Nasce a Roma la Fondazione In Between Art Film. Alessandro Rabottini direttore artistico

In otto anni di vita, la casa di produzione conematografica In Between Art Film ha sostenuto la produzione di artisti internazionali e supportato attività e manifestazioni. Ora proseguirà con maggiore forza su questa linea, costituendosi come fondazione

Alessandro Rabottini. Ph. Marco De Scalzi
Alessandro Rabottini. Ph. Marco De Scalzi

Alessandro Rabottini, da poco sceso dal trono della fiera miart (passando il testimone a Nicola Ricciardi), è stato nominato direttore artistico della nuova Fondazione In Between Art Film, nata a Roma per la volontà della Presidente Beatrice Bulgari. La casa di produzione cinematografica, fondata nel 2012 per sostenere artisti e manifestazioni della scena culturale contemporanea, ora compie un passo in avanti. Il rapporto tra In Between Art Film e Rabottini è consolidato da anni grazie alla partecipazione della casa di produzione a miart, con una collaborazione iniziata nel 2016 (all’epoca del precedente direttore, Vincenzo De Bellis) sui talk della fiera milanese. Nel suo nuovo incarico, Rabottini non sarà da solo, ma affiancato da un team incaricato dello sviluppo del programma culturale: ci saranno Leonardo Bigazzie Paola Ugolininel ruolo di curatori, già impegnati insieme nel primo progetto promosso dall’istituzione Mascarilla 19 – Codes of Domestic Violence (ve ne avevamo parlato nel dettaglio qui), progetto nato sotto il lockdown per dar voce all’emergenza dell’incremento di violenza domestica ai danni delle donne durante i mesi di quarantena.

FONDAZIONE IN BETWEEN ART FILM. LE PAROLE DI ALESSANDRO RABOTTINI

Sono il nuovo direttore della Fondazione”, annuncia un entusiasta Rabottini sulla sua pagina Facebook. “Ideata da Beatrice Bulgari, questa nuova realtà incoraggerà il dialogo tra diverse discipline artistiche e supporterà artisti e istituzioni attive nel campo delle immagini in movimento. Lavorerò con un grande team di professionisti che mi hanno già insegnato molto: i miei colleghi Leonardo Bigazzi e Paola Ugolini, curatori, e Alessia Carlino, la nostra instancabile Project Manager”. E prosegue: “abbiamo già lavorato insieme negli ultimi mesi su 8 film artistici che ora comprendono il programma ′Mascarilla 19-Codici di violenza domestica, che a partire da ottobre sarà proiettato al Museo MAXXI di Roma. Sono davvero entusiasta di esplorare, insieme ai miei colleghi, gli incroci creativi tra cinema, video, performance e installazione, tutti i campi che si trovano al centro della missione di Fondazione In Between Art Film attraverso nuove commissioni, progetti collaborativi e partnership”.

NASCE LA FONDAZIONE IN BETWEEN ART FILM. LE PAROLE DI BEATRICE BULGARI

Da quando è iniziata l’avventura di In Between Art Film nel 2012 ho avuto la fortuna di accompagnare nel loro percorso creativo tanti talenti che hanno arricchito e trasformato i linguaggi del video, del film, della performance e dell’installazione”, commenta Beatrice Bulgari. “Le produzioni e i progetti che abbiamo fino ad ora sostenuto hanno costituito momenti di crescita per me e per le persone che con me lavorano e ci hanno sempre di più fatto comprendere come gli artisti riescano a ridefinire continuamente la nostra comprensione della realtà. Le immagini in movimento ci emozionano, ci informano, ci scuotono e ci fanno riflettere: esse sono uno straordinario strumento di relazione con il mondo che ci circonda. È con questo bagaglio di esperienza e di scoperta che sono felice di intraprendere un nuovo percorso attraverso la costituzione della Fondazione In Between Art Film, proseguendo nel sostegno ai nuovi linguaggi delle immagini in movimento e accogliendo nuove voci e professionalità come quelle di Alessandro Rabottini, Leonardo Bigazzi e Paola Ugolini, che già mi hanno accompagnato in questi mesi nello sviluppo di un progetto così urgente come Mascarilla 19. È un privilegio poter contribuire alla sensibilizzazione su un argomento così drammatico come la violenza domestica attraverso la visione e lo sguardo delle artiste e degli artisti“.

IN BETWEEN ART FILM DIVENTA FONDAZIONE

Insomma, la direzione resterà invariata: come fatto fin ora, la Fondazione continuerà ad impegnarsi per contribuire al dibattito artistico internazionale, approfondendo la riflessione sulla natura, il ruolo e le potenzialità delle immagini in movimento all’interno della sfera contemporanea. In circa otto anni di vita, In Between Art Film ha supportato numerose produzioni di artisti e registi–tra cui protagonisti della scena internazionale, come Yuri Ancarani, Vanessa Beecroft, Pierre Bismuth, Jordi Colomer, Adelita Husni-Bey, William Kentridge, Diego Marcon, MASBEDO, Shirin Neshat, Orhan Pamuke eAngela Ricchi Lucchi / Yervant Gianikian, oltre ad aver sostenuto manifestazioni e progetti di importanti istituzioni, come la Biennale Arte di Venezia, il MAXXI–Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, la Tate Modern di Londra, Documenta 14 e Manifesta 12.

-Giulia Ronchi

http://inbetweenartfilm.com/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.