la struttura e le caratteristiche originali. Immersa nella luce dell’alta Valle Engadina, quest’antico edifico esprime un fascino particolare. Che è un ingrediente del successo della galleria, come racconta Monica De Cardenas: “Direi che gli spazi sono unici, e anche siamo aperti solo pochi mesi all’anno, da dicembre a marzo e in agosto, riceviamo molti visitatori, con punte di 50-60 al giorno. In Engadina c’è una folta comunità internazionale, di artisti, curatori, direttori di musei, e questo fa sì che i nostri vernissage siano diventati eventi mondani”.

UN’ATTIVITÀ INTENSA

La galleria è molto attiva, come conferma ancora De Cardenas: “Esponiamo artisti che rappresentiamo anche a Milano: internazionali, Italiani e Svizzeri. Negli anni abbiamo fatto mostre importanti di Alex Katz, Marisa Merz, Gianni Colombo, oltre che, appunto, di Markus Raetz. Ma esponiamo anche giovani artisti come gli italiani Claudia Losi,Gianluca Di Pasquale e  Lupo Borgonovo e gli svizzeri Christine Streuli e Lutz&Guggisberg. inoltre, ogni due anni presentiamo una mostra collettiva a tema. Quest’anno in dicembre avremo Reinventing the Figure con  6 giovani pittori americani.

A portare entusiasmo nel lavoro quotidiano, la vivacità della scena elvetica, come spiega De Cardenas: “In Svizzera c’è più attenzione per l’arte contemporanea, più interesse. Ogni città e ogni cantone hanno un museo o una Kunsthalle che espongono solo arte contemporanea e un atelier a New York o a Londra al quale possono accedere i giovani artisti di talento. Inoltre ci sono borse di studio statali e di fondazioni private.

La Confederazione, i musei cantonali e cittadini collezionano arte contemporanea, così come le banche, le assicurazioni, le grandi aziende, oltre a numerosi collezionisti privati.

GALLERISTI ITALIANI IN SVIZZERA

La Svizzera, in particolare il Canton Ticino, è una zona molto frequentata dai galleristi italiani, che vi trovano importanti sbocchi per il mercato collezionistico. Primo Marella, già attivo a Milano, ha aperto nel centro di Lugano la Primae Noctis Art Gallery, che si muove fra artisti ormai storicizzati (come gli esponenti della pittura analitica, ospitati nel 2016 con una collettiva), ma anche artisti emergenti da ogni parte del mondo, come Jeremy Sharma, originario di Singapore ed esponente della pittura concettuale. La galleria spazia comunque fra pittori, fotografi, scultori.
Non lontano da Lugano, a Brusino Arsizio, si trova Deodato Arte, attiva nel settore del collezionismo di alto livello; basti sapere che tratta le opere di Warhol, Chagall, Picasso, organizzando anche approfondite mostre a loro dedicate. Dietro a ognuna di esse, sta infatti un lungo lavoro di ricerca di opere non facilmente reperibili sul mercato, come, ad esempio, i floppy disk dell’Amiga 1000 con cui Warhol creò le sue prime opere di grafica.

Niccolò Lucarelli

 

Markus Raetz
Galleria Monica De Cardenas
Dal 29/07/2017 al 02/09/2017
Inaugurazione sabato 29 luglio 2017 ore 18
da martedì a sabato 15-19
Via Maistra 41 – 7524 Zuoz – Svizzera
www.monicadecardenas.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Niccolò Lucarelli
Laureato in Studi Internazionali, è curatore, critico d’arte, di teatro e di jazz, e saggista di storia militare. Scrive su varie riviste di settore, cercando di fissare sulla pagina quella bellezza che, a ben guardare, ancora esiste nel mondo.