Venezia Updates: immagini dalla prima retrospettiva italiana di Peter Doig, alla Fondazione Bevilacqua La Masa a Palazzetto Tito

Una piccola mostra, ma dal carattere forte. Peter Doig (Edimburgo, 1959) espone per la prima volta in Italia con una mostra – co-curata da Angela Vettese e Milovan Farrovato – alla Fondazione Bevilacqua La Masa, a Venezia. I grandi quadri dell’artista scozzese si sposano bene con gli spazi veneziani di Palazzetto Tito; i colori sgargianti […]

Una piccola mostra, ma dal carattere forte. Peter Doig (Edimburgo, 1959) espone per la prima volta in Italia con una mostra – co-curata da Angela Vettese e Milovan Farrovato – alla Fondazione Bevilacqua La Masa, a Venezia. I grandi quadri dell’artista scozzese si sposano bene con gli spazi veneziani di Palazzetto Tito; i colori sgargianti e caldi trovano forma in immagini oniriche. Pittore tradizionale, spesso si rifà a fotografie o a osservazioni del reale, che poi si mischiano su tela tra sogno, pensiero e realtà. Di memoria dechirichiana, Doig ha realizzato le opere esposte a Venezia negli ultimi tre anni: il risultato è una esposizione totalmente originale e inedita. Siamo stati all’inaugurazione e questo è ciò che abbiamo visto…

– Paolo Marella

 

 

CONDIVIDI
Paolo Marella
Barese, classe 1987, trapiantato maldestramente a Venezia. Laureando in Economia e Gestione dei Beni Culturali all'Università Ca' Foscari, coltiva da anni una forte passione per l'arte e la scrittura. Gli piace il mondo della comunicazione: quest'anno ha lavorato nell'ufficio stampa del Carnevale di 2012. E' giornalista pubblicista, anche se non lo dice in giro. In passato si è occupato di cronaca giudiziaria per il Quotidiano Puglia. A Venezia ha lavorato, come mediatore culturale, nei maggiori musei d'arte contemporanea e moderna - Palazzo Grassi, La Biennale e Peggy Guggenheim Collection. Ha un blog (anche se ci scrive poco) e gli piace molto il cinema. Fa scherma. O almeno ci prova.