Su Sky Arte: un documentario dedicato ai giovani migranti

I racconti di giovani viaggiatori migranti sono al centro del documentario in onda sul canale tematico satellitare. Un invito a credere nella cultura della inclusione.

Tumaranké su Sky Arte
Tumaranké su Sky Arte

È un film corale e dalle sfumature fortemente attuali Tumaranké, la pellicola in onda su Sky Arte lunedì 19 agosto. Parola che in lingua bambara definisce chi si mette in viaggio alla ricerca di un futuro migliore, Tumaranké è il risultato del progetto Re-future, che ha coinvolto un gruppo di minori in un workshop di educazione all’immagine e filmmaking; un percorso lungo un anno per sensibilizzare e stimolare il loro sguardo sulla realtà e imparare a esprimersi utilizzando in modo più consapevole uno strumento di uso comune, lo smartphone. Sono proprio i giovani “viaggiatori” i protagonisti di quest’opera, che riunisce 38 testimonianze dense di emozioni e vita vissuta. Ne esce un affresco della loro esistenza in Italia, delle comunità nelle quali risiedono, delle nuove amicizie, dei sogni, delle fragilità, dei momenti di solitudine, della nostalgia di casa, dell’inserimento in nuovo Paese. Un messaggio di speranza, per affermare che la cultura dell’inclusione è possibile, gettando così le fondamenta per un futuro comune.

I PROTAGONISTI

C’è Mor, diciassettenne del Gambia che si riprende mentre scrive un diario per poter raccontare un giorno ai suoi figli questo momento della sua vita. Ahmed, della Costa d’Avorio, che non ha ripreso mai se stesso ma ha filmato con spirito documentaristico i suoi amici, le lezioni a scuola e la vita a Ortigia. Lamin, della Guinea, che adesso lavora in un negozio di riparazione elettronica e si filma soddisfatto mentre ripara uno smartphone e formatta un computer. E come loro tanti altri giovani in cerca di un’opportunità. La fase di montaggio del film è stata curata da Marta Tagliavia e Camilla Paternò, che hanno lavorato partendo dai quasi 1000 video realizzati dai ragazzi nel corso dell’anno per strutturare il film. “Per i nativi digitali il video e i social sono ormai un’estensione tecnologica della conoscenza. I migranti minori vivono a cavallo di due mondi, hanno alle spalle storie incredibili e come tutti gli adolescenti hanno bisogno di ridefinire gradualmente la loro identità”, ha sottolineato Camilla Paternò.

Il sito di Sky Arte è powered by Artribune, che ne cura contenuti e interfaccia digitale. Scoprite a questo link le novità di palinsesto e le news che arricchiscono il portale del primo canale televisivo culturale italiano in HD…

http://arte.sky.it

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.