UNsuono: djset nei siti Unesco. Si parte con Samuel dei Subsonica a Villa della Regina a Torino

Parte da Torino con il djset del frontman dei Subsonica, UNsuono – Live Your Italian Heritage, un percorso audio-visivo tra i 55 siti Unesco in Italia: un evento itinerante unico, fruibile esclusivamente in streaming

UNsuono, Samuel, Villa della Regina, Torino ph. Davide Dusnasco
UNsuono, Samuel, Villa della Regina, Torino ph. Davide Dusnasco

L’Italia è il paese con il maggior numero di Patrimoni Unesco. Come valorizzarli per rendere la loro visita un’esperienza unica? Sonorizzandoli con la musica elettronica dei migliori dj per creare dei video da ascoltare e vedere su YouTube. È quanto si propone di fare UNsuono – Live Your Italian Heritage, un percorso audio-visivo tra i 55 luoghi più spettacolari d’Italia riconosciuti Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco. Si tratta di un progetto che nasce a Torino dall’associazione culturale Pianosequenza e dallo studio Kangaroad video and more dei videomaker torinesi Ramon Branda e Matteo Giachino, sponsorizzato da Iren, con l’obiettivo di realizzare un evento itinerante unico, fruibile esclusivamente in streaming: ad ogni appuntamento viene invitato un artista della scena elettronica contemporanea che si esibisce con un dj set di circa un’ora, in siti sempre diversi. 

SAMUEL DEI SUBSONICA SONORIZZA VILLA DELLA REGINA A TORINO

Il viaggio parte da Villa della Regina, la seicentesca villa torinese gestita dal MiC – Direzione Musei Regionali Piemonte, che fa parte del circuito Residenze Reali Sabaude, e dal 1997 è iscritta alla lista del Patrimonio Unesco. Protagonista: Samuel, il poliedrico artista torinese, frontman dei Subsonica, che per l’occasione realizza una sonorizzazione esclusiva ed originale. “Sonorizzeremo questi luoghi partendo dalla mia città”, racconta il musicista che sarà il direttore artistico di tutta l’iniziativa. “Tutti i rumori della natura presenti intorno a me verranno ripresi dai microfoni posizionati sugli strumenti acustici ed elettronici. L’acqua della fontana, per esempio, produce una serie di vibrazioni non ben definite che dà già il taglio di quella che sarà la sonorizzazione”.

QUALI SONO I 55 SITI UNESCO IN ITALIA 

In base alla Convenzione l’UNESCO ha fino ad oggi riconosciuto un totale di 1121 siti (869 siti culturali, 213 naturali e 39 misti) presenti in 167 Paesi del mondo. Attualmente l’Italia e la Cina sono le nazioni che detengono il maggior numero di siti  inclusi nella lista dei patrimoni dell’umanità: 55 siti. Per l’Italia, di questi 55 siti 5 sono siti naturali (Isole Eolie, Monte San Giorgio, Dolomiti, Monte Etna, Antiche faggete primordiali dei Carpazi e di altre regioni d’Europa) e, nell’ambito dei rimanenti 50 siti del Patrimonio Mondiale, 8 sono paesaggi culturali: Costiera Amalfitana, Portovenere, Cinque Terre e Isole (Palmaria, Tino e Tinetto), Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, con i siti archeologici di Paestum, Velia e la Certosa di Padula, Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia, Val d’Orcia, Ville e giardini medicei in Toscana, Paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato, Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene. 

LA PUNTATA PILOTA DI UNSUONO (ACRONIMO DI NAZIONI UNITE)

Questa è la prima puntata di UNsuono (acronimo di Nazioni Unite) che dovrà aprire un percorso italiano nei siti Unesco”, conclude uno dei due ideatori, Matteo Giachino, che annuncia le prossime tappe: Ivrea e le Langhe. Intanto, sabato 19 giugno, a partire dalle ore 20 è prevista da Otium Pea Club di Green Pea in zona Lingotto a Torino, partner media di UNsuono, la première video del Live set di Samuel a Villa della Regina, visibile poi sul canale YouTube dedicato.

– Claudia Giraud 

www.unsuono.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).