Muore Jacques Perrin. Attore e regista francese, interpretò Totò in “Nuovo Cinema Paradiso”

L’attore, regista e produttore cinematografico francese è scomparso a Parigi il 21 aprile 2022. Nel 1988, interpretò il ruolo di Salvatore da adulto in “Nuovo Cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore

Jacques Perrin in Nuovo Cinema Paradiso
Jacques Perrin in Nuovo Cinema Paradiso

È scomparso lo scorso 21 aprile a Parigi Jacques Perrin, attore, regista e produttore cinematografico francese celebre per aver interpretato il ruolo di Salvatore da adulto in Nuovo Cinema Paradiso, film del 1988 diretto da Giuseppe Tornatore. Perrin aveva 80 anni.

JACQUES PERRIN, UNA VITA PER IL CINEMA

Nato a Parigi nel 1941, Jacques-André Simonet (questo il vero nome di Jacques Perrin) era figlio del regista teatrale Alexandre Simonet e dell’attrice Marie Perrin. Dopo aver frequentato il Conservatoire national d’art dramatique de Paris, Perrin recita i suoi primi ruoli a partire dagli anni Sessanta, con Claudia Cardinale in La ragazza con la valigia (1961) e Marcello Mastroianni nel film Cronaca familiare (1962). I primi riconoscimenti arrivano nel 1966, anno in cui Perrin vince due premi come miglior attore al Festival di Venezia per il film italiano Un uomo a metà e per il film spagnolo La busca. Perrin fu anche produttore: nel 1969 coprodusse Z – L’orgia del potere, diretto da Costa-Gavras e interpretato da Jean-Louis Trintignant, Yves Montand, e Irene Papas. A questo seguiranno L’Amerikano (1973), L’affare della Sezione Speciale (1975), La guerre d’Algérie (1975), La spirale, Home Sweet Home e Bianco e nero a colori, del regista Jean-Jacques Annaud.

Jacques Perrin
Jacques Perrin

JACQUES PERRIN E NUOVO CINEMA PARADISO

Nel 1988 Perrin interpreta il ruolo di Salvatore da adulto in Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore: celeberrima e tra le più iconiche della storia del cinema è la scena finale del film, che vede protagonista proprio Perrin, in cui Salvatore guarda in una sala cinematografica una bobina fattagli avere dall’amico Alfredo con un montaggio di tutte le scene di baci censurate dai film proiettati nel Nuovo Cinema Paradiso.

– Desirée Maida

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.