I festival di ottobre 2021. Da Scripta a Parade Électronique, Reset, Walk-in Studio eccone 11

Dall’arte a parole alla musica classica contemporanea, all’innovazione musicale, fino al design per bambini, c’è tutta una serie di festival pronti a partire. Tra conferme e novità, ecco quali sono

Dopo mesi di restrizioni e chiusure su tutto il territorio nazionale, c’è tutta una serie di festival dedicati a vari temi – dall’arte a parole alla musica classica contemporanea, all’innovazione musicale, fino al design per bambini – che, tra conferme e novità, aspettano solo di partire o ripartire. Vediamo quali sono… 

-Claudia Giraud 

1. SCRIPTA FESTIVAL. L’ARTE A PAROLE – FIRENZE

FOTO GAP

Dal 7 ottobre torna a Firenze Scripta Festival. L’arte a parole, che si articolerà in vari luoghi della città per gran parte del mese. La V edizione – realizzata grazie al contributo di Fondazione CR Firenze e libreria Brac, in partenariato con Fondazione Architetti Firenze e in collaborazione con ARCI Firenze, Fondazione Peccioliper, Villa Romana Firenze, con il patrocinio del Comune di Firenze – ha il sottotitolo Forte movimento, evocando la potenza tellurica dell’arte che si muove da origini non sempre visibili e comprensibili, una forza capace di propagarsi e di raggiungere tutti, anche pubblici lontani dagli epicentri della cultura. Un movimento abbastanza forte da sollecitare visioni alternative e innescare processi trasformativi. Al centro del festival la cultura artistica contemporanea, con una speciale attenzione al dibattito critico, alla storia delle idee e al rapporto con i social studies; il programma include la presentazione di libri d’artista e volumi sugli innesti tra l’arte e altre discipline con la partecipazione degli autori, delle autrici in conversazione con studiose o giornalisti. Sono previste inoltre esposizioni, recital, concerti e attività pedagogiche che si dispiegheranno nelle varie sedi del festival. 

https://lnx.scriptafestival.it 

2. IL VENTENNALE DI EST OVEST FESTIVAL – TORINO E PIEMONTE

Torna EstOvest Festival, il più importante appuntamento dell’autunno per la musica classica contemporanea. E lo fa celebrando la sua ventesima edizione, promossa dall’Associazione EstOvest Festival, a Torino e in diversi luoghi del Piemonte, con più di 20 eventi in programma fino al 19 dicembre. “Il ventesimo anno di EstOvest Festival”, dichiara Adrian Pinzaru, presidente dell’Associazione EstOvest Festival, “ci porta a proiettare lo sguardo sul percorso intrapreso. Dagli esordi nel 2001, grazie all’impegno costante del gruppo di lavoro e al sostegno e accompagnamento dei finanziatori, ai quali va il mio più sentito ringraziamento, EstOvest è cresciuto anno dopo anno in termini quantitativi, di eventi, e qualitativi, nella proposta artistica. Vent’anni di continue trasformazioni, rimodulazioni e, parafrasando il titolo 2021, cambi d’abito: ultimo, in ordine di tempo, è il passaggio di gestione nel 2019 dall’Associazione Ensemble Xenia all’Associazione EstOvest Festival. La manifestazione ha però mantenuto la barra dritta rispetto all’obiettivo primario: mostrare al pubblico una panoramica ampia, attuale e di valore, di ciò che la musica contemporanea oggi può offrire”. Sotto il tema Abito si costruirà un calendario fatto di contaminazioni, dove la musica incontra l’arte, le performance e la commistione fra linguaggi, come nel caso di Intelligenze, evento in cui una macchina, Sally, “dipingerà” dei quadri “lasciandosi ispirare” dalle musiche di Arnold Schoenberg, Enno Poppe, Jörg Widmann, Bernd Alois Zimmermann e Friedrich Gulda. Infine, tra le novità la nascita di Contemporary Cello Week, che dal 21 al 24 ottobre porterà in città importanti violoncellisti a livello internazionale con un calendario di concerti che coinvolgeranno anche Politecnico, Circolo dei lettori e Museo Ettore Fico. 

