Musica vs il coronavirus. Lady Gaga guida il Live Aid virtuale di rockstar in tv e in streaming

Nell’85 furono Bob Geldof e Midge Ure a organizzare il più grande concerto rock di raccolta fondi e la più grande trasmissione televisiva di tutti i tempi. Oggi è la regina del pop a curare un evento a tutto social

Lady Gaga
Lady Gaga

Il 18 aprile doveva esserci il Record Store Day, un evento mondiale che da anni coinvolge migliaia di persone e piccole imprese legate alla musica, tra fan, negozi di dischi, artisti, etichette discografiche. Slittato al 20 giugno per il ben noto lockdown generale, sarà comunque una giornata dedicata alle sette note e anche qualcosa di più, perché si tratterà di un evento epocale, al pari del Live Aid del 1985, il più grande concerto rock di raccolta fondi e la più grande trasmissione televisiva di tutti i tempi. Stiamo parlando di One World: Together At Home, una speciale staffetta musicale con i volti più noti dello star system internazionale a passarsi il testimone l’un con l’altro dalle proprie case per celebrare e sostenere gli operatori sanitari impegnati nella lotta al COVID-19. Il tutto trasmesso in diretta tv sabato 18 aprile alle 20, ora di New York, e domenica 19 aprile a mezzanotte per il resto del mondo contemporaneamente su ABC, NBC, ViacomCBS Networks e iHeart Media negli Stati Uniti, in Canada nei network Bell Media mentre domenica andrà in onda sulla BBC One.

LA QUESTIONE DEI CONCERTI

L’Organizzazione Mondiale della Sanità è impegnata a sconfiggere la pandemia di coronavirus con misure scientifiche e di sanità pubblica e a supportare gli operatori sanitari che sono in prima linea“, ha affermato il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS che, insieme a Global Citizen, ha lanciato l’iniziativa. “Potremmo doverci separare fisicamente per un pò, ma possiamo ancora riunirci virtualmente per ascoltare musica eccezionale. I concerti di “One World: Together At Home” rappresentano una potente manifestazione di solidarietà contro una minaccia globale“. One World: Together At Homesarà anche una trasmissione digitale di diverse ore in streaming su più piattaforme globali, tra cui Alibaba, Amazon Prime Video, Apple, Facebook, Instagram, LiveXLive, Tencent, Tencent Music Entertainment Group, TIDAL, TuneIn, Twitch, Twitter, Yahoo e YouTube. All’invito di Lady Gaga, coinvolta dagli organizzatori a curare l’intero evento, hanno risposto star del calibro di Paul McCartney, Alanis Morissette, Billie Eilish, Billie Joe Armstrong dei Green Day, Chris Martin dei Coldplay, Eddie Vedder, Elton John, John Legend, Stevie Wonder e il nostro Andrea Bocelli reduce dall’omologo evento italiano Musica che unisce, andato in onda il 31 marzo sui RAI 1 e in streaming su molte piattaforme web e canali social. “È molto importante pensare a livello globale e sostenere l’Organizzazione Mondiale della Sanità per frenare la pandemia e prevenire futuri focolai“, ha detto Lady Gaga durante il briefing stampa dell’OMS durante il quale ha confermato di aver aiutato a raccogliere 35milioni di dollari in sostegno alle attività di soccorso al COVID-19. “Vogliamo sottolineare la gravità di questo movimento storico, senza precedenti “.

-Claudia Giraud

https://www.globalcitizen.org/en/connect/togetherathome/?subPage=/en/content/one-world-together-at-home-covid-19-broadcast/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).