Nasce Audiovisiva, la piattaforma che porta nel mondo i documentari sulla cultura italiana

L’impresa sociale punta a ridurre il gap culturale e tecnologico tra pubblico e grandi nomi della cultura, con una libreria di oltre 300 documentari

Audiovisiva
Audiovisiva

Se vi siete mai chiesti come rivedere i documentari di alto livello, presenti in piccole rassegne di nicchia o per magari soli due giorni al cinema, Audiovisiva fa per voi. Nuova piattaforma streaming on demand, audiovisiva.org riunisce e rende disponibile una selezione dei migliori documentari sui protagonisti della cultura italiana del XX e XXI secolo. Al centro del progetto c’è l’incontro con le figure chiave del XX e XXI secolo, da Marisa Merz a Gianni Berengo Gardin, da Carlo Scarpa a Michele De Lucchi, da Lina Bo Bardi a Luchino Visconti: architetti, designer, artisti, fotografi, registi, musicisti danno voce a storie iconiche, aneddoti, racconti di vita e progetti all’interno di una Wunderkammer digitale aperta al mondo intero. A partire da una libreria liberamente consultabile di oltre 300 documentari, la piattaforma offre (e continuerà a farlo, arricchendo il catalogo) una visione complessiva del patrimonio non fiction rendendo accessibili film prima introvabili.  

AUDIOVISIVA: CULTURA E TECNOLOGIA

La piattaforma unisce una forte vocazione culturale, che fa perno su ricerca autoriale e curatela dei contenuti, alle migliori tecnologie digitali: il tutto con una distribuzione multicanale sui mercati internazionali. Audiovisiva si propone di dare più ampia diffusione e accessibilità legale, tecnologica e linguistica a un patrimonio frammentato, poco fruibile e valorizzato, sostenendo allo stesso tempo la filiera creativa e produttiva del documentario culturale in una logica di ritorno e circolarità. Ricercatori, professionisti, curatori museali, appassionati, curiosi, docenti e studenti hanno a disposizione una mappa inedita per immergersi nella cultura italiana.

MODELLO DI BUSINESS DI UN PROGETTO CORALE

Fondata da Francisca Parrino, Alessandra de Antonellis e Barbara Carneglia come impresa sociale grazie al sostegno di Fondazione Cariplo, oggi Audiovisiva è l’unica realtà italiana ammessa tra i membri di Eurovod, il network delle piattaforme VOD europee indipendenti, e il primo aggregatore italiano per la piattaforma educational Kanopy. “Audiovisiva nasce dalla nostra passione per la cultura italiana e dalla volontà di allargarne la fruizione attraverso il film documentario” afferma Parrino, presidente di Audiovisiva, “per questo abbiamo voluto realizzare una piattaforma curata, senza rumore di fondo e distrazioni, proponendo la nostra ricerca a studenti, docenti, professionisti, curiosi e appassionati che vogliano esplorare le sorprendenti connessioni e geografie culturali che il patrimonio audiovisivo può offrire”. Nel caso di documentari a pagamento, i proventi delle vendite saranno diretti per la maggior parte a sostegno della filiera creativa e produttiva. Il 70% del prezzo pagato per vedere i film tramite lo store di Audiovisiva è destinato a chi detiene i diritti dell’opera (nella maggior parte dei casi il regista, trattandosi di produzioni indipendenti). Il restante 30% rimane ad Audiovisiva per sostenere i costi della piattaforma e del lavoro necessario ad alimentarla. 

I PRIMI DOCUMENTARI DISPONIBILI 

C’è solo l’imbarazzo della scelta tra i primi titoli già disponibili on demand: da una raccolta inedita di documentari sui progetti di restauro di Carlo Scarpa al pluripremiato film di Francesco Clerici girato nella Fonderia Battaglia di Milano durante la realizzazione delle sculture in bronzo di Velasco Vitali. Si può fare un salto dall’altro lato dell’oceano con il racconto di Arturo di Modica, l’artista da poco scomparso della statura del toro di Wall Street, o ascoltare i maestri della fotografia Gabriele Basilico e Gianni Berengo Gardin. Non mancano nemmeno delle chicche per gli amanti del cinema, tra i dietro le quinte dei set di Luchino Visconti nelle fotografie di scena di Mario Tursi o Giuliano Montaldo che racconta di come sia riuscito a far lavorare insieme Baez e Morricone, che per Sacco e Vanzetti hanno registrato la ballata diventata manifesto di un’intera generazione.

ALLA CONQUISTA DEL MONDO

Per massimizzare la possibilità di accesso ai filmati da parte degli utenti in tutto il mondo, Audiovisiva ha proposto un modello di distribuzione multicanale senza restrizioni territoriali: i film presenti nel catalogo sono accessibili, a seconda dei casi, attraverso lo store di Audiovisiva oppure attraverso piattaforme terze come iTunes, Google Play, Amazon Video (solo per Stati Uniti e Inghilterra), Vimeo on demand e Kanopy. In questo contesto, su modello di alcune grandi piattaforme internazionali, Audiovisiva offre un servizio di streaming educational pensato per scuole e università, che possono acquistare pacchetti di accessi per studenti e docenti. 

Giulia Giaume

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Giaume
Appassionata di cultura in ogni sua forma, è divoratrice di libri, spettacoli teatrali, mostre di arte figurativa e contemporanea. Avvicinatasi al giornalismo culturale con un corso sulla critica teatrale e cinematografica del maestro Daniel Rosenthal, cerca con ogni mezzo di replicare per iscritto la meraviglia che suscita in lei ogni manifestazione del genio umano. Laureata in Lettere, sta scrivendo la tesi di Scienze Storiche sulle aggregazioni sociali nate con le nuove forme abitative del secondo dopoguerra milanese, mentre conclude il master di giornalismo alla scuola Walter Tobagi. Scrive recensioni per Satisfiction e coltiva il suo senso del bello sul blog personale Cinquesensi.