18 anni di Club To Club a Torino. I luoghi (e i format) del festival avant-pop

Il festival torinese di musica elettronica è diventato maggiorenne. Per l’occasione sono nati nuovi format in nuove location. Dall’antico mercato delle pulci Balôn all’avveniristica Nuvola Lavazza, eccone sedi e programmi

Absolut Symposium

La Luce al Buio è il tema dell’edizione 2018 di Club To Club, il festival di musica avant-pop riconosciuto a livello internazionale che offre un ampio spettro musicale che va dall’avanguardia dei suoni a fenomeni di massa italiani e internazionali, fino a movimenti musicali emergenti. Nell’anno del raggiungimento della maggiore età, la proposta della rassegna – in programma dal 1 al 4 novembre a Torino – è come sempre articolata: quattro giorni da vivere in alcune delle location più iconiche e affascinanti della città, dagli spazi rinnovati delle Officine Grandi Riparazioni (giovedì 1 e sabato 3) alla maestosa Reggia di Venaria (domenica 4), passando per i padiglioni post-industriali del Lingotto (venerdì 2 e sabato 3), oltre al domenicale block party Club Palazzo quest’anno a Porta Palazzo (domenica 4), con una new entry rappresentata dalla Nuvola Lavazza. Ecco le sedi del festival, con relativo format, nel dettaglio…

-Claudia Giraud

https://clubtoclub.it

1. THE ITALIAN NEW WAVE – OFFICINE GRANDI RIPARAZIONI TORINO

OGR Torino

Per celebrare la sua diciottesima edizione, Club To Club propone due eventi speciali. Sarà l’architettura industriale delle OGR, riqualificata e restituita alla città da Fondazione CRT nel 2017 e posizionata nel cuore di Torino – in corso Castelfidardo, a pochi metri da Porta Susa e a 50 minuti da Milano con l’alta velocità, ad ospitare l’evento di apertura del festival con The Italian New Wave. Il format di Club To Club che promuove la nuova creatività musicale italiana nel mondo attraverso showcase ed iniziative uniche, presenterà tra gli altri Gang of Ducks e Palm Wine.

OGR Torino, Corso Castelfidardo, 22

www.ogrtorino.it

2. MAIN E CRACK STAGE – LINGOTTO

Lingotto Fiere

Nato come uno dei principali stabilimenti di produzione di una fiorente FIAT di inizio secolo, dopo la radicale trasformazione avvenuta a opera dell’architetto Renzo Piano, il complesso di edifici è oggi un grande centro polifunzionale. Qui, sul palco principale del Lingotto Fiere, avranno sede i concerti del 2 e del 3 novembre. Tra i nomi annunciati il pioniere della destrutturazione ritmica e sonora Aphex Twin, l’artista che ha rivoluzionato la scena musicale negli ultimi 30 anni – per la sua unica data italiana – e le performance in esclusiva per l’Italia del duo dream pop Beach House, di uno degli habituè del festival Jamie xx e di Blood Orange. Per questa speciale edizione, il main stage sarà affiancato dal CRACK stage, frutto della partnership stretta con il britannico CRACK magazine, una delle voci più rappresentative nell’ambito della musica e della cultura indipendente a livello europeo.

Lingotto Fiere, Via Nizza 294

https://www.lingottofiere.it/

3. ABSOLUT SYMPOSIUM – AC HOTEL

Absolut Symposium

L’AC Hotel – Una nuova concezione di struttura alberghiera targata Marriott – sarà nuovamente il fulcro dell’Absolut Symposium, che da giovedì a sabato si trasformerà in hub creativo con una serie di conversazioni, workshop, interviste, dirette radio e stanze musicali curate da Max Dax e Carlo Pastore. Un luogo dove pubblico potrà incontrare artisti e addetti ai lavori e vivere il “dietro le quinte” del festival, immergendosi in approfondimenti e performance esclusive, ed esplorare emotional secret room con installazioni interattive. Una stanza, per esempio, sarà dedicata a IED, dove gli studenti del corso di Sound Design realizzeranno un’installazione sonora e visiva in collaborazione con Roland. Ci sarà anche una mostra: quella sulle bottiglie di Absolut vodka in edizione limitata, curata da Marco Moliterni, uno dei più grandi collezionisti al mondo.

AC Hotel, Via Bisalta, 11

https://www.marriott.it/hotels/travel/trnto-ac-hotel-torino/

4. COLAZIONE ALLA NUVOLA LAVAZZA

Nuvola Lavazza Esterno del Museo Lavazza sullo sfondo lHeadquarter ©AndreaMartiradonna 1200×851 696×494

All’alba di domenica 4 novembre Lavazza presenterà Unusual #C2C18 Breakfast, un evento speciale presso la Nuvola di Lavazza. Qui, nello spazio polifunzionale, firmato dall’architetto Cino Zucchi, di oltre 30 mila metri quadrati da poco inauguratosi nell’area dell’ex centrale elettrica di via Bologna, ci sarà un live inedito e per l’occasione sarà offerta la colazione a tutti i partecipanti.

Nuvola Lavazza, via Bologna

https://www.lavazza.it/it/nuvola.html

5. CLUB PALAZZO – IL BALON E PORTA PALAZZO

Vista del mercato di Porta Palazzo a Torino

Torna il Block Party gratuito di Club To Club Festival, che per la sua quinta edizione si sposta nel quartiere di Borgo Dora, una delle aree più antiche e multiculturali di Torino, dove sorge Porta Palazzo, il più grande mercato aperto presente in Europa e lo storico mercato delle pulci Balôn. Proprio in collaborazione con il Balôn Torino e San Salvario Emporium, nasce Club Palazzo: 10 ore di musica ed un’edizione speciale del tradizionale mercato del Balôn con vintage e botteghe di antiquariato, handmade market, urban art con le visite guidate curate da Street Art Tourino, danza, enogastronomia, progetti di innovazione sociale e sostenibilità. Inoltre, nell’incantevole spazio del Cortile del Maglio, antica sede delle fucine dell’arsenale militare regio, sarà posizionato il palco del Festival con un progetto di Red Bull Music: qui si esibiranno due dei principali compositori giapponesi di colonne sonore per videogiochi – Yuzo Koshiro e Motohiro Kawashima – insieme a Kode9.

Quartiere Borgo Dora

6. EVENTO DI CHIUSURA – REGGIA DI VENARIA

Reggia di Venaria

La storica dimora dei Savoia è diventata Patrimonio dell’Umanità di UNESCO ed è una delle più affascinanti e maestose location in tutta Italia. Sarà lei ad ospitare l’evento di chiusura del festival che vede tornare il format The Italian New Wave: sul palco ci saranno Mana e Primitive Art.

Reggia di Venaria, Piazza della Repubblica, 4

www.lavenaria.it/it

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).