Lost in projection. The Bachelors di Kurt Voelker

0
251

La rubrica dedicata ai film che meritano di essere rivisti accende i riflettori su “The Bachelors”, pellicola diretta da Kurt Voelker nel 2017.

In seguito alla prematura scomparsa della moglie, Bill Palet decide di trasferirsi in una nuova città con il figlio adolescente Wes. Ancora molto provati dal recente lutto, padre e figlio cercano, con apparente serenità, di ricominciare una nuova vita, iniziando un lungo processo di adattamento al nuovo ambiente scolastico e lavorativo. Sarà grazie al supporto e alle attenzioni di una sensibile collega e di una scontrosa compagna di scuola che lentamente entrambi riusciranno a uscire da una dolorosa impasse emotiva.
Al suo secondo lungometraggio, Kurt Voelker scrive una sceneggiatura rigorosa e calibrata, capace di evitare la facile retorica e di analizzare sentimenti e pulsioni con umanità e indulgenza. The Bachelors (film che in Italia non è stato distribuito nelle sale, come tutti quelli segnalati in questa rubrica) è un delicato e commovente viaggio nel lutto, nel dolore di una perdita da cui è difficile risollevarsi, ma è allo stesso tempo un pungente ritratto delle debolezze di una generazione (la nostra) egoista, incapace di affrontare con coraggio problemi e difficoltà e di trarre dagli ostacoli forza e lucidità.

LA TRAMA

Protagonisti di questo toccante racconto sono padre e figlio, rispettivamente interpretati da un eccezionale J. K. Simmons e dall’esordiente Josh Wiggins. Alla disperata ricerca di un nuovo equilibrio, fra memorie troppo ingombranti e timidi slanci verso il futuro, Bill e Wes combattono ogni giorno contro depressione e disperazione. Fuggiti in piena notte da una casa piena di ricordi, si trasferiscono, cercano di adattarsi, si allontanano, si avvicinano, conoscono persone nuove e rispettivamente, nel profondo, cercano di trovare una cura efficace contro un dolore sordo e costante. Sarà solo la spinta generata dall’inattesa nascita di due relazioni a sbloccare qualcosa dentro di loro e a dare inizio a un’incontrollabile spirale di eventi.
The Bachelors descrive senza sentimentalismi e con lucidità una contemporaneità desolante, che non ammette debolezze, tanto proiettata verso il futuro da non lasciare spazio al presente. Voelker ci immerge con ritmo e ironia tra le falle di un’umanità spaventata a morte, afflitta da una profonda solitudine e da un radicato individualismo, lasciandoci comunque continuare a sperare di fronte al potere salvifico dell’amore e alla supremazia della volontà.

Giulia Pezzoli

USA, 2017
Regia: Kurt Voelker
Genere: commedia, drammatico
Sceneggiatura: Kurt Voelker
Cast: J.K. Simmons, Julie Delpy, Josh Wiggins, Odeya Rush e Harold Perrineau
Durata: 99’

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #49

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Pezzoli
Giulia Pezzoli (Bologna 1978) si occupa di arte contemporanea dal 2003. Ha lavorato per la Fondazione Querini Stampalia di Venezia, per la 50esima Biennale d'Arte di Venezia, per il Centro d'Arte Contemporanea di Villa Manin e per il MAMbo di Bologna per cui tutt'ora lavora. Scrive d'arte e di cinema da diversi anni.