Salone Updates: prime immagini dall’Atelier Biagetti. Quando il design ammicca al lato ginnico del lifestyle contemporaneo

Spalliere, cavalli, anelli, tappeti per gli esercizi. L’immaginario sportivo legato al mondo della ginnastica in palestra prende forma nella nuova collezione che Atelier Biagetti espone in anteprima negli spazi del proprio studio/showroom. Molto atteso per l’ironia sottile del concept che l’ha ispirata, “Body Building” (a cura di Maria Cristina Didero) prosegue idealmente con un approccio […]

Spalliere, cavalli, anelli, tappeti per gli esercizi. L’immaginario sportivo legato al mondo della ginnastica in palestra prende forma nella nuova collezione che Atelier Biagetti espone in anteprima negli spazi del proprio studio/showroom. Molto atteso per l’ironia sottile del concept che l’ha ispirata, “Body Building” (a cura di Maria Cristina Didero) prosegue idealmente con un approccio caro ad Alberto Biagetti e Laura Baldassarri fin dalle precedenti collezioni: lavorare su un orizzonte di oggetti, esperienze ed abitudini che fanno parte del quotidiano di ognuno di noi (chi non ha mai guardato almeno una volta le Olimpiadi? Chi non si è esercitato a scuola con questi attrezzi?), modificandone però il contesto di fruizione. L’effetto spiazzante è senz’altro raggiunto, ma ad esso fa seguito l’osservazione della rigorosa qualità manifatturiera che caratterizza ogni prodotto – rigorosamente pezzo unico – realizzato con materiali nobili come pelli e metalli e animato, qua e là, dal tocco vivificante del neon.

– Giulia Zappa

 

 

CONDIVIDI
Giulia Zappa
Laureata in comunicazione all’Università di Bologna con una tesi in semiotica su Droog Design, si specializza in multimedia content design e design management a Firenze e New York. Da oltre dieci anni lavora come design&communication strategist, occupandosi di progetti a cavallo tra comunicazione e prodotto. Ha insegnato Comunicazione Multimediale all’Accademia di Belle Arti di Roma. È consulente per programmi internazionali di design per lo sviluppo. Giornalista pubblicista, per Artribune è responsabile editoriale delle pagine dedicate al design.