https://estovestfestival.it/ 

3. PARADE ÉLECTRONIQUE 2021_PAESAGGI SONORI – MILANO

Parade Électronique, Paesaggi Sonori

Dal 9 Ottobre al 26 Novembre avrà, invece, luogo la quinta edizione di un evento con un programma decisamente ampliato rispetto alle precedenti. Si tratta di Parade Électronique 2021_Paesaggi Sonori, rassegna che consiste in 13 concerti di musica elettronica in tutte le sue sfaccettature che si terranno in tre luoghi di Milano: Fabbrica Del Vapore – Teatro Arsenale – Centro Sociale Barrio’s. Il tema di quest’anno è la citta che cambia: citta diverse, ognuna con le loro storie e problematiche sociali rappresentate attraverso canoni ed estetiche musicali differenti. Insomma, dipinti sonori del tutto personali che prendono vita dalla sensibilità unica e particolare di ogni singolo artista. Sergio Missaglia, per esempio, porterà in scena lo specchio d’acqua: un’esperienza interattiva in cui l’utente potrà esplorare una città sommersa e immergersi nel suo paesaggio sonoro. Un’installazione per riflettere sul cambiamento climatico che ricostruisce e reinterpreta visivamente e acusticamente la Citta di Venezia. 

http://www.mmt.it/parade-electronique-2021-milano/ 

4. RESET FESTIVAL DELL’INNOVAZIONE MUSICALE – TORINO

Reset festival, GLI ASCOLTI

Nuova edizione di quello che dal 2009 è il festival dell’innovazione musicale a Torino, il circuito italiano dedicato ai giovani talenti e ai nuovi strumenti e modelli di business in ambito musicale, diventato ormai tappa imprescindibile  per giovani talenti, professionisti, pubblico e addetti ai lavori del settore musicale che, da tutta Italia, ogni anno, si ritrovano all’OFF TOPIC per parlare di music business attraverso workshop e laboratori, per fare networking e scoprire nuovi artisti e aspiranti professionisti, che partecipano ad un percorso di formazione e hanno l’occasione di far conoscere il proprio progetto e lavorare con dei tutor d’eccezione scelti tra i big della musica italiana e tra i migliori professionisti del settore. Si tratta di _resetfestival che, co-prodotto da Verve e The Goodness Factory, in collaborazione con Piemonte dal Vivo e con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo e della Fondazione CRT, quest’anno ha per claim Ti voglio bene e durerà fino al 9 ottobre 2021. 

www.resetfestival.it 

5. KID DESIGN WEEK – TERNI

Visita Bambini Terni

Prima edizione per Kid Design Week, un festival rivolto ai bambini e agli adulti che vogliono ri-trovare la parte di sé più creativa e aperta all’inverosimile e alla sperimentazione. Fino al 10 ottobre un programma di appuntamenti fuori dalle righe in cui sperimentare, incontrare, conoscere, attraverso laboratori, talk, atelier, momenti formativi organizzati in collaborazione con AIAP – Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva, ADI – Associazione per il Disegno Industriale, IED – Istituto Europeo di Design ed altri esperti, dove natura, sostenibilità ed umanità sono le chiavi trasversali e multidisciplinari per aprire le porte dell’immaginazione. 

