Rey e Kylo Ren scolpiti nell’arte e nel cinema. Gli eroi di Star Wars diventano statue di marmo

Due eroi del grande schermo scolpiti con il marmo di Carrara. Rey e Kylo Ren ancora prima di debuttare al cinema nell’ultimo film della trilogia dedicata agli Skywalker, celebrano l’arte scultorea e il lavoro secolare delle botteghe storiche. È il presente più pop che incontra il classicismo più amato

Kylo Ren e Rey di Star Wars - sculture di Paolo Noto e Fabrizio Lorenzani
Kylo Ren e Rey di Star Wars - sculture di Paolo Noto e Fabrizio Lorenzani

Star Wars “sfida” l’arte classica. Dallo scorso 16 dicembre presso la Galleria Sala Blu di Roma sono esposti due busti ritraenti il volto di Kylo Ren e di Rey. Un anti-eroe e un’eroina scolpiti, con il marmo di Carrara, nella memoria e nel tempo, oltre che nel cuore dei tantissimi fan in trepida attesa per il film conclusivo della terza trilogia della saga cinematografica più popolare di sempre. Star Wars: L’ascesa di Skywalker di J.J. Abrams è infatti nelle sale italiane dal 18 dicembre e promette già di essere il film “di Natale”. Tantissimi artisti hanno regalato ai posteri con l’uso del marmo alcune storie incredibili, direttamente dalla mitologia o dalle sacre scritture. Altri hanno usato il marmo per incidere ulteriormente alcune vicende o volti della storia, e ora Kylo Ren e Rey entrano di diritto in questa “tradizione” in quanto personaggi cinematografici destinati a conquistare la Galassia, oltre che il botteghino. Le sculture di marmo, che celebrano l’uscita del nuovo film, rappresentano quindi due moderni eroi, e prendono spunto dai numerosi busti collocati sul colle del Gianicolo di Roma, busti raffiguranti patrioti italiani e stranieri che durante il Risorgimento hanno combattuto con le armi o con la parola per l’unificazione dell’Italia.

SFIDA O ALLEANZA PER REY E KYLO REN?

Rey e Kylo Ren assumono così un valore ancora più alto ed epico in questa forma scultorea. Simbolo di combattenti per la patria, con le dovute sfumature. Ma cosa accade in Star Wars: L’ascesa di Skywalker? Un anno dopo gli eventi del precedente film, Gli ultimi Jedi, la Resistenza sopravvissuta o quello che ne rimane affronta ancora una volta il Primo Ordine. Dopo che Resistenza è stata decimata dal Primo Ordine, si tentano nuovi assembramenti ed è per questo che vediamo per la prima volta Finn, Poe e Rey uniti per combattere fianco a fianco. Dal passato tornano nuove minacce, ma di certo questo film permetterà di scoprire qualcosa in più sul passato di Rey, l’eroina della nuova trilogia che ha definitamente abbracciato il Lato Chiaro della Resistenza, e sull’identità dei suoi genitori, che, secondo i capitoli precedenti, l’hanno abbandonata durante la tenera età. Sarà proprio lo scontro tra Rey e Kylo Ren il motore di tutta la narrazione, come si vede nel trailer in una scena in cui i due si affrontano sotto la pioggia. E se la trilogia finisse con un’alleanza tra Rey e Kylo Ren? Nell’attesa di sapere le reazioni del pubblico per la chiusura della trilogia, abbiamo fatto una brevissima chiacchierata con i due autori dei busti che raffigurano i due “avversari”, Paolo Noto e Fabrizio Lorenzani.

Come si lavora un materiale considerato “vivo” per creare personaggi che sono a confine tra finzione e “realtà fantastica” e che valore aggiunto dà un materiale così prezioso, usato nella storia dai grandi scultori (es. Michelangelo o Botero)?

LORENZANI: Il Marmo di Carrara è una pietra preziosa e unica, usata dai tempi degli etruschi per immortalare per l’eternità la loro immagine e le loro gesta. Per questo utilizzarla oggi per realizzare e scolpire il busto di questi personaggi, li inserisce di diritto tra le icone di sempre. Artisti come Michelangelo, Bernini, Canova l’hanno usata per immortalare i più coraggiosi e importanti eroi della storia, dai condottieri romani agli eroi del Risorgimento del Gianicolo. Oggi noi, eredi delle botteghe di quel tempo, la utilizziamo per rendere omaggio ai grandi del presente.
NOTO: Per realizzarle, abbiamo studiato le personalità di entrambi i personaggi, la loro anima, le loro storie. La contrapposizione tra il bene e il male e le origini nei personaggi di Luke Skywalker e Darth Vader, i cui eredi sono appunto Rey, eroina Jedi e Kylo Ren, anti-eroe negativo.

La mitologia e le scritture sacre sono state in generale la prima fonte di ispirazione per gli artisti. Dalla mitologia e dalle sacre scritture arrivano gli eroi di ieri. Gli eroi di oggi arrivano per lo più dai fumetti e dal cinema. I due personaggi che avete realizzato con il marmo sono a modo loro degli eroi di oggi. Cosa vuol dire per voi confrontarvi con questi eroi?

LORENZANI: Gli eroi del Gianicolo sono stati la nostra ispirazione per immortalare i due personaggi di Star Wars, e ci siamo confrontati con loro proprio come avremmo fatto con un grande del passato: Rey e Kylo Ren che sono oggi gli eredi di quei condottieri antichi.
NOTO: Questo progetto per noi è stata una sfida e una grande opportunità, come due grandi artisti abbiamo scolpito nella pietra due tra gli eroi contemporanei più famosi ad oggi.

Siete consapevoli che questi due busti potrebbero entrare di diritto nella vasta gamma di gadget nerd per i tanti fan di Star Wars?

LORENZANI: Magari, ne saremmo davvero soddisfatti.
NOTO: Sarebbe un gadget per appassionati niente male… Se volete sapete dove trovarci!

– Margherita Bordino

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.