David di Donatello 2019, i film in gara. Domina su tutti Dogman

Annunciati i film candidati ai David di Donatello 2019. Matteo Garrone e Marcello Fonte accompagneranno nuovamente Dogman sul red carpet e per la prima volta la quota rosa si impone nelle cinquine più importanti con Lazzaro Felice ed Euforia.

Matteo Garrone, Dogman
Matteo Garrone, Dogman

Si avvicina la notte dei David di Donatello, la notte del cinema italiano. Piera Detassis, direttore artistico dell’Accademia, ha annunciato le candidature, riguardanti i film usciti al cinema dal 1 gennaio al 31 dicembre 2018. Domina su tutti Dogman di Matteo Garrone con 15 candidature, seguito da Capri Revolution (13) di Mario Martone, Loro (12) di Paolo Sorrentino, Chiamami col tuo nome (12) di Luca Guadagnino, Lazzaro felice (9) di Alice Rohrwacher e Sulla mia pelle (9) di Alessandro Cremonini. Per la prima volta due donne, due registe sono candidate nella cinquina di Miglior Film e Migliore Regia. Insieme alla Rohrwacher, che con il suo film ha ricevuto riconoscimenti da tutta la stampa internazionale, l’altra donna è Valeria Golino con Euforia. Film che si dividono tra storie d’amore e di cronaca, e che tutti in un modo o nell’altro scuotono le coscienze. Appuntamento il 27 marzo su Rai 1 in prima serata.

MIGLIOR FILM
Chiamami col tuo nome
Dogman
Euforia
Lazzaro felice
Sulla mia pelle

MIGLIOR REGIA
Mario Martone per CapriRevolution
Luca Guadagnino per Chiamami col tuo nome
Matteo Garrone per Dogman
Valeria Golino per Euforia
Alice Rohrwacher per Lazzaro felice

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE PREMIO GIAN LUIGI RONDI
Luca Facchini per Fabrizio De André Principe libero
Simone Spada per Hotel Gagarin
Fabio e Damiano D’Innocenzo per La terra dell’abbastanza
Valerio Mastandrea per Ride
Alessio Cremonini per Sulla mia pelle

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE
Dogman
Euforia
La terra dell’abbastanza
Lazzaro felice
Sulla mia pelle

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
Chiamami col tuo nome
Ella & John (The Leisure Seeker)
Il testimone invisibile
La profezia dell’armadillo
Sono tornato

MIGLIOR PRODUTTORE
Chiamami col tuo nome
Dogman
La terra dell’abbastanza
Lazzaro felice
Sulla mia pelle

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Marianna Fontana per CapriRevolution
Pina Turco per Il vizio della speranza
Elena Sofia Ricci per Loro
Alba Rohrwacher per Troppa Grazia
Anna Foglietta per Un giorno all’improvviso

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Marcello Fonte per Dogman
Riccardo Scamarcio per Euforia
Luca Marinelli per Fabrizio De André- Principe libero
Toni Servillo per Loro
Alessandro Borghi per Sulla mia pelle

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Donatella Finocchiaro per CapriRevolution
Marina Confalone per Il vizio della speranza
Nicoletta Braschi per Lazzaro felice
Kasia Smutniak per Loro
Jasmine Trinca per Sulla mia pelle

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Massimo Ghini per A casa tutti bene
Edoardo Pesce per Dogman
Valerio Mastandrea per Euforia
Ennio Fantastichini per Fabrizio De André – Principe libero
Fabrizio Bentivoglio per Loro

MIGLIOR AUTORE DELLA FOTOGRAFIA
Michele D’Attanasio per CapriRevolution
Sayombhu Mukdeeprom per Chiamami col tuo nome
Nicolaj Bruel per Dogman
Paolo Carnera per La terra dell’abbastanza
Hélène Louvart per Lazzaro felice

MIGLIORE MUSICISTA
Nicola Piovani per A casa tutti bene
Sascha Ring, Philipp Thimm per CapriRevolution
Michele Braga per Dogman
Nicola Tescari per Euforia
Lele Marchitelli per Loro
MOKADELIC per Sulla mia pelle

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
A casa tutti bene
” L’INVENZIONE DI UN POETA “
musica di Nicola PIOVANI
testo di Aisha CERAMI, Nicola PIOVANI
interpretata da TOSCA

CapriRevolution
” ARACEAE “
musica di Sascha RING, Philipp THIMM
testo di Simon BRAMBELL
interpretata da Sascha RING

Chiamami col tuo nome
” MISTERY OF LOVE “
musica, testo e interpretazione di Sufjan STEVENS

Il vizio della speranza
” ‘A SPERANZA “
musica, testo e interpretazione di Enzo Avitabile

Loro
” ‘NA GELOSIA “
musica di Lele MARCHITELLI
testo di Peppe SERVILLO
interpretata da Toni SERVILLO

MIGLIORE SCENOGRAFO
Giancarlo Muselli per CapriRevolution
Samuel Deshors per Chiamami col tuo nome
Dimitri Capuani per Dogman
Emita Frigato per Lazzaro felice
Stefania Cella per Loro

MIGLIORE COSTUMISTA
Ursula Patzak per CapriRevolution
Giulia Piersanti per Chiamami col tuo nome
Massimo Cantini Parrini per Dogman
Loredana Buscemi per Lazzaro felice
Carlo Poggioli per Loro

MIGLIOR TRUCCATORE
Alessandro D’Anna per CapriRevolution
Fernanda Perez per Chiamami col tuo nome
Dalia Colli, Lorenzo Tamburini per Dogman
Maurizio Silvi per Loro
Roberto Pastore per Sulla mia pelle

MIGLIOR ACCONCIATORE
Gaetano Panico per CapriRevolution
Manolo Garcia per Chiamami col tuo nome
Daniela Tartari per Dogman
Aldo Signoretti per Loro
Massimo Gattabrusi per Moschettieri del re- La penultima missione

MIGLIORE MONTATORE
Jacopo Quadri, Natalie Cristiani per CapriRevolution
Walter Fasano per Chiamami col tuo nome
Marco Spoletini per Dogman
Giogiò Franchini per Euforia
Chiara Vullo per Sulla mia pelle

MIGLIOR SUONO
CapriRevolution
Chiamami col tuo nome
Dogman
Lazzaro felice
Loro

MIGLIORI EFFETTI VISIVI
CapriRevolution
Dogman
Il ragazzo invisibile – Seconda generazione
La befana vien di notte
Loro
Michelangelo Infinito

MIGLIOR DOCUMENTARIO
Arrivederci Saigon
Friedkin Uncut
L’arte viva di Julian Schnabel
La strada dei Samouni
Santiago, Italia

MIGLIOR FILM STRANIERO
Bohemian Rapsody
Cold War
Il filo nascosto
Roma
Tre manifesti a Ebbing, Missouri

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
Frontiera di Alessandro Di Gregorio
Il nostro concertodi Francesco Piras
Im Bären di Lilian Sassanelli
Magic Alps di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi
Yousef di Mohamed Hossameldin

Il miglior cortometraggio Premio David di Donatello 2019 è: Frontiera di Alessandro Di Gregorio

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.

LEAVE A REPLY