Hamilton, The Prom, Ballo Ballo: tutte le declinazioni del musical in streaming

Più sfumature per il musical! Da Broadway a Disney+ un grande musical che unisce hip-hop, jazz, R&B. Su Netflix l’adattamento cinematografico con Meryl Streep e James Corden di uno degli spettacoli più recenti e pluripremiati. Su Amazon Prime Video una commedia musicale spagnola creata sulle canzoni di Raffaella Carrà

The Prom
The Prom

È sempre tempo di musical, anche se non troppo spesso questo genere incontra il benestare dei frequentatori della sala cinematografica; cosa diversa invece per il teatro! Pensando al grande schermo, se La La Land ha messo d’accordo quasi tutti, lo stesso non è stato per Cats. Il primo ha debuttato nelle sale nel 2016 con la regia di Damien Chazelle che, con tutto il cast tecnico e artistico, ha compiuto un vero miracolo di suoni e colori. La La Land è un vero caso cinematografico. Non solo ha aperto la Mostra del Cinema di Venezia di quell’anno ma qualche mese più tardi, nonostante la grande approvazione anche da parte della critica, ha visto soffiarsi da sotto il naso il Premio Oscar come Miglior Film. Cats, diretto da Tom Hooper, che aveva già diretto Les Misérables, è invece uscito nelle sale nel 2019 e nonostante avesse nel cast James Corden e Judy Dench è passato in sordina e ha ricevuto non poche critiche negative. Un film di certo complesso, non solo perché di genere e con una grande tradizione teatrale alle spalle con cui confrontarsi, ma anche perché mixa in modo non del tutto allettante il CGI e il live action. Più di recente e direttamente in streaming sono usciti altri musical differenti tra loro e che bene spiegano le varie possibilità che questo genere cinematografico può avere e sfruttare.

I MUSICAL IN STREAMING

Prendiamo ad esempio tre diverse operazioni: Hamilton, disponibile su Disney+ in lingua originale, che arriva da una grande storia teatrale ed è tra i musical più acclamati; The Prom, che negli ultimi anni ha scaldato le platee di Broadway tra glitter e inclusione, è in versione cinematografica su Netflix con la regia di Ryan Murphy; Ballo Ballo prodotto da Indigo Film e Rai Cinema è disponibile su Amazon Prime Video dallo scorso 25 gennaio, una commedia musicale ambientata negli sfavillanti anni ’70 in Spagna e con le canzoni di Raffaella Carrà.

Hamilton
Hamilton

HAMILTON

Dal teatro al cinema pur restando sul palcoscenico: la versione di Hamilton disponibile su Disney+ è la versione filmata della produzione originale di Broadway, in cui sono combinati tra loro i migliori elementi del teatro dal vivo, del cinema e dello streaming. Hamilton è la storia dell’America di un tempo, raccontata attraverso l’America di oggi. Con una colonna sonora che unisce hip-hop, jazz, R&B e Broadway, Hamilton ha ripreso la storia del padre fondatore americano Alexander Hamilton e ha creato un momento rivoluzionario nel teatro – un musical che ha avuto un profondo impatto sulla cultura, la politica e la formazione scolastica. Registrato al The Richard Rodgers Theatre di Broadway nel giugno del 2016, il film trasporta il suo pubblico nel mondo dello spettacolo di Broadway in modo unico e intimo. Con libretto, musica e testi di Lin-Manuel Miranda e regia di Thomas Kail, Hamilton è ispirato al libro Alexander Hamilton di Ron Chernow. Il musical teatrale è vincitore di 11 Tony Award, un GRAMMY Award e il Premio Pulitzer e vede nel cast Daveed Diggs nel ruolo di Marquis de Lafayette/Thomas Jefferson; Renée Elise Goldsberry in quello di Angelica Schuyler; Jonathan Groff è King George; Christopher Jackson interpreta George Washington; Jasmine Cephas Jones è Peggy Schuyler/Maria Reynolds; Lin-Manuel Miranda interpreta il ruolo di Alexander Hamilton; Leslie Odom, Jr. è Aaron Burr; Okieriete Onaodowan è Hercules Mulligan/James Madison; Anthony Ramos è John Laurens/Philip Hamilton; e Phillipa Soo interpreta Eliza Hamilton. Hamilton è al momento disponibile solo in lingua inglese con sottotitoli sempre in inglese. Come dichiarato da Lin-Manuel Miranda, poiché il film è arrivato su Disney+ a luglio 2020, 15 mesi prima del debutto previsto nei cinema, i sottotitoli nelle varie lingue saranno aggiunti prossimamente. Hamilton è la perfetta rappresentazione classica del musical che pur prestandosi a una regia più cinematografica conserva fermamente il suo universo teatrale.