www.kidesignfestival.it 

6. PLAY WITH FOOD. LA SCENA DEL CIBO – TORINO

Play With Food 2021, Fools, LA TAVERNA DEL DISGUSTO, ph Lorenzo Calla

È un ritorno, invece, quello di Play with Food – La scena del cibo, in Italia il primo e unico festival teatrale interamente dedicato al cibo e alla convivialità, con la direzione artistica di Davide Barbato. Il Festival prosegue fino a domenica 10 ottobre, per un totale di 11 giorni di programmazione, 13 compagnie e 26 appuntamenti dislocati in tutta la città, con 4 prime assolute, 1 prima nazionale e 4 prime regionali. Per la prima volta al festival, 2 compagnie straniere. Un programma ampio e variegato, costruito anche grazie alle ben 138 candidature delle compagnie che hanno presentato i propri progetti all’open call di gennaio 2021. 

https://www.playwithfood.it/ 

7. FESTIVAL VRE VIRTUAL REALITY EXPERIENCE – ROMA

VRE FESTIVAL

Dopo il successo delle due precedenti edizioni, torna a Roma il Festival VRE Virtual Realty Experience, il primo Festival italiano interamente dedicato al mondo delle tecnologie immersive (VR – Virtual reality, AR – Augmented reality, MR – Mixed reality). Da giovedì 14 a sabato 16 ottobre, dalle ore 10 alle 22, alla Pelanda del Mattatoio (ex Macro Testaccio, Piazza Orazio Giustiniani 4) i visitatori potranno accedere a una serie di eventi dedicati alla realtà virtuale, al loro utilizzo e impatto nelle arti, nella cultura, nella valorizzazione del patrimonio culturale, nella scienza e medicina, nel learning e nell’industry: installazioni, performance, esperienze interattive tramite visori e sensori, cinema a 360°, videodanza, talk, panel e keynote. 

www.vrefest.com 

8. UTOPIAN HOURS. IL FESTIVAL INTERNAZIONALE SULLA CITTÀ – TORINO

Nuvola Lavazza, Esterno del Museo Lavazza sullo sfondo lHeadquarter ©Andrea Martira donna

Torna Utopian Hours, il primo e unico festival internazionale in Italia dedicato al city making. Un appuntamento che in breve tempo è diventato tra i più rilevanti sui temi urbani, con eco a livello nazionale ed europeo. Organizzata da Torino Stratosferica, associazione culturale no-profit, la rassegna giunge alla sua quinta edizione che si terrà dall’8 al 10 ottobre 2021 presso la Nuvola Lavazza. Quest’anno ha un nuovo claim: The 1000-minute city. La città è ovunque. Una proposta provocatoria che va oltre al concetto della città dei 15 minuti, dove il tempo diventa misura delle cose e la dimensione urbana si dilata in una nuova modalità di vivere lo spazio. Anche per questa edizione il festival propone una line up con ospiti di alto profilo. Leader visionari, giornalisti internazionali e progetti virtuosi da Lagos, Hong Kong, Austin, Tallinn, Copenhagen, Rotterdam, Varsavia, Glasgow, Londra, Toronto, New York, Detroit, Berlino, Atene e tante altre città. Tra gli ospiti internazionali dal mondo del design, dell’illustrazione e dell’architettura: Robert Hammond (The High Line, New York), Kunlé Adeyemi (NLÉ, Makoko Floating School), Soraya Axelsson (H22, Helsingborg), Marina Kyriakou (Bicycle Mayor of Nicosia), Peter Vesterbacka (Angry Birds, Finest Bay Area), Carlo Stanga, Brion Oaks (Chief Equity Officer, City of Austin) e Carlo Ratti (Carlo Ratti Associati, Torino). 

