Sky Arte Updates: gli italiani del fumetto. Doppio appuntamento con Tiziano Sclavi e il suo Dylan Dog, i Bonelli e la storia di Tex Willer

Gli italiani non saranno lettori forti in generale, ma vantano un pubblico di appassionati ultradecennali nell’ambito delle serie a fumetti. Di più, insieme a Stati Uniti e Francia – con le rispettive diversità culturali – l’Italia è probabilmente il Paese dove meglio s’incontrano, sostenendosi a vicenda, domanda e offerta in questo particolare ambito dell’industria culturale […]

Tex Willer, protagonista del fumetto italiano Tex
Tex Willer, protagonista del fumetto italiano Tex

Gli italiani non saranno lettori forti in generale, ma vantano un pubblico di appassionati ultradecennali nell’ambito delle serie a fumetti. Di più, insieme a Stati Uniti e Francia – con le rispettive diversità culturali – l’Italia è probabilmente il Paese dove meglio s’incontrano, sostenendosi a vicenda, domanda e offerta in questo particolare ambito dell’industria culturale e creativa. Perché poche nazioni possono vantare una filiera così completa: lettori voraci – e anche critici! –, sceneggiatori e disegnatori di lungo corso e nuovi talenti, editori capaci di tenere le fila del discorso con competenza.
La serata di venerdì 19 giugno è dedicata da Sky Arte HD proprio alla “scuola” italiana del fumetto, indagata prendendo in esame il punto di vista di chi fa fumetti, come di fruitori e collezionisti. In particolare, per la cosiddetta Notte a Fumetti è in programma la visione consecutiva di due lungometraggi firmati da Giancarlo Soldi, entrambi incentrati su figure e personaggi “bonelliani”, come viene ormai definito dai fumettofili tutto l’universo che fa capo alla Sergio Bonelli Editore.

Nessuno siamo perfetti, regia di Giancarlo Soldi
Nessuno siamo perfetti, regia di Giancarlo Soldi

In prima visione, Nessuno siamo perfetti porta sullo schermo la vita e i retroscena dello sfuggente creatore di Dylan Dog, Tiziano Sclavi, nell’anno in cui l’immaginario indagatore dell’incubo compie 29 anni di successi editoriali. Presentato al Torino Film Festival nel 2014 e Menzione speciale ai Nastri d’Argento 2015, il film è un viaggio all’interno dell’universo di Sclavi, che per anni ha riempito il nostro quotidiano di storie, racconti, suggestioni, fino alla inaspettata decisione di ritirarsi da tutto e da tutti.
A seguire, in Come Tex nessuno mai Soldi ripercorre la lunga, appassionante storia della famiglia di autori che, albo dopo albo, ha dato il nome a una vera e propria industria creativa, capace di fare scuola e sostenere lo sviluppo artistico dei suoi autori. Parliamo di Sergio Bonelli e del padre Gian Luigi, rispettivamente editore e autore di Tex Willer. Partendo da questo personaggio, il regista mostra come Sergio si sia preso cura del sogno creativo del padre, per poi mettersi al timone dei viaggi di fantasia di tanti sceneggiatori e disegnatori, italiani e non.

Gian Luigi Bonelli
Gian Luigi Bonelli

Il sito di Sky Arte è powered by Artribune, che ne cura contenuti e interfaccia digitale. Scoprite a questo link le novità di palinsesto e le news che arricchiscono il portale del primo canale televisivo culturale italiano in HD…
http://arte.sky.it

CONDIVIDI
Caterina Porcellini
Caterina Porcellini è nata a Taranto, si è formata al DAMS di Bologna e professionalmente a Milano. Già durante l'università sviluppa un interesse per l'influenza esercitata dalla tecnologia su pensiero e società, attraverso le tesi di Marshall McLuhan, Walter J. Ong e Lev Manovich. Da allora si mantiene sempre aggiornata sui nuovi media, lavorando come web editor, social media manager e consulente SEO. Dal 2007 ha collaborato con testate specialistiche e non, Exibart e alcuni siti del Gruppo 24 ORE tra gli altri. Continua ad avere un occhio di riguardo per quelle forme d'espressione che hanno una relazione diretta con il pubblico: architettura e design, fotogiornalismo, performance e installazioni. Grazie alla recente collaborazione con Plain Ink Onlus, sta approfondendo l'utilizzo con finalità sociali dei mezzi di comunicazione popolari, come fumetti e storytelling.