the Prom
the Prom

THE PROM

Diretto da Ryan Murphy e interpretato anche da Tracey Ullman, Kevin Chamberlin, Mary Kay Place, Logan Riley, Nico Greetham, Sofia Deler e Nathaniel J. Potvin, The Prom è lo spettacolare adattamento cinematografico e dal grande cuore del pluripremiato musical di Broadway di Chad Beguelin, Bob Martin e Matthew Sklar, candidato ai Tony Award. The Prom ha diviso la critica. C’è chi ne ha scritto “come ammazzare un musical” (Rolling Stone Italia) e chi ha dato 4 stelle su 5 inserendolo nei film dell’era Biden (The Guardian). Il film inizia a Manhattan ma non è lì che si svolge. La scena si sposta poco dopo in una città di provincia dell’Indiana, dove una studentessa del liceo sta vivendo un momento molto spiacevole: l’associazione genitori-insegnanti le vieta di partecipare al ballo di fine anno con la sua ragazza. Qui, in suo soccorso e anche per sfruttare un certo impatto mediatico, arrivano alcune star del palcoscenico di New York City che, essendo in una fase decadente del loro percorso lavorativo, sono in cerca di visibilità. The Prom unisce questi due mondi, quello dello star system rappresentato da un gruppo di attori di successo che tenta disperatamente di riabilitare la propria immagine pubblica attraverso la storia di una ragazza di provincia che da sola lotta per essere riconosciuta e accettata, per poter vivere il proprio amore in piena libertà. The Prom è un film di per sé banale e con una storia “telefonata”. Un musical che usa tematiche attuali e forti in chiave semplice e che offre allo spettatore uno spettacolo godibile e anche divertente. Un film di intrattenimento che mette allo specchio il narcisismo di alcuni e il razzismo di altri, mantenendo al centro di tutto l’amore, per se stessi, per gli altri, di genere.

Ballo ballo
Ballo ballo

BALLO BALLO

Ballo Ballo è una commedia musicale ambientata negli sfavillanti anni ’70 in Spagna, periodo segnato anche da una rigida censura dei costumi. Il film avrebbe dovuto aprire la passata edizione del Torino Film Festival, ma una volta annunciata la sola versione online del festival, ha preferito aspettare per il suo debutto, arrivando nel nuovo anno direttamente su Amazon Prime Video. Ballo Ballo è un film musical che attira su di sé molta attenzione perché costruito cn le canzoni di Raffaella Carrà. Seppur il film non sia così accattivante o interessante come sulla carta, regala grande allegria e qualche momento di ballo. È la storia di Maria, una ragazza piena di vita e voglia di libertà, con la grande passione del ballo. Dopo avere abbandonato il suo promesso sposo davanti all’altare di una chiesa di Roma, torna a Madrid per scoprire cosa vuole davvero dalla vita. Va a vivere con la sua amica Amparo e con un colpo di fortuna riesce a entrare nel corpo di ballo del programma di maggior successo del momento, “Las noches de Rosa”. Lì si innamora di Pablo, figlio del temibile censore televisivo Celedonio, che sta seguendo le orme del padre nell’emittente televisiva. Quando è lì, nella piena realizzazione del suo sogno, Maria si rende conto che serve molto coraggio nel superare ogni regola ingiusta. Da vedere in lingua originale, se possibile!

– Margherita Bordino

ACQUISTA QUI il libro sui musical

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.