9. FESTIVOL – TREKKING IN UMBRIA NELLE RISERVE NATURALI PATRIMONIO UNESCO

Trevi circondata dagli Olivi

L’autunno in Umbria offre un arcobaleno naturale in terra, fatto di colline coperte da argentei olivi, vallate di rosseggianti vigneti, boschi in pieno foliage, spettacolo incredibile che si nutre delle variazioni delle foglie che da verdi diventano gialle, arancioni, rosse e infine marroni, creando una meravigliosa tavolozza di tonalità cangianti. L’autunno è il periodo dell’anno in cui camminare è il modo migliore per godere della natura umbra, dei sentieri, dei borghi medievali, ma anche dei prodotti enogastronomici del territorio regionale, grazie alle escursioni guidate proposte dal progetto dell’Associazione “I Tuoi Cammini”, che per i mesi di ottobre e novembre 2021 propone dei trekking nella natura in Umbria, facendo da collegamento tra l’attività di turismo attivo all’aria aperta e l’offerta turistico-paesaggistica, culturale ed enogastronomica dell’Umbria, collaborando con produttori di eccellenze locali ed eventi regionali come Frantoi Aperti in Umbria. Domenica 31 ottobre, ad esempio, sarà la volta di Trevi (Pg), dove grazie alla collaborazione con l’evento Festivol che fa parte proprio del cartello di Frantoi Aperti in Umbria, ci sarà un trekking tra gli olivi della Fascia Olivata Assisi – Spoleto, proclamata dalla FAO – l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura – come primo territorio italiano considerato “Patrimonio agricolo di importanza mondiale”. Durante il trekking sarà possibile osservare la raccolta delle olive e al termine dell’escursione ci sarà un assaggio di olio extra vergine appena franto. 

www.festivol.it
www.frantoiaperti.net 

10. WALK-IN STUDIO – MILANO

Viafarini, Open Studio, Rebecca Agnes, La città di chi, credits Federica Belli

Fino al 9 ottobre torna a Milano Walk-in Studio, il festival organizzato e curato da Associazione Studi e Spazi festival, che quest’anno propone oltre 60 eventi in città, tra mostre, performance, concerti, proiezioni e incontri a cui partecipano più di 250 artisti e oltre 70 curatori. Giunto alla sua terza edizione, invita gli e le artistə ad aprire i loro studi ospitando mostre ed eventi che coinvolgano altri autori, con l’intento di creare un circuito di scambio e dialogo transculturale e intergenerazionale. Oltre agli studi d’artista, i tanti eventi del palinsesto saranno ospitati, anche in studi professionali, luoghi all’aperto, spazi pubblici e privati, ambienti insoliti che favoriscano un rapporto con le comunità sempre più inclusivo. 

www.walkinstuido.it 

11. REGGIO FILM FESTIVAL – REGGIO EMILIA

La macchia mongolica

È in arrivo anche l’edizione numero 20 del Reggio Film Festival, che avrà luogo a Reggio Emilia dal 26 ottobre al 21 novembre e che avrà per titolo/tema Cambiamenti / Changes. In programma cortometraggi da tutto il mondo ma anche spettacoli, concerti, dialoghi e workshop per tutti. “Quella del 2021 è la ventesima edizione del Reggio Film Festival. Il titolo-tema scelto è Cambiamenti. Ci interrogheremo su cosa sia mutato, in vent'anni, nel mondo del cinema. E poi, certo, sui cambiamenti del nostro mondo: quelli dettati dagli eventi di cui siamo protagonisti e quelli a cui non prestiamo attenzione”, spiega Alessandro
Scillitani, ideatore e Direttore Artistico del Reggio Film Festival. “Per festeggiare i primi vent’anni di attività abbiamo deciso di ampliare la durata del Festival e intensificare le collaborazioni con altre realtà. Pur nel massimo rispetto delle regole sanitarie, riteniamo importante realizzare tutto il Festival in presenza, secondo un’idea di arte come occasione di condivisione”. Tra gli highlight, da non perdere l’evento di apertura del Festival, quando Massimo Zamboni, musicista e fondatore dei CCCP e dei CSI, presenterà insieme al regista Piergiorgio Casotti il film La macchia mongolica, ispirato a un viaggio compiuto nel 1996 in Mongolia, risultato fondamentale per la nascita del disco di maggior successo dei CSI, Tabula Rasa Elettrificata.

http://www.reggiofilmfestival.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).