Art Digest: giovani artisti, scordatevi Londra, troppo cara. Henrike, martire del Goethe-Institut. Ops, mi hanno rubato 30 milioni di Bacon

Londra paradiso per i giovani artisti? Un tempo, forse: oggi non possono permettersela. Lo ha detto il direttore della Tate Nicholas Serota: “Questo deve farci riflettere“… (standard.co.uk) Il terrorismo miete ancora vittime nel mondo della cultura: Henrike Grohs, direttrice del Goethe-Institut della Costa d’Avorio, è rimasta uccisa nel recente attentato nei pressi della capitale di […]

Nicholas Serota


Londra
paradiso per i giovani artisti? Un tempo, forse: oggi non possono permettersela. Lo ha detto il direttore della Tate Nicholas Serota: “Questo deve farci riflettere“… (standard.co.uk)

Il terrorismo miete ancora vittime nel mondo della cultura: Henrike Grohs, direttrice del Goethe-Institut della Costa d’Avorio, è rimasta uccisa nel recente attentato nei pressi della capitale di Abidjan… (artforum.com)

Sei curatori contro un presidente. Guy Cogeval, storico dell’arte molto noto anche in Italia, da anni alla testa del Musée D’Orsay, si è visto rinnovare l’incarico per un solo anno anziché per i tre previsti a causa di una protesta del suo team… (nytimes.com)

Il nome del collezionista resta segreto, così come i titoli delle opere. Ma intanto cinque dipinti di Francis Bacon, del valore di oltre 30 milioni di euro, sono stati rubati da una casa a Madrid… (theguardian.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.