Puglia Imperiale: un tour tra castelli e cattedrali, sulle note jazz del Talos Festival

Abbiamo provato per voi uno degli itinerari turistici, ancora in fase sperimentale, promossi dal Distretto Produttivo Puglia Creativa. Tra festival musicali e progetti di rigenerazione urbana. Il report

Tour Dalla Pietra al Mito - Puglia Imperiale, Talos Festival, ph Claudia Giraud
Tour Dalla Pietra al Mito - Puglia Imperiale, Talos Festival, ph Claudia Giraud

Si è classificato primo (in realtà al secondo posto, ma ex aequo con il Politecnico di Milano) tra i 17 progetti vincitori della seconda edizione del Premio Creative Living Lab del Ministero della Cultura. Si tratta di Z.I.P. Zone Interdisciplinar Projects, ideato dalla storica dell’arte, curatrice e manager culturale Giusy Caroppo in collaborazione con il Presidente dell’Associazione Eclettica, lo scultore Stefano Faccini, con l’intento di intervenire in una porzione recuperata della città di Barletta, le GOS-Distillerie Culturali, strutturando un modello sostenibile nel tempo di attività e metodologie replicabili. “L’obiettivo è riunire diverse anime della città, tra industrie e imprese creative, attraverso dei miniprogetti, non eventi”, ci sottolinea Caroppo, “in grado di lasciare delle tracce e radicarsi nel territorio con una struttura precisa di laboratori, incontri e azioni artistiche partecipate”.

 Tour Dalla Pietra al Mito - Puglia Imperiale, Castello di Barletta, ph Claudia Giraud

Tour Dalla Pietra al Mito – Puglia Imperiale, Castello di Barletta, ph Claudia Giraud

IL PROGRAMMA DEL DISTRETTO

Questo progetto, che partirà ufficialmente il 20 settembre per protrarsi fino a gennaio, è solo uno dei tanti che noi di Artribune abbiamo potuto conoscere dal vivo grazie a #VisitPugliaCreativa. Si tratta del nuovo brand del Distretto Produttivo Puglia Creativa che, grazie ai finanziamenti europei del progetto Atlas, sta elaborando una serie di itinerari turistici finalizzati a valorizzare la giovane creatività pugliese a partire da un particolare evento, inserito nel patrimonio storico artistico millenario di cui la regione è ricca. Noi abbiamo partecipato al terzo tour Dalla Pietra al Mito, quello dedicato alla Puglia Imperiale, terra di dominazioni secolari, tra normanni, svevi, angioini e aragonesi, legata principalmente alla storia dell’imperatore illuminato Federico II di Svevia. Ma non solo. Perché a Ruvo, nota per lo storico ipogeo della Cattedrale SS Maria Assunta di epoca romanica, esiste una realtà come La Capagrossa coworking che promuove numerosi progetti di rigenerazione urbana come Luci e Suoni d’artista per rivitalizzare il centro storico, cuore da quindici anni del Talos Festival: una rassegna glocal dalla forte impronta jazz, su cui fa perno questo itinerario.

 Tour Dalla Pietra al Mito - Puglia Imperiale, courtesy Puglia Creativa

Tour Dalla Pietra al Mito – Puglia Imperiale, courtesy Puglia Creativa

DA RUVO A BARLETTA

A Ruvo di Puglia sorgono anche le rinomate Cantine Grifo che hanno fatto da cornice alla grintosa esibizione della Bembè House Band, scuola di musica non convenzionale guidata dal Maestro Tommaso Scarimbolo. Poi Trani con i suoi gioielli in pietra calcarea, la Cattedrale di San Nicola Pellegrino e il Castello Svevo, scenografie perfette per il cinema di allora (Sofia Loren, Pier Paolo Pasolini) e di oggi; l’esoterismo in pianta ottagonale di Castel del Monte che nasconde alle sue pendici una realtà come la Fondazione Bonomo, sede di iniziative formative e culturali. Infine Barletta, con il suo Castello Svevo, teatro della celebre disfida del 1503, la cui rievocazione riprende dopo 14 anni di silenzio, dal 19 al 21 settembre 2019. “In Puglia il turismo rischia di scadere nel banale e nel commerciale, così crediamo che la cultura sia un attrattore in grado di far uscire la sua vera anima”, ci spiega Cinzia Lagioia, Direttore del Distretto Produttivo Puglia Creativa. “Per farlo, abbiamo creato dei pacchetti turistici che fanno perno su eventi, in particolare festival, di musica, teatro, danza, editoria, giornalismo, enogastronomia, collocati in una data area delle tredici relative al piano paesaggistico della Regione Puglia. Siamo ancora in fase di progettazione, ma il tutto diventerà commercializzabile a partire da novembre, quando sarà pronta la piattaforma web”.

-Claudia Giraud

www.pugliacreativa.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).