Su Sky Arte: la Pasqua secondo gli artisti

Il docufilm in onda su Sky Arte domenica 17 aprile ripercorre le modalità con cui gli artisti hanno rappresentato la morte e la resurrezione di Cristo

Peter Paul Rubens, Raising of the Cross, 1610
Peter Paul Rubens, Raising of the Cross, 1610

Da sempre i temi cardine della cultura cristiana hanno ispirato la mano dei grandi artisti internazionali. Maestri del calibro di Caravaggio e Michelangelo si sono misurati con il mistero della morte e della resurrezione di Cristo, offrendo una rappresentazione visiva delle vicende descritte nei Vangeli. Diretto da Phil Grabsky e girato fra Gerusalemme, Stati Uniti ed Europa, il docufilm La Pasqua nell’Arte va in onda su Sky Arte domenica 17 aprile, in concomitanza con le festività pasquali. Peculiare il punto di vista scelto dal regista britannico: anziché concentrarsi su un museo, una mostra o un artista, l’opera esplora in modo trasversale il tema, soffermandosi sulle eterogenee letture e interpretazioni fornite dai grandi nomi della storia dell’arte.

LA PASQUA E GLI ARTISTI: DA RAFFAELLO A RUBENS

Prendendo in esame la specifica produzione di Raffaello, Leonardo, El Greco, Dalí, Rubens, Tiziano, oltre a quella dei già citati Caravaggio e Michelangelo, il docufilm svela come il medesimo passaggio biblico abbia dato origine a riconosciuti capolavori artistici, diversi fra loro per registro formale, linguaggio e stile. La pellicola indaga le modalità con cui gli artisti si sono misurati, nell’arco dei secoli, con temi universali quali la sofferenza, la morte e la rinascita. Svela, infine, il ruolo attivo assolto da queste rappresentazioni in passato, quando erano fondamentali per divulgare il contenuto delle sacre scritture ai fedeli.

I contenuti del sito di Sky Arte sono curati da Artribune. Scoprite a questo link tutte le novità di palinsesto e le news che arricchiscono il portale

https://arte.sky.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.