Ecco le immagini dei trionfo di Jeff Koons a Firenze. Festa grande a Palazzo Corsini: e il sindaco gli consegna le chiavi della città

Se ne è parlato moltissimo, in questi giorni, e molto se ne parlerà ancora, anche su Artribune: uno dei maggiori – e spesso controversi – protagonisti della contemporaneità globale, come Jeff Koons, al cospetto della culla indiscussa del Rinascimento quale è Firenze. E in particolare di due dei suoi luoghi simbolo, Piazza della Signoria e […]

Jeff Koons a Firenze (foto Alessandro Naldi)

Se ne è parlato moltissimo, in questi giorni, e molto se ne parlerà ancora, anche su Artribune: uno dei maggiori – e spesso controversi – protagonisti della contemporaneità globale, come Jeff Koons, al cospetto della culla indiscussa del Rinascimento quale è Firenze. E in particolare di due dei suoi luoghi simbolo, Piazza della Signoria e Palazzo Vecchio, dove l’artista ha installato rispettivamente la gigantesca scultura Pluto and Proserpina e Gazing Ball (Barberini Faun), un tributo all’antico Fauno Barberini. Un evento molto sentito, nell’ambito del quale il Sindaco Dario Nardella haconsegnatoa Koons le chiavi della città di Firenze, con una serata conclusasi con un sontuoso banchetto nel Salone del Trono di Palazzo Corsini, presenti tra gli altri lo stesso Koons con la moglie, i rappresentanti della famiglia Ferragamo, i Marchesi Frescobaldi, i Marchesi Antinori, i Marchesi Gondi, il nuovo Direttore della Galleria degli Uffizi Eike Schmidt, il Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi Arturo Galansino. Dopo tante parole, come spesso facciamo vogliamo dare la parole alle immagini: eccole nella fotogallery…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.