Da Vincent van Gogh a Julian Schnabel. Da settembre torna la Grande Arte al cinema

Annunciato un nuovo programma di film dedicati all’arte. Nexo Digital porta nelle sale l’arte di Hokusai, van Gogh, Bosch, Canaletto e Schnabel, per un viaggio che attraversa gli oceani e i secoli.

Ludovico Einaudi di fronte all'opera di Bosch al Prado di Madrid
Ludovico Einaudi di fronte all'opera di Bosch al Prado di Madrid

Forte del grande successo della scorsa stagione, che ha visto le sale di tutta Italia riempirsi per i film dedicati ad artisti come Michelangelo, Raffaello, Monet e Maurizio Cattelan (circa 190mila gli spettatori paganti), torna la serie Grande Arte al Cinema di Nexo Digital (in partnership con Sky Arte HD e Mymovies.it), che da settembre a dicembre propone una locandina tutta nuova. Si susseguiranno sul grande schermo cinque lungometraggi in grado di offrire una prospettiva diversa sulla storia dell’arte e sui suoi protagonisti, percorrendo un ideale fil rouge che unisce Oriente e Occidente.
Si parte il 25 settembre con Hokusai dal British Museum, un tour cinematografico della mostra che il museo londinese ha dedicato al maestro Hokusai (1760-1849). Un’indagine che racconta l’artista giapponese utilizzando immagini ad altissima risoluzione, viaggiando da  Londra a Tokyo e attraverso le più importanti collezioni europee e orientali. Tra libri illustrati, dipinti e incisioni, prende vita il racconto della nascita e dello sviluppo dello stile ukiyo-e, oltre che del mito immortale di Hokusai. A ottobre arriva l’attesissimo Loving Vincent, il primo lungometraggio interamente dipinto dedicato all’artista olandese e realizzato dallo studio Breakthru Productions. Il film, composto da migliaia di immagini create nello stile di Vincent van Gogh (1853-1890), racconta la vita dell’artista olandese dall’infanzia fino alla morte, avvenuta a soli 37 anni. Si torna indietro di qualche secolo a novembre per l’uscita di Bosch. Il giardino dei sogni, pellicola ambientata nelle sale del Museo del Prado di Madrid, alla scoperta delle visioni surreali del genio del rinascimento olandese. Sempre a novembre, ci sposteremo da Madrid a Venezia per scoprire l’arte dell’italiano Canaletto (1697-1768). In Canaletto a Venezia, l’opera del pittore viene raccontata attraverso le opere conservate al Windsor Castle e a Buckingham Palace oltre che da uno speciale tour cinematografico in la laguna.
L’ultima tappa, a dicembre, è dedicata all’arte contemporanea. Julian Schnabel. A Private Portrait racconta la vita e le opere di un talento straordinario, capace di mettersi in risalto sia nel campo dell’arte che del cinema. Grazie a un mix di video privati, aneddoti familiari e testimonianze degli amici, il regista Pappi Corsicato traccia un profilo intimo e originale dell’artista americano.

Valentina Tanni

www.nexodigital.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.