Muore Genesis Breyer P-Orridge, artista e musicista pioniere industrial con i Throbbing Gristle

È morto a New York all’età di 70 anni il musicista e artista performativo britannico, pioniere del gender fluid e tra i fondatori di band sperimentali come Throbbing Gristle e Psychic TV

Genesis P Orridge, ph SethTisue, fonte Flickr
Genesis P Orridge, ph SethTisue, fonte Flickr

È morto nella mattinata di sabato 14 marzo Genesis Breyer P-Orridge, musicista e artista performativo britannico, pioniere del gender fluid in bilico tra “lui” e “lei”, e tra i fondatori di band sperimentali come Throbbing Gristle e Psychic TV: si è spento nella sua casa di Manhattan all’età di 70 anni, in seguito alle complicazioni di una leucemia. Lo dichiarano le due figlie Genesse e Caresse in un messaggio postato su Facebook: “È con cuore affranto che annunciamo la morte del nostro amato padre, Genesis Breyer P-Orridge. Ha combattuto contro la leucemia per due anni e mezzo e ha abbandonato il proprio corpo questa mattina, sabato 14 marzo 2020. Sarà messo a riposare con l’altra metà, Jaqueline “Lady Jaye” Breyer che ci ha lasciato nel 2007, dove verranno riuniti insieme”.

GENESIS BREYER P-ORRIDGE E LA MOGLIE LADY JAYE

Lady Jaye era la sua seconda moglie Jacqueline Breyer con la quale aveva dato il via negli ultimi anni al progetto artistico pandroginia: per esprimere l’idea di fondersi in una terza persona, la coppia aveva iniziato a utilizzare la chirurgia plastica per diventare immagine speculari l’una dell’altra, tra protesi, liposuzioni e terapia ormonale. La galleria Invisible-Exports di New York gli ha dedicato una retrospettiva, 30 Years of Being Cut Up, e nel 2009 la Tate Britain ha acquistato il loro archivio di immagini.

GENESIS BREYER P-ORRIDGE: LA CARRIERA

Nato il 22 febbraio 1950 a Manchester da un commesso viaggiatore, batterista jazz ed ex attore sopravvissuto a Dunkerque con l’esercito britannico nel 1940, Genesis Breyer P-Orridge, all’anagrafe Neil Andrew Megson, fonda la sua prima band, i Worm, nel 1965 con alcuni compagni di scuola, ma già nel 1969 c’è una prima svolta. Dà origine ai COUM Transmissions, un gruppo di musica e arte dedito a performance estreme di ispirazione dadaista (tagli del corpo e sesso sul palco sono all’ordine del giorno, come il famoso spettacolo Prostitution messo in scena all’ICA di Londra nel 1976), insieme a Cosey Fanni Tutti: con lei fonderà nel 1975 i Throbbing Gristle che comprende anche Chris Carter e Peter Christopherson. La band, protagonista del nascente genere musicale industrial ispirata da gruppi sperimentali come The Velvet Underground, Can e da compositori di musica contemporanea come John Cage e La Monte Young, arriva sesta nella classifica indie britannica con l’album 20 Jazz Funk Greats: una specie di electro-pop tedesco da cui emerge il canto o il recitativo di Breyer P-Orridge. Infine, con Peter Christopherson dei Throbbing Gristle, fonda l’altro suo progetto musicale più importante, gli Psychic TV, dove mescola sonorità psichedeliche ed elettroniche e raggiunge il successo con Godstar, una canzone sulla morte di Brian Jones dei Rolling Stones.

– Claudia Giraud

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).