Il mondo del cinema si schiera col Cinema America di Roma. Che rilancia nell’estate 2019

Alcuni Premi Oscar si sono schierati dalla parte dei ragazzi del Cinema America dopo gli atti di violenza ingiustificata subiti nei giorni scorsi. È il grande cinema che guarda con ammirazione e solidarietà alle belle iniziative.

Cinema America
Cinema America

Esprimiamo tutta la nostra solidarietà ai ragazzi e le ragazze aggredite a Roma, nonché all’esperienza del Cinema America e a tutti quei giovani che creano un dialogo tra il mondo dell’arte e le persone. È inammissibile che ci sia ancora chi pensa di imporre il proprio pensiero con l’uso della violenza. Non si può accettare una ferita del genere, inferta non solo al mondo del cinema e dell’arte ma al mondo tutto”. È il messaggio di solidarietà arrivato da alcuni Premi Oscar per i Ragazzi del Cinema America. Francis Ford Coppola, Alfonso Cuarón, Willem Dafoe, Guillermo del Toro, Stephen Frears, Costa-Gavras, Richard Gere, Amos Gitai, Alejandro González Iñárritu, Jeremy Irons, JR, Babak Karimi, Mathieu Kassovitz, Spike Lee, John Malkovich, Radu Mihăileanu, Keanu Reeves, Paul Schrader, Wim Wenders, Debra Winger sono i firmatari di questo messaggio. È il grande cinema che sostiene le iniziative di chi con passione e ostinazione continua a parlare di cinema, a mostrarlo nelle grandi piazze e a creare nuovi momenti di confronto e condivisione.

I NOSTRI RAGAZZI HANNO VINTO

L’appello che ha mosso questi Premi Oscar nasce dalla generosità e dall’affetto nei confronti dei ragazzi del Cinema America da parte di Alberto Barbera, Direttore Artistico della Mostra del Cinema di Venezia, Antonio Monda, Direttore Artistico della Festa del Cinema di Roma e Nathalie Baldascini, storica collaboratrice del compianto maestro Bernardo Bertolucci. Coloro che possono essere indicati tra i primi firmatari di questa solidarietà. Un gesto forse inaspettato ma bellissimo. Un gesto che viene, ancor prima che dall’estero, da quelle persone che da tanti anni fanno parte del cinema italiano con intelligenza e generosità. A pochi giorni dalle aggressioni subite, pur con qualche ferita qua e là, i Ragazzi del Cinema America possono dire di “avere vinto”. Il loro amore verso il cinema è talmente grande e senza interessi da travolgere e coinvolgere tutti, anche personalità di spicco del settore. A queste tristi aggressioni non c’è quindi altra risposta che continuare a scendere in Piazza San Cosimato, alla Cervelletta, al Porto di Ostia e sostenere il cinema e i ragazzi del Cinema America. 

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

“Il Cinema in piazza” è in corso e lo sarà fino al 1 agosto e a breve arriveranno di persona l’artista francese JR, ricordando Agnès Varda con la proiezione di “Visages, villages” (10 Luglio a Cervelletta), l’attrice statunitense Debra Winger per la presentazione de “Il tè nel deserto” in omaggio a Bernardo Bertolucci (25 Luglio a San Cosimato), e l’attore-regista francese Mathieu Kassovitz per l’incontro e proiezione della sua opera di regia “L’odio” (spostato intanto al 28 Luglio, sempre a San Cosimato). A questi si aggiungeranno altri artisti italiani quali Valerio Mastandrea, Paolo Sorrentino, Gabriele Mainetti, Claudio Santamaria, Pierfrancesco Favino, Matteo Garrone e tanti altri.

Margherita Bordino

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.