Lost in projecton. Their finest

0
96

Datata 2016, la pellicola “Their finest” racconta la storia di due giovani impegnati a risollevare gli animi durante la Seconda Guerra Mondiale con un film di propaganda.

Londra, 1940. Catrin Cole, giovane promessa sposa di uno squattrinato pittore non idoneo alla leva, riesce a ottenere un posto da sceneggiatrice nella sezione Cinema del Ministero dell’Informazione britannico. Chiamata ad “addolcire” con il suo tocco femminile le pagine di diverse produzioni televisive, si troverà presto a lavorare con l’autore Tom Buckley alla sceneggiatura del film di propaganda più ardentemente atteso dal popolo e dal governo inglese dopo il tragico epilogo di Dunkirk.
Tratto dal romanzo del 2009 Their finest hour and a half di Lissa Evans, il lungometraggio della regista danese Lone Scherfig è ambientato in una Londra bombardata, affamata e abbattuta dall’esito degli ultimi eventi bellici. All’interno di questa drammatica cornice storica, la neo-sceneggiatrice Catrin Cole e il giovane produttore e co-autore Tom Buckley si cimentano in una tragicomica avventura cinematografica per risollevare l’animo del popolo inglese attraverso la realizzazione di un epico e commovente film di propaganda.

DRAMMA BELLICO E COMMEDIA ROMANTICA

Con Their Finest Lone Scherfig – già nota per alcune pellicole di successo, tra cui il dogmatico Italiano per principianti e An Education – realizza con intelligenza, leggerezza e ironia la combinazione perfetta tra un dramma bellico, una commedia romantica e un metafilm che ritrae con incredibile realismo i meccanismi dell’industria cinematografica. Braccata da un cast eterogeneo e caratteriale (composto da attori alle prime armi e dal bizzoso divo Ambrose Hilliard, interpretato da un magnifico Bill Nighy), schiacciata dalle pressioni dei rappresentanti di governo (in primis il Ministero della Guerra e quello dei Trasporti, preoccupati di non apparire abbastanza efficienti agli occhi della nazione) e scoraggiata dai continui bombardamenti tedeschi, la coppia di scrittori dovrà trasformare un banale episodio di guerra in un capolavoro di equilibri diplomatici e ingegno letterario. Ci riuscirà solo grazie all’intuitivo cinismo di Buckely e alla pragmatica elasticità intellettuale di Mrs Cole, candida personificazione di un’eroina inconsapevole, dotata di talento, romanticismo e intraprendenza.

Lone Scherfig, Their finest (2016)
Lone Scherfig, Their finest (2016)

TRA FINZIONE E REALTÀ

Ispirati dal fallito tentativo di due sorelle di andare a recuperare le truppe inglesi dalle spiagge di Dunkirk con la piccola imbarcazione rubata al padre (e fermatasi poi a poche miglia dalla costa per un’avaria al motore), i due scrittori riusciranno a costruire un impianto narrativo capace di modellarsi, adattandosi a ogni nuova stravagante richiesta, imprevisto o cambiamento. Con The Nancy Starling, questo il titolo dell’opera tanto attesa, i due giovani autori realizzeranno, come richiesto, un capolavoro di “autenticità e ottimismo”, un film in cui, forse per la prima volta nella storia del cinema, i personaggi maschili e quelli femminili si divideranno equamente a metà le battute sul grande schermo.

Giulia Pezzoli

Regno Unito – Svezia, 2016
Regia: Lone Scherfig
Genere: commedia romantica, dramma bellico
Sceneggiatura: Gaby Chiappe
Cast: Gemma Arterton, Sam Claflin, Bill Nighy, Jack Huston, Helen McCrory, Eddie Marsan, Jeremy Irons
Durata: 110’

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #51

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Pezzoli
Giulia Pezzoli (Bologna 1978) si occupa di arte contemporanea dal 2003. Ha lavorato per la Fondazione Querini Stampalia di Venezia, per la 50esima Biennale d'Arte di Venezia, per il Centro d'Arte Contemporanea di Villa Manin e per il MAMbo di Bologna per cui tutt'ora lavora. Scrive d'arte e di cinema da diversi anni.