Da Bill Murray a Greta Garbo. Roma si prepara alla Festa del Cinema 2019

L’immagine ufficiale della 14esima Festa del Cinema di Roma vede protagonista Greta Garbo. Un annuncio di una bellezza rara come quella dell’attrice e, in attesa di scoprire il programma, la vera star della prossima edizione è il camaleontico e inimitabile Bill Murray

Dettaglio Locandina Festa del Cinema Roma 2019 - Greta Garbo used with permission by Harriet Brown & Co., Inc. All rights reserved. Photo by Donaldson Collection / Moviepix via Getty Images
Dettaglio Locandina Festa del Cinema Roma 2019 - Greta Garbo used with permission by Harriet Brown & Co., Inc. All rights reserved. Photo by Donaldson Collection / Moviepix via Getty Images

Dal Lido di Venezia al cuore di Roma. La Festa del Cinema è alle porte. Poco più di un mese (dal 17 al 27 ottobre 2019) e l’Auditorium Parco della Musica tornerà a brillare di star italiane e internazionali. Prima di tutto la locandina: l’immagine ufficiale della 14esima edizione ritrae l’incantevole Greta Garbo. La Festa del Cinema dedica quindi la kermesse alla prima grande diva della storia del cinema. Quinto anno per Antonio Monda alla Direzione artistica e primo da Presidente di Fondazione Cinema per Roma per Laura Delli Colli, la Festa del Cinema si preannuncia più pop del solito, con l’immenso contributo che arriva anche della sezione parallela e indipendente, Alice nella Città, che si lancia in una preapertura – il 7 ottobre – con Maleficent e le sue protagoniste, Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer.

Greta Garbo used with permission by Harriet Brown & Co., Inc. All rights reserved. Photo by Donaldson Collection / Moviepix via Getty Images
Greta Garbo used with permission by Harriet Brown & Co., Inc. All rights reserved.
Photo by Donaldson Collection / Moviepix via Getty Images

LA FESTA DEL CINEMA 2019 ALL’INSEGNA DI GRETA GARBO

La 14esima edizione della Festa del Cinema sceglie di giocare con i lineamenti delicati e il fascino misterioso di Greta Garbo. “In Viale del Tramonto, la protagonista Norma Desmond rimpiange il cinema muto, in cui non c’era bisogno di dialoghi: ‘Noi avevamo le facce’, dice, ma poi ci ripensa e aggiunge: ‘Solo una l’aveva, la Garbo’. L’immagine scelta per la Festa”, spiega Antonio Monda, “celebra il volto e la grandezza della divina Garbo, proprio nel suo primo film sonoro The Kiss: è un’immagine piena di mistero e sensualità, che ne celebra il fascino irresistibile e senza tempo”. La diva in locandina è nata in Svezia ma naturalizzata in America. È la prima grande icona di bellezza della settima arte, simbolo di quella femminilità degli anni ’20 che si impose in tutto il mondo e che seppe conquistare il pubblico con il suo carisma e magnetismo. La foto scelta per rappresentare la quattordicesima edizione della Festa è un omaggio alla bellezza del cinema ed è stata scattata in occasione delle riprese del film del 1929, Il bacio (The Kiss).

FESTA DEL CINEMA 2019. PRIME ANTICIPAZIONI

Qualche anticipazione sulla Festa del Cinema è già stata diffusa. Riguarda principalmente la parte dedicata agli incontri con i grandi talenti della settima arte e il pubblico. La sezione Incontri Ravvicinati prevede quindi la presenza del regista parigino Olivier Assayas, l’autore di numerosi bestseller Bret Easton Ellis, il Premio Oscar Ron Howard, uno degli autori orientali più amati Kore-eda Hirokazu e il regista francese Bertrand Tavernier. La vera stella della 14esima Festa del Cinema è al momento l’attore Bill Murray, uno degli interpreti più amati a livello globale, che riceverà il Premio alla Carriera. A consegnare il Premio sarà Wes Anderson, amico caro della Festa, che lo ha diretto in alcuni dei suoi ruoli più iconici. In questa occasione, Bill Murray sarà protagonista di un Incontro Ravvicinato condotto dallo stesso Anderson. Un momento già storico per gli amanti del cinema! Il programma della nuova edizione della Festa del Cinema sarà svelato il prossimo 4 ottobre.

– Margherita Bordino